Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Epson EB-FH06, proiettore a lampada da 3310 lumen (misurati) per l'ufficio e l'intrattenimento

Epson EB-FH06, proiettore a lampada da 3310 lumen (misurati) per l'ufficio e l'intrattenimento

Il videoproiettore Full HD 1080p Epson EB-FH06 può rappresentare una valida alternativa per chi è alla ricerca di un'unità di proiezione portatile, flessibile, dal costo contenuto, in grado di muoversi con agio in diverse situazioni o per piccole aziende o enti educativi che necessitano l'installazione di più unità con una gestione unificata. Una volta portato a casa può essere utile per l'intrattenimento domestico

di pubblicato il nel canale Audio Video
Epson
 

Dopo aver perso un po' di interesse, negli ultimi anni i proiettori stanno riguadagnando terreno in diversi settori, soprattutto in quello dell'intrattenimento casalingo. Un settore dove sono sempre rimasti un caposaldo è quello business, che Epson ha continuato a presidiare, con una gamma decisamente estesa.

Tra i prodotti più recenti abbiamo potuto provare il piccolo videoproiettore Full HD Epson EB-FH06, caratterizzato da tecnologia 3 LCD e con luminosità massima dichiarata di 3500 lumen. Si tratta di un proiettore a lampada, con una durata della sorgente luminosa dichiarata di 6.000 ore in modalità normale e 12.000 ore in modalità risparmio energetico. La risoluzione è Full HD 1080p, 1920 x 1080 pixel in formato 16:9.

Si tratta di un videoproiettore molto compatto e leggero, che può trovare spazio in sale riunioni anche piccole e che offre un'ottica zoom manuale 16,9 mm - 20,28 mm con rapporto di proiezione 1,22 - 1,47:1, per creare un'immagine da 34 pollici a 332 pollici. Inoltre per dimensioni è anche un videoproiettore abbastanza portatile: 302‎ x 252 x 92 mm per 2,7 kg.

Tra le caratteristiche l'utilizzo della tecnologia 3 LCD che permette di avere un flusso luminoso massimo anche sulle componenti colore e non solo sul bianco. Tecnologia lanciata proprio da Epson ancora nel secolo scorso, si basa sulla divisione del flusso luminoso tramite specchi dicroici nelle tre componenti colore, ognuna delle quali viene poi fatta passare per un filtro LCD; alla fine il flusso luminoso viene ricomposto e quindi tutte le componenti colore proiettate nello stesso momento, a differenza dei proiettori DLP, in cui le componenti colore vengono proiettate in rapida successione.

Tra le interfacce troviamo USB 2.0 tipo A, USB 2.0 tipo B, Ingresso VGA, Ingresso HDMI (2x), Ingresso Composite: la porta USB-A può essere utilizzata per connettere un dongle e abilitare la connessione wireless. Il proiettore integra un piccolo altoparlante da 2 W per la riproduzione sonora e non richiede quindi per forza l'utilizzo di altoparlanti esterni. Trattandosi di un proiettore business, è comandabile da remoto tramite la suite Epson iProjection, che offre strumenti dedicati per gli IT manager e per sfruttare in modo semplice il proiettore anche con sistemi di collaborazione. Per il trasporto e per proteggere l'ottica da urti accidentali, il proiettore integra un coprilente, il cui azionamento manuale disattiva automaticamente la proiezione. La tecnologia Instant Off permette di spostare il proiettore subito dopo lo spegnimento, senza dover attendere un periodo di raffreddamento, ad esempio, per riporlo nella borsa per il trasporto.

Il proiettore è dotato di tre piedini regolabili (uno anteriore e due posteriori) per la messa in bolla. Il proiettore Epson EB-FH06 offre correzione automatica della distorsione trapezoidale V-Keystone Auto, mentre integra un cursore manuale posizionato in alto, che agisce sull'ottica, per la correzione della distorsione trapezoidale orizzontale. Questo permette di proiettare immagini 'dritte' anche con il proiettore non centrato, ad esempio se, per motivi di spazio, è montato vicino alla parete laterale e proietta in diagonale. In caso le regolazioni non siano efficaci al 100% è poi possibile correggere il keystone anche tramite i tasti posti sul dorso dell'unità di proiezione, oppure dal telecomando con la funzione Quick Corner. Come detto la regolazione dello zoom è manuale e ciò vale anche per la messa a fuoco. In particolare il cursore della messa a fuoco non è fluidissimo e mettere a fuoco in modo perfetto a volte richiede un po' di pazienza.

A seconda delle situazioni di utilizzo il proiettore può essere utilizzato in una delle modalità colore: Dinamico, Cinema, Presentazioni, sRGB, Lavagna. Dinamico offre il massimo della potenza, Presentazioni e Lavagna sono ottimizzate per l'utilizzo in ufficio o educativo, con la seconda dedicata alla proiezione sulle lavagne verdi, mentre Cinema e sRGB sono maggiormente attente alla corretta riproduzione dei colori. Nelle modalità Dinamico e Cinema è possibile attivare il diaframma automatico per ottimizzare la resa dell'immagine in base alla luminosità dei contenuti.

Tra le funzioni ottimizzate per l'uso in ufficio e per le presentazioni troviamo Split Screen, che permette di visualizzare affiancate due diverse sorgenti. Utile anche la modalità PC Free, che permette di visualizzare immagini e contenuti video da chiavetta USB senza, appunto, la necessità di collegare un computer.

Il connettore Ethernet RJ45 permette di connettere il proiettore in rete e la suite di controllo a disposizione dei manager IT è decisamente granulare. È possibile controllare il proiettore da più computer, impostare un logo personalizzato, controllare le impostazioni da remoto tramite browser, regolare le impostazioni colore per far combaciare la resa nell'utilizzo di più unità insieme. Peccato che la connessione wireless Wi-Fi sia disponibile solo tramite il modulo opzionale proprietario.

Il proiettore dichiara 3.500 lumen per quanto riguarda il flusso luminoso massimo. Con le nostre misure ne abbiamo rilevati 2.950 nella modalità Dynamic, con rapporto di contrasto pari a 473:1: le misure sono state portate a termine in una stanza oscurata, ma con pareti bianche molto vicine all'area di proiezione. Agendo sul comando del contrasto e portandolo al massimo abbiamo ottenuto una luminosità massima di 3310 lumen con rapporto di contrasto di 779:1. Il dato dichiarato sulla luminosità massima è in linea con le misure sul campo, considerato anche il fatto che non conosciamo l'età della lampada e le condizioni di utilizzo precedente.

La modalità Dinamica è caratterizzata, come è naturale attendersi, da un bilanciamento del bianco sballato, che varia all'aumentare della luminosità: parte con una netta tinta rossa e finisce con una predominanza del verde. Passando alle altre modalità, in particolare quella sRGB e Cinema, la luminosità massima scende in modo netto, attestandosi su 1770 e 1950 lumen, rispettivamente. In entrambi i casi il bilanciamento del bianco non migliora di molto, anche se almeno la discrepanza è costante sulle varie componenti cromatiche e risulta facilmente correggibile con la calibrazione. Rispetto alla modalità dinamica migliora in modo netto la curva di gamma, che nel caso del profilo sRGB segue molto bene il riferimento.

Profilo Dinamico
Profilo Dinamico

Profilo sRGB
Profilo sRGB

Profilo Cinema Calibrato
Profilo Cinema Calibrato

Con la calibrazione è possibile arrivare a un bilanciamento del bianco sulla scala di grigi molto buono sul profilo Cinema, pagando solo una manciata di lumen del bianco al 100%, con un valore misurato di circa 1700 lumen. In tutti i casi il triangolo di gamut è decente: ha dimensioni di poco inferiori a quello di riferimento sRGB, ma risulta leggermente più stretto sulle componenti verde e rossa, soprattutto per una questione di tinta. Selezionando il profilo specifico sRGB la copertura migliora e si avvicina maggiormente al riferimento.

Come detto parlando delle specifiche tecniche del proiettore, è possibile raddoppiare la vita utile della lampada attivando la modalità 'Eco': il prezzo da pagare in termini di luminosità massima è subito evidente a occhio nudo, ma lo è ancora di più alla rilevazione strumentale, dove il bianco al 100% vede un picco di luminosità di circa 350 lumen, richiedendo quindi una stanza buia per la visione dei contenuti.

Con un prezzo di listino di 812,31 € sul sito Epson (street price di circa 590 € su Amazon), il videoproiettore Full HD 1080p Epson EB-FH06 può rappresentare una valida alternativa per chi è alla ricerca di un'unità di proiezione portatile, flessibile, dal costo contenuto, in grado di muoversi con agio in diverse situazioni o per piccole aziende o enti educativi che necessitano l'installazione di più unità con una gestione unificata. Per l'ufficio è semplice da usare, offre una buona dotazione di porte, tra cui l'ingresso VGA per i 'vecchi' portatili e PC; risulta facilmente trasportabile e avrebbe una marcia in più se disponesse della connettività Wi-Fi integrata. Una volta portato a casa può essere utile per visionare contenuti come video di YouTube o cartoni animati, mentre certamente non puà candidarsi per la visione di film o di serie TV di ultima generazione, vista la mancanza del supporto HDR.

