Bose QuietComfort QC35: la nostra recensione. Parola d'ordine comodità

Bose QuietComfort QC35: la nostra recensione. Parola d'ordine comodità

Bose QuietComfort QC35 sono le top di gamma in casa Bose per ascoltare musica in mobilità: uniscono le tecnologie ANC Noise Cancelling alla connettività Bluetooth NFC per godere delle proprie canzoni senza fili. Complete sotto ogni punto di vista hanno in questa versione argento un'aspetto a volte un po' 'cheap', ma una volta indossate sono comodissime e fanno dimenticare i rumori esterni rendendo anche i viaggi più lunghi maggiormente sopportabili

di Roberto Colombo pubblicato il nel canale Audio Video
bose
 
[HWUVIDEO="2301"]Recensione Bose QuietComfort QC35: comodità e pace in viaggio[/HWUVIDEO]

Quando si parla di cuffie noise cancelling da viaggio, Bose è certamente il primo nome che viene in mente. Per anni quei viaggiatori che durante un volo intercontinentale indossavano un paio di Bose sono stati l'oggetto della nostra più feroce invidia, anche perché spesso li intravedevamo seduti su una comoda poltrona di classe business, nel nostro triste percorso verso il nostro posto in classe turistica (simpatico eufemismo per chiamare quella che meno prosaicamente e più realisticamente appare sul vostro biglietto come 'Economy'). Recentemente le cuffie a cancellazione di rumore sono diventate un oggetto più popolare e accessibile anche al pubblico della classe economica: in generale oggi le vediamo utilizzate dai pendolari su autobus, tram, metropolitane e treni. I vantaggi delle cuffie noise cancelling, soprattutto di quelle di ultima generazione, sono effettivamente molto grandi e anche la carrozza più rumorosa può trasformarsi in una piccola oasi in cui ascoltare la nostra musica preferita, sia per concentrarci al meglio sul lavoro che dobbiamo finire prima di una riunione importante, sia per rilassarci mentre lasciamo che il mezzo pubblico ci porti verso casa.

In questo settore le cuffie Bose restano sempre circondate da un'aura di grande esclusività e siamo andati a vedere se è solo dovuto al nome che portano o se c'è anche sostanza nei padiglioni di queste cuffie. Partiamo dal dire che esistono molti modelli nella gamma Bose, anche se esteticamente molto simili tra loro e distinguibili solo all'occhio più esperto. In generale il posizionamento è quello della fascia medio-alta, attorno ai 300€.

Noi abbiamo deciso di provare le Bose QuietComfort 35 che rappresentano le top di gamma tra le cuffie consumer del marchio di in Framingham in Massachusetts, più in alto troviamo quelle per uso aeronautico, progettate le comunicazioni in cabina di pilotaggio. Hanno tutto quello che serve a un paio di cuffie moderne, infatti associano alle tecnologie ANC la connettività wireless Bluetooth per l'ascolto di musica senza fili. In più per favorire l'accoppiamento coi dispositivi mobili, Bose ha scelto di integrare anche un modulo NFC: basta quindi appoggiare il telefono alle cuffie per effettuare il pairing.

Noise Cancelling, Bluetooth e NFC: cosa chiedere di più?

Bose ha scelto di non sposare le tecnologie Qualcomm AptX Bluetooth: da un lato queste ultime non sono supportate dal mondo iOS, che rappresenta una grossa fetta del pubblico di riferimento di Bose, negli Stati Uniti e a livello mondiale; dall'altro Bose ritiene che il Bluetooth standard sia più che sufficiente per l'ascolto di musica di qualità in modalità wireless. Effettivamente percepire la differenza tra il Bluetooth classico e la versione AptX, contando che spesso queste tecnologie senza fili vengono utilizzate in mobilità, in ambienti non certo ottimi per l'ascolto di musica alla massima qualità: la mancanza è quindi percepibile più sulla scheda tecnica che nell'uso quotidiano. Inoltre il chip Bluetooth ha dimostrato una portata davvero ottima, a differenza di quanto capita con altre cuffie che perdono il segnale anche solo quando si appoggia la mano sul telefono dalle parti dell'antenna. Due episodi. Computer in salotto e ricezione perfetta, senza perdita di pacchetti, in un'altra stanza della casa a diversi metri (lo devo confessare, era il bagno): in mezzo un corridoio e una svolta a sinistra. L'altro: io che passeggio per l'appartamento di Barcellona dove eravamo alloggiati per il MWC17 e il nostro Bruno che mi guarda stupito e fa: 'Ma prendono fin qua??'.

