Sony MDR-1000x: musica senza fili e senza rumore

Sony MDR-1000x: musica senza fili e senza rumore

Sony MDR-1000X. Si tratta di cuffie con padiglione circumaurale chiuso, dotate di active noise cancelling digitale e connettività Bluetooth per l'ascolto di musica senza fili. Sony ha lavorato per offrire una migliore cancellazione dei rumori esterni rispetto al modello precedente su tutte le frequenze, ottimizzando sia l'eliminazione dei rumori a bassa frequenza sia quelli alle frequenze più alte

di Roberto Colombo pubblicato il nel canale Audio Video
Sony
 

Sony MDR-1000X: Noise Cancelling e Bluetooth per musica in movimento

Le cuffie noise cancelling hanno avuto uno impennata negli ultimi tempi in termini di successo e gradimento da parte degli utenti. Assistiamo alla presentazione di nuovi modelli con una frequenza ben più alta che in passato e marchi che prima utilizzavano questa tecnologia solo sui modelli top di gamma hanno cominciato a differenziare l'offerta, venendo incontro a chi vuole isolarsi dai rumori esterni pur senza spendere una fortuna.

Sony è uno di quei marchi che nel settore ha una grande esperienza e tra i primi a mettere sul mercato cuffie e auricolari con cancellazione attiva e digitale del rumore. Il produttore giapponese quest'anno ha sfruttato la vetrina offerta da IFA per presentare le sue nuove top di gamma nel segmento ANC (Active Noise Cancelling), le cuffie Sony MDR-1000X. Si tratta di cuffie con padiglione circumaurale chiuso, dotate di active noise cancelling digitale e connettività Bluetooth per l'ascolto di musica senza fili. Sony ha lavorato per offrire una migliore cancellazione dei rumori esterni rispetto al modello precedente su tutte le frequenze, ottimizzando sia l'eliminazione dei rumori a bassa frequenza sia quelli alle frequenze più alte.

Per molti audiofili la connessione senza fili è sinonimo di minore qualità, ma la presenza del supporto al protocollo di trasporto LDAC dovrebbe convincere anche gli appassionati dei formati Hi-Res. Si tratta di un protocollo proprietario Sony, compatibile con alcuni prodotti della gamma del marchio nipponico. La presenza del supporto alla tecnologia aptX (presente su centinaia di prodotti di molti marchi differenti) rende in ogni caso utilizzabile la connessione Bluetooth anche per l'ascolto di brani con qualità 48kHz/16bit LPCM. Visto che una delle destinazioni d'uso di queste cuffie è la mobilità, situazione in cui spesso non è possibile apprezzare la massima qualità di ascolto, le due tecnologie risultano più che sufficienti per godere di buona musica anche in movimento e liberi dai cavi.

Sony MDR-1000X sanno però dire la loro anche in situazioni più controllate, laddove le differenze di qualità sono più apprezzabili. Sono infatti utilizzabili via cavo (fornito in confezione un cavo in rame oxigen-free con spinotto placcato oro) sia accese, sia spente con sensibilità 103 dB/mW (1 kHz) (se si esegue la connessione tramite il cavo delle cuffie con l’unità accesa), 98 dB/mW (1 kHz) (se si esegue la connessione tramite il cavo delle cuffie con l’unità spenta). L'impedenza è rispettivamente di 46 e 14 ohm (1 kHz). Le cuffie utilizzano driver da 40 mm con diaframma in polimeri di cristalli liquidi e dichiarano una risposta in frequenze pari a 4Hz-40.000Hz.

Le specifiche promettono bene, ma come si comportano queste cuffie? Nel video qui sotto trovate tutte le nostre impressioni sulle nuove Sony MDR-1000X. Sintetizzando, hanno un profilo nativo abbastanza neutro e sopportano al meglio anche equalizzazione molto 'cattive' sia per gli amanti dei bassi, sia per quelli dei toni squillanti. Le funzioni di cancellazione del rumore sono uno dei principali punti di forza di queste cuffie: non solo il noise cancelling è davvero efficace in molte situazioni d'uso, ma la possibilità di reintrodurre il rumore - per l'uso in strada o momentaneamente solo per ascoltare gli annunci di stazioni e aeroporti, oppure ancora selettivamente per migliorare la percezione delle voci - rappresenta una funzionalità dai risvolti interessanti nell'uso quotidiano.

A livello di ergonomia, sono leggere e abbastanza confortevoli, molto più leggere delle Parrot Zik 3 che abbiamo provato qualche tempo fa. I padiglioni sono morbidi, anche se forse la pelle sintetica 'scalda' un po' troppo, senza però sfociare in un fastidio evidente. Per il trasporto i padiglioni si appiattiscono e le cuffie sono ripiegabili nella custodia semirigida fornita in dotazione. L'autonomia è di circa 20 ore e la ricarica avviene tramite la porta micro USB. Soddisfano meno nell'uso per le chiamate telefoniche, dove la qualità della telefonata, soprattutto per quanto riguarda ciò che viene udito dal nostro interlocutore, potrebbe essere migliore. Il costo è forse il principale difetto, visto che il listino è di 400 euro tondi tondi, un po' più alto di soluzioni di pari livello (anche se accreditate di una risposta in frequenze più limitata).

[HWUVIDEO="2213"]Sony MDR-1000X: Noise Cancelling e Bluetooth per musica in movimento[/HWUVIDEO]
  • Articoli Correlati
  • Parrot Zik 3: via il rumore, resta solo il piacere della musica Parrot Zik 3: via il rumore, resta solo il piacere della musica La terza generazione delle cuffie Zik di Parrot unisce il riuscito design di Philippe Starck e il cuore audio del secondo modello ad alcune migliorie funzionali ed ergonomiche. Il risultato è un paio di cuffie circumaurali a cancellazione attiva del rumore in grado di soddisfare diverse esigenze di ascolto. La versione con finitura rossa in finta pelle di coccodrillo è certamente (assieme a quella verde smeraldo) una di quelle che maggiormente si fa notare. SI tratta di cuffie wireless Bluetooth con sistema ANC di cancellazione attiva del rumore
1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jazz11306 Dicembre 2016, 19:43 #1
Io non so, ma a me il design sembra strano... Perché mettono il logo sony sopra gli altoparlanti?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^