  • Articoli Correlati
  • Laser TV Hisense 120L5F-A12: 120 pollici posson bastare? Laser TV Hisense 120L5F-A12: 120 pollici posson bastare? Con ben 120 pollici di superficie di proiezione il Laser TV Hisense 120L5F-A12 rappresenta un unicum nel mercato: la praticità di un televisore con il coinvolgimento di un videoproiettore, ad un prezzo accessibile
2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Venturer26 Agosto 2021, 18:40 #1
Ricordo nel 2009 quando un proiettore FullHD poteva arrivare a costare una decina di migliaia di euro, sopratutto i Sony! Del resto i proiettori 4k di alto livello adesso sono sulla stessa fascia di prezzo di quelli FullHD del 2009 appunto!

Ancora qualche anno e un proiettore che garantisca una resa molto elevata almeno FullHD si potrá trovare a poco meno di 500Euro!

Ho sempre snobbato la qualitá di un videoproiettore rispetto a un TV Fulld HD in quanto nonostante gli impareggiabili vantaggi di un proiettore di poter avere un campo di visione immenso inavvicinabile da un TV, c'é sempre stato il problema della luminositá cioé del fatto che la stanza doveva almeno essere in penombra per garantire una visione di un livello degno!

Con l'evoluzione dei video proiettori il problema della resa luminosa in ambienti con forte contaminazione di luce esterna si sta sempre piú assottigliando!
CarloR1t03 Settembre 2021, 11:04 #2
Meglio precisare per chi non sapesse che entry attuali Epson validi per home cinema in FHD sono i TW5700/5820 o in UHD (1/2UHD) TW7000/7100 meglio i secondi, che hanno contrasto migliore.

Quelli da ufficio non sono molto adatti, tanti lumen in eccesso che in ambienti non trattati distruggono il contrasto ANSI che da tridimensionalità agli oggetti all’interno dell’immagine (in tali ambienti o con luci accese la soluzione non sono i lumen ma gli schermi attivi ALR, o CLR per i proiettori UST ultracorti) oltre a partire già con scarsa saturazione (tanti lumen sugli entry si ottengono solo con più luce bianca), niente frame interpolation (FI) utile sugli lcd almeno al minimo valore per la gestione del moto e niente 3D presente invece su quasi tutti i proiettori home cinema, infatti è sui proiettori che da anni si è trasferito il 3D dove ha senso per le necessarie dimensioni, lungi dall’essere morto con centinaia di titoli dai più vecchi agli attuali su bluray. Per non parlare di lens shift o altro.

Per consigli sui proiettori LCD DLP LCOS qui sul forum abbiamo questa discussione:

https://www.hwupgrade.it/forum/show...01&page=177

O su AVM
https://www.avmagazine.it/forum/4-videoproiezione

O in inglese su AVS (le sigle americane di alcuni marchi e modelli sono diverse)
https://www.avsforum.com/forums/dig...00-usd-msrp.68/

E per verificare le prestazioni reali da chi fa recensioni con test e dati:
(FR/EN) https://www.passionhomecinema.fr/blog/

Prima di comperare conviene informarsi bene, per la discussione qui su hwuphrade leggere le ultime pagine (molte info, pregi e difetti, riportati sulla prima sono superate) o chiedere, oltre a leggere recensioni tecniche (come su passionhomecinema sopra) dei vari modelli coi test sui dati reali soprattutto di gamut livello nero e contrasto nativo normalmente non specificato perché assai più basso, indicano solo quello dinamico e spesso gonfiato, oltre al lag per chi gioca (da meno di 10ms a oltre il centinaio di certi modelli dlp), la gestione del movimento, difetti come l’effetto arcobaleno sui DLP che solo alcuni percepiscono peggiore sui modelli più luminosi, e tutto quanto permetta di fare la scelta migliore e più duratura per le proprie esigenze.

Ultima avvertenza salvo siano quasi gadget o per usi da battaglia meglio evitare i proiettori da 100-200€ che dichiarano migliaia di lumen inesistenti, che in realtà emettono meno di 1/10 o 1/20 tanto meno quanto più la sparano grossa. Oltre a ingannevoli diciture FHD o 4K che non corrispondono alla risoluzione reale a schermo.
Esempio di confronto: https://youtu.be/x1gJ0jNQoKs

Non mancano comunque dei FHD decenti che dichiarano dati onesti di qualche centinaio di lumen ma bisogna comunque verificare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^