Dal punto di vista della connessione senza fili, le Bose QuietComfort 35 si posizionano al top. Per quanto riguarda la resa audio hanno due comportamenti differenti a seconda dello stato di accensione. Da spente suonano abbastanza 'calde' senza però perdere definizione su alti e bassi: un suono piacevole, per certi versi naturale e rilassante, che però può non piacere del tutto (io ad esempio sono un amante degli alti squillanti e quasi invasivi). Quando le si accende viene attivata nel contempo la funzione Active EQ: l'equalizzatore non è regolabile, ma semplicemente fa quello che deve fare. Riporta le cuffie a una risposta lineare. Bassi e alti emergono in modo più evidente, soprattutto questi ultimi. Il fatto che la funzione di equalizzazione non sia regolabile potrebbe far storcere il naso a qualcuno (come il sottoscritto di primo acchito), ma alla lunga svolge talmente bene il suo lavoro in modo così poco intrusivo che personalmente ho dato pienamente ragione a Bose, adattandosi anche al volume di riproduzione, enfatizzando leggermente i bassi - ad esempio - ai bassi volumi D'altra parte chi meglio del produttore conosce alla perfezione la risposta in frequenze delle proprie cuffie?

Sotto il profilo audio quindi il giudizio è nel complesso ottimo, forse non sono le cuffie con il più ampio spettro di risposta in frequenze, ma svolgono bene il loro lavoro: Le Sony MDR-1000X che abbiamo provato qualche tempo fa forse sono più performanti sotto questo punto di vista, ma comunque l'ascolto con le QC35 è molto piacevole. Discorso simile per le funzioni di Noise Cancelling, che riescono ad abbattere al meglio i rumori esterni, cancellando ronzii di treni e aerei in modo efficace. L'orecchio più attento potrebbe percepire nei momenti in cui non c'è musica in riproduzione un leggero fruscio, ma la sua presenza è praticamente ininfluente. Anche in questo caso non c'è possibilità di regolare il livello di cancellazione del rumore, mentre concorrenti come Sony MDR-1000X permettono gesture per disattivarle alla bisogna (mettendo una mano sul padiglione destro) e profili per reimmettere i rumori della strada o le voci; discorso simile per le Parrot Zik 3. Come accade per l'equalizzatore non regolabile, la mancanza di tali profili non si fa molto sentire nella vita reale e anzi rappresenta una complessità in meno nell'uso: immagino che il pubblico di riferimento di Bose sia quello che si vuole isolare dal mondo e a cui non importa di reimmettere suoni fastidiosi nelle proprie cuffie. Anche perché in realtà l'ascolto musicale ne risente talmente tanto che a quel punto è meglio direttamente togliersi le cuffie.

Attenzione: il jack in entrata è da 2,5mm

Stando alla scheda tecnica le cuffie QuietComfort 35 sono dotate di una batteria ricaricabile agli ioni di litio che consente fino a 20 ore di ascolto in wireless e fino a 40 ore con cavo. Il dato trova conferma nell'uso reale: in più una vocina informa dello stato della batteria a ogni accensione in modalità wireless, per cui si può correre a caricarle prima di rimanere completamente a secco. Una nota negativa, non è possibile utilizzare le cuffie da accese durante la ricarica: appena viene inserito il connettore microUSB le cuffie passano in modalità passiva. Sempre in tema di cavi: quello audio che porta il segnale dal telefonino (o tablet, lettore mp3 oppure ancora computer) da un lato ha il classico jack da 3,5mm, ma all'estremità che entra nelle cuffie integra un connettore da 2,5mm, per cui un cavo jack 3,5mm/3,5mm standard non va bene. Meglio quindi non perderlo.

C'è un fronte in cui le cuffie Bose QuietComfort 35 vincono a mani bassi sulla concorrenza: sono leggere, non stringono pur rimanendo saltamente ancorate alla testa, hanno padiglioni e archetto imbottiti alla perfezione, non si spostano se ci si appoggia da qualche parte (ad esempio al poggiatesta del sedile), non trasmettono rumori o frusci se il cavo viene mosso e striscia sui vestiti e anche se ci si appoggia a superfici vibranti (come la parete dell'aereo) non fanno balzare in piedi per il rumore. L'esperienza con Bose QC35 è quella di indossare le cuffie e dimenticare di averle in testa da tanto sono comode. Dopo averle indossate per qualche ora si capisce perché tutti le hanno in business class. Il rovescio della medaglia, soprattutto nella versione in livrea argento, è che i materiali che contribuiscono alla loro leggerezza hanno un aspetto un po' "cheap", in particolare i tasti. Credevo che quelle viste al mercato del falso di Shenzhen fossero delle brutte copie: invece anche le originali sono proprio fatte così. Parafrasando quello che dice mio suocero della automobili ('una volta che ci sei seduto dentro non ti importa nulla se fuori la macchina è bella o meno'): una volta che le si ha indosso non ci si cura più dell'aspetto e quella sensazione di plastica sotto le dita agendo sui comandi di volume e tracce passa in secondo piano rispetto alla comodità di queste Bose QC35. Inoltre i cuscinetti sono intercambiabili: in caso si rovinassero o dovessero sporcarsi è possibile acquistarne un nuovo paio e rinnovare le proprie cuffie. In conclusione: la fama di Bose sulle cuffie Noise Cancelling è tutta meritata e questa nuova versione Bluetooth la mantiene al meglio anche aggiornandosi alle mutate esigenze della nuova clientela mobile.

  • Articoli Correlati
  • Sony MDR-1000x: musica senza fili e senza rumore Sony MDR-1000x: musica senza fili e senza rumore Sony MDR-1000X. Si tratta di cuffie con padiglione circumaurale chiuso, dotate di active noise cancelling digitale e connettività Bluetooth per l'ascolto di musica senza fili. Sony ha lavorato per offrire una migliore cancellazione dei rumori esterni rispetto al modello precedente su tutte le frequenze, ottimizzando sia l'eliminazione dei rumori a bassa frequenza sia quelli alle frequenze più alte
  • Parrot Zik 3: via il rumore, resta solo il piacere della musica Parrot Zik 3: via il rumore, resta solo il piacere della musica La terza generazione delle cuffie Zik di Parrot unisce il riuscito design di Philippe Starck e il cuore audio del secondo modello ad alcune migliorie funzionali ed ergonomiche. Il risultato è un paio di cuffie circumaurali a cancellazione attiva del rumore in grado di soddisfare diverse esigenze di ascolto. La versione con finitura rossa in finta pelle di coccodrillo è certamente (assieme a quella verde smeraldo) una di quelle che maggiormente si fa notare. SI tratta di cuffie wireless Bluetooth con sistema ANC di cancellazione attiva del rumore
13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tommy78115 Marzo 2017, 19:34 #1
Che la Bose sia il top è parecchio opinabile e chi ascolta audio di qualità solitamente le scarta per a loro propensione a esaltare i bassi. Nello specifico mi piacerebbe avere dati maggiori riguardo le frequenze riprodotte e glo omh. In modali bt poi un audiofilo non le userebbe mai a causa della perdita di qualità dovuta alla compressione dovuta al trasferimento senza fili.
Marko#8815 Marzo 2017, 21:22 #2
Le ho provate un po' alla Comet.
In termini assoluti non sono affatto male, si lasciano ascoltare volentieri (meglio poter equalizzare dall'applicazione che si sta usando, i bassi sono piuttosto presenti). In relazione al prezzo invece non ci siamo, costano un po' troppo.
Ma si sa, moltissimi prodotti costano tanto pur non offrendo altrettanto ma se si da la percezione al cliente di aver lavorato (e lavorare) bene, si ha la possibilità di vendere meglio che a prezzi bassi.

Al di la dei soldi, le cuffie non mi hanno fatto esaltare mentre la cancellazione del rumore si, è qualcosa di magnifico.
bonzoxxx15 Marzo 2017, 22:32 #3
Ho le qc20, con il filo, me le hanno regalate, non le avrei mai prese perchè sono sostanzialmente povero, a livello audio ho sentito di meglio, ma la cancellazione del rumore è tanta, tanta roba, in aereo si può stare anche senza musica, eccezionali. E costose, troppo costose.
Luca198016 Marzo 2017, 08:14 #4
Io ho le QC25 che sono la versione cablata e ne sono assolutamente soddisfatto.
Certo non sono a livello di cuffie HD con amplificatore, ma tra le tante che ho provato solo una Sony da 650 euro mi sembrava nettamente meglio (non ricordo il nome).
X3n016 Marzo 2017, 09:27 #5
forse mi sono perso, ma non ho capito se il noise cancelling può essere tolto o no.
Roberto Colombo16 Marzo 2017, 12:09 #6
@X3n0

Il noise cancelling si accende assieme al Bluetooth e non può essere disattivato da solo
</zero>16 Marzo 2017, 12:28 #7
Sono state un acquisto d'impulso all'apple store verso fine agosto e ne faccio un utilizzo quotidiano sin da allora.

Sicuramente non sono un audiofilo quindi non mi permetto di giudicare quell'aspetto tecnico ma per quanto riguarda il noice canceling sono semplicemente eccezionali. Mi muovo tramite mezzi a Roma (bus, metro e treno) e anche con una melodia più "tranquilla" riescono a rimuovere completamente i rumori di fondo. Anzi consiglio fortemente di guardare copiosamente in tutte le direzioni prima di attraversare perché coprono anche il rumore dell'ambulanza..

Inoltre aggiungo all'articolo un paio di impressioni e feature che non ho visto:

Le cuffie permettono di essere collegate contemporaneamente a due dispositivi (es. cellulare e pc). Tuttavia possono riprodurre un solo dispositivo alla volta, poco male dal momento che è sufficiente mettere in pausa l'audio su uno e far partire l'audio sull'altro per fare lo switch.

Nonostante l'assenza del cavo sono comunque provviste di microfono, ricevere telefonate (o farle) non è assolutamente un problema. In caso di ricezione l'audio si interrompe ed una voce annuncerà il nome del contatto che sta chiamando o il numero se non è presente in rubrica. La chiamata viene presa anche se in quel momento la connessione attiva è un'altra (ad esempio il pc).

Per chi ama la mela le cuffie sono compatibili con siri.

Chiudo con qualche piccolo difetto:

L'assistente vocale italiano è pessimo, sia per la pronuncia che per l'impronta troppo macchinosa. Ho lasciato quello in inglese che è di gran lunga migliore.

Il tastino per l'accensione/pairing è provvisto di molla interna. Se si fa un uso intensivo del cambio dispositivo e quindi ci si trova spesso a smanettare con quella levetta la molla incomincerà a farsi sentire. funziona senza problemi ma è un piccolo difetto che per il costo delle cuffie non mi sarei aspettato.

X3n016 Marzo 2017, 15:11 #8
Originariamente inviato da: Roberto Colombo
@X3n0

Il noise cancelling si accende assieme al Bluetooth e non può essere disattivato da solo


Ok, quindi le escludo completamente da acquisti futuri.
Il noise canceling è una funzione figa, soprattutto se di alta qualità come quello di bose... però non disinseribile proprio no.
Neofreedom16 Marzo 2017, 18:43 #9
Forse queste potrebbero andare bene l'ACN lo puoi disabilitare on/off se ho letto bene

https://www.beoplay.com/products/beoplayh9

jepessen17 Marzo 2017, 08:52 #10
Originariamente inviato da: X3n0
Ok, quindi le escludo completamente da acquisti futuri.
Il noise canceling è una funzione figa, soprattutto se di alta qualità come quello di bose... però non disinseribile proprio no.


Non so queste, ma le mie QuietComfort 20 hanno la modalita' Aware: un pulsante che se premuto riduce la cancellazione del rumore sulle medie frequenze, permettendoti di parlare con le persone e sentire un po' di rumori ambientali. Non e' una disattivazione completa comunque. Tieni conto che la circuiteria noise cancelling entra nel giro del segnale in maniera attiva e non e' possibile bypassarlo, quindi molte cuffiie/in era con noise cancelling semplicemente non si sentono a circuito disattivato... Non e' una giustificazione, piu' una spiegazione (sempre le mie 20 funzionano anche con circuito spento anche se si sente che la qualita' del suono cambia parecchio. Piu' un palliativo nel caso uno si scordi di ricaricare la batteria che una modalita' a se stante).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^