YouTube, video in definizione standard per non congestionare la rete

YouTube, video in definizione standard per non congestionare la rete

Youtube trasferirà tutto il traffico sulle reti europee alla definizione standard in modo predefinito per ridurre la congestione della rete Internet dovuta alle molte persone confinate in casa a causa della pandemia di Coronavirus.

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Audio Video
YouTube
 

Anche Youtube, dopo Netflix, ha annunciato che ridurrà la qualità dello streaming dei contenuti in Europa per evitare di mettere sotto pressione la rete Internet con migliaia di europei costretti a casa (e di conseguenza per svago, lavoro o studio, molto di più sul web) dalle misure restrittive per limitare la diffusione del Coronavirus.

"Ci impegniamo a trasferire temporaneamente tutto il traffico sulle reti europee alla definizione standard in modo predefinito e continueremo a lavorare con i governi degli Stati membri e gli operatori di rete per ridurre al minimo lo stress sul sistema, offrendo al contempo una buona esperienza agli utenti", ha affermato un portavoce di Google puntualizzando però che YouTube ha registrato solamente "alcuni picchi di utilizzo" in questo periodo.

Youtube e Netflix hanno risposto positivamente alla richiesta del Commissario europeo Thierry Breton, rivolta alle piattaforme di contenuti multimediali, di trasmettere in qualità standard e non in alta definizione per permettere una vera e propria "prevenzione sulla congestione di Internet". Diversi provider di telecomunicazioni europei hanno segnalano picchi nel traffico dati negli ultimi giorni. "Abbiamo registrato un aumento del traffico Internet di oltre il 70% sulla nostra rete fissa, con un grande contributo da giochi online come Fortnite", aveva dichiarato l'amministratore delegato di Telecom Italia Luigi Gubitosi agli analisti.

Anche Massimo Carboni, dirigente del Dipartimento Infrastrutture di GARR, la rete italiana dell'istruzione e della ricerca, spiega all'ANSA che "l'accesso degli studenti agli streaming video delle lezioni e ai contenuti online ha generato nell'ultima settimana un aumento del traffico in upload del 60% rispetto alla media annuale". Ovviamente bisogna tenere conto che molte scuole non viaggiano sulla rete GARR.

Intanto la Commissione Europea e il BEREC - Body of European Regulators for Electronic Communications - