Google e Pampers presenta Lumi: ecco il pannolino smart che monitora anche cacca e pipì

Google e Pampers presenta Lumi: ecco il pannolino smart che monitora anche cacca e pipì

Pampers fa il suo ingresso nel mondo smart anche con i suoi "pannolini" ultra tecnologici. Si chiama Lumi ed è la piattaforma all-in-one completamente connessa che permette di monitorare il neonato proprio partendo dal pannolino. Ecco come funziona.

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Casa
Google
 

Anche il pannolino diventa completamente "Smart" e lo fa per la prima volta con Pampers, leader nella realizzazione di accessori per i neonati. Si chiama Lumi ed è un sistema ultra tecnologico capace di monitorare proprio il neonato partendo però dal suo pannolino che nei primi anni di vita risulta essere il "miglior amico" del bambino. Da qui l'idea da parte di Pampers di posizionare diversi sensori intelligenti nel pannolino e permettere dunque di avere ogni tipo di informazione anche su cacca e pipì.

Lumi: come funziona il nuovo sistema di Pampers

Lumi chiaramente non è solo pannolino smart ma un vero e proprio sistema "all-in-one" capace di monitorare completamente il primo anno del neonato rendendo più semplice la vita dei genitori, magari alle prima armi con il loro prima bambino. In questo caso ecco che dopo Huggies, i pannolini rivoluzionari, Pampers decide di offrire agli utenti che lo vorranno un nuovo tipo di prodotto capace di mantenere sempre monitorata la situazione del neonato.

Questo significa che i sensori inseriti nel pannolino Lumi di nuova generazione permetteranno di capire e segnalare immediatamente quando il pannolino è bagnato o sporco ma soprattutto anche di monitorare il sonno del neonato. Tecnicamente presente una striscia dell'umidità vista con i pannolini Swaddler ma qui realizzata ad hoc e adatta a bambini fino alla taglia 4 ossia fino ad un'età che solitamente si aggira sull'anno. Nel momento in cui la striscia ricevere umidità, causata appunto dalla pipì del bambino, i sensori inviano la notifica al sistema Lumi.

Il nuovo sistema Lumi di Pampers però non propone solo ed esclusivamente il pannolino "smart" ma l'azienda offre anche un monitor Wi-Fi con una videocamera Circle 2 in collaborazione con Google. Il monitor permetterà, oltre a far visionare la camera del bambino in risoluzione 1080p., anche a misurare il grado di umidità e la temperatura presente nella stanza il tutto direttamente sull'applicazione creata ad hoc. Proprio sulla presenza di questa Circle 2 si è aperta una discussione sulla privacy ma Sia Verily sia P&G assicurano che i dati dei singoli bambini rimarranno appannaggio esclusivo dei rispettivi genitori, e che le aziende si limiteranno a raccogliere dati aggregati (e anonimi) per migliorare la funzionalità del prodotto.

Al momento non è ancora chiaro quanto il sistema verrà rilasciato sul mercato (prima negli USA verso agosto e poi chissà se anche in Europa). Non è nemmeno noto il prezzo di Lumi e soprattutto dei nuovi pannolini smart che comunque, come assicura Pampers, non dovrebbero costare di più rispetto alla linea attuale più evoluta.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
lucagiak22 Luglio 2019, 11:36 #1
Ma veramente c'è qualcuno che ha bisogno di questa "tecnologia"?
cignox122 Luglio 2019, 11:42 #2
Non so se pensare che ogni dispositivo che monitori i bimbi piccoli sia un grande vantaggio in termine di prevenzione dei problemi che possono insorgere nei primi mesi di vita o se, piuttosto, vogliano monetizzare le ansie dei neogenitori
Con la prima bimba eravamo sempre li a verificare, con baby monitor e tutto. Con la seconda niente baby monitor, ci affacciavamo al lettino ogni tanto. Con il terzo andavamo a vedere solo in caso di rumori sospetti.

Per la cronaca, lo stesso si é verificato con angoli e cassetti: all'inizio abbiamo acquistato vari dispositivi per la messa in sicurezza di spigoli e cassetti, ma siamo via via diventati meno ansiosi (non che siamo diventati imprudenti, questo é chiaro)
domthewizard22 Luglio 2019, 11:50 #3
quando il neonato fa la pipì piange, se fa la cacca puzza. è da secoli, anzi forse millenni che è così, ma forse serve davvero ai neogenitori che stanno sempre con lo smartphone in mano invece che badare ai figli



comunque, una curiosità: quella del pannolino usa e getta è stata una grande invenzione, ma ora che questo è pieno di sensori ritorna riutilizzabile (quindi una sorta di progresso-regresso) oppure partono 50-100€ ad ogni pisciatina del neonato?
domthewizard22 Luglio 2019, 11:52 #4
Originariamente inviato da: cignox1
Non so se pensare che ogni dispositivo che monitori i bimbi piccoli sia un grande vantaggio in termine di prevenzione dei problemi che possono insorgere nei primi mesi di vita o se, piuttosto, vogliano monetizzare le ansie dei neogenitori
Con la prima bimba eravamo sempre li a verificare, con baby monitor e tutto. Con la seconda niente baby monitor, ci affacciavamo al lettino ogni tanto. Con il terzo andavamo a vedere solo in caso di rumori sospetti.

Per la cronaca, lo stesso si é verificato con angoli e cassetti: all'inizio abbiamo acquistato vari dispositivi per la messa in sicurezza di spigoli e cassetti, ma siamo via via diventati meno ansiosi (non che siamo diventati imprudenti, questo é chiaro)

non fate il quarto che di questo passo finirà come mowgli, allevato dagli animali della giungla


scherzo eh
quartz22 Luglio 2019, 12:05 #5
Google e Pampers presenta Lumi


Ma prima di occuparvi di tecnologia, un bel corso di italiano no?
Dumah Brazorf22 Luglio 2019, 12:38 #6
Vuoi mettere la soddisfazione di vedere il pargolo twittarti "Papà, mi sono cac@to addosso" ?
Gyammy8522 Luglio 2019, 12:43 #7
Hanno capito che basta mettere la parola "smart" accanto a ogni altra parola del vocabolario per renderla un qualcosa di esageratamente figo, quindi dai, pannolino smart, dentifricio smart, smart smart, smarties smart, colla smart, martello smart, ecc.............
deggial22 Luglio 2019, 12:44 #8
ditelo che Google ha scelto il nome in onore di Microsoft e dei suoi Lumia che facevano cagare

PS: non è vero, io adoravo i Windows Phone
Gyammy8522 Luglio 2019, 12:46 #9
Originariamente inviato da: deggial
ditelo che Google ha scelto il nome in onore di Microsoft e dei suoi Lumia che facevano cagare

PS: non è vero, io adoravo i Windows Phone


Il mercato voleva il tel diverso da android, glielo hanno dato, il mercato li ha buttati fuori a calci perché era diverso da android, simple
ferste22 Luglio 2019, 12:46 #10
Con mio figlio non basterebbe un HD da 4 tera...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^