Klipsch T5 True Wireless: solo 5,5 grammi per la massima indossabilità

Klipsch T5 True Wireless: solo 5,5 grammi per la massima indossabilità

70 ani di esperienza nel mondo audio al servizio degli auricolari True Wireless Stereo: ecco in sintesi le nuove Klipsch T5 True Wireless, piccole e leggere, ma dotate di 4 microfoni

di pubblicata il , alle 17:21 nel canale Audio Video
klipsch
 

Quello degli auricolari TWS, True Wireless Stereo, è un trend in continua crescita e ormai anche i marchi più tradizionali stanno sposando questo tipo di prodotti. L'azienda fondata nel 1946 da Paul W. Klipsch appartiene a questa schiera e ha presentato le sue Klipsch T5 True Wireless, primo prodotto di questo tipo a catalogo.

La compagnia ha messo nel prodotto tutta la sua esperienza e ha scelto una forma ovale per gli auricolari, al posto della più classica rotonda, per una migliore tenuta nell'orecchio, senza sforzare il canale auricolare. A questo scopo le Klipsch T5 True Wireless utilizzano, stando a quanto dichiarato dall'azienda, il più piccolo ugello sul mercato e dovrebbero quindi risultare comode a chiunque.

Gli auricolari T5 True Wireless sono dotati della più recente tecnologia Bluetooth 5 combinata all’alta qualità di conversione dei codec aptX e AAC. Utilizzano un singolo driver dinamico a bobina mobile da 5,0 mm con risposta in frequenza di 10Hz-19KHz. Sono stati integrati ben 4 microfoni per migliorare la qualità della voce, sia per le chiamate telefoniche, sia per l'interazione con gli assisteni vocali (Siri, Alexa, Google Voice Assistant).

Ogni auricolare ha una batteria da 55 mAh, mentre la custodia in metallo in stile 'Zippo" offre ulteriori 360 mAh di ricarica: l'autonomia dichiarata è pari a 8 ore. La custodia pesa meno di un etto, 96,9 grammi, e anche gli auricolari sono leggerissimi, fermando la bilancia a 5,5 grammi ciascuno. Si tratta di un prodotto di fascia superiore, con un prezzo al pubblico di 199€, che taglia fuori buona parte del pubblico che oggi si avvicina alle TWS, ma che non spaventa il pubblico abituato ai prodotti audio di qualità.

Recentemente abbiamo parlato di auricolari TWS con le seguenti recensioni

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo20 Settembre 2019, 18:28 #1
ormai costa tutto 200 euro, roba da pazzi
walley20 Settembre 2019, 20:30 #2
Credo che Wireless e alta qualità del suono non siano compatibili tra di loro.
gino4620 Settembre 2019, 23:13 #3
Non è assolutamente vero, attraverso il Bluetooth 5.x è possibile avere una qualità audio alla pari del cavo, ovviamente gli altoparlanti devono essere di pari livello. Purtroppo per avere cuffie di qualità occorre spendere.
giulioski21 Settembre 2019, 10:11 #4

8 ore di autonomia??

= scaffale
Notturnia23 Settembre 2019, 10:58 #5
200 euro ?
credo sia la cosa più economica che Klipsch abbia mai prodotto.. forse i panni per pulire le loro casse costano di meno..
ma la qualità è Klipsch o... ?
mi fa strano che si siano abbassati a fare giocattoli..
s-y23 Settembre 2019, 11:53 #6
i trasduttori sono caricati a tromba d'eustachio, di lì il costo

ad ogni modo da un bel pò vende anche prodotti di classe economica eh, e a parte gli estremi tipo lascala o klipschorn è un marchio che non si è mai strettamente posizionato tra la roba cosiddetta 'esclusiva' (quella fascia dove conta quasi solo spendere il più possibile...)

più che altro è il sound che è molto 'selettivo', ma questo è un altro discorso
Notturnia23 Settembre 2019, 12:39 #7
io li conosco solo per l'horn.. chiedo scusa
s-y23 Settembre 2019, 14:52 #8
beh figuriamoci, anche se prima di dare giudizi 'trancianti' sarebbe meglio assicurarsi di conoscere l'argomento

per inciso è dal 2011* che uso (e 'litigo') con la serie reference ii (la serie base), che ho sia in formato tower, ai lati della tv, che bookshelf, al pc, nel senso appunto che non vanno bene per tutti gli abbinamenti con sorgenti e amplificatori

al tempo spesi se non ricordo male 475 per i tower (rf52ii) e 315 per le bookshelf (rb52ii), la memoria potrebbe fallare ma le cifre sono su questo ordine di grandezza

poi ovvio che specialmente in zona incrocio tra tromba e midwoofer, dove 'passano' tra l'altro molte voci umane, resta migliorabile (e ci sono concorrenti preferibili nella stessa fascia di prezzo), ma la resa nel resto dei parametri 'grossi' (sensibilità, dinamica, punch) resta su livelli ottimi, considerando la classe di prezzo

quanto alle cuffie, servirebbe ascoltarle prima di dare un parere, ma qualche dubbio resta anche a me, dato che al contrario che per i diffusori, l'esperienza aziendale latita, e non è un aspetto secondario

(*) in realtà anche anni prima, ma era un modello troppo di compromesso, il kit 'da pc' promedia, con sub separato

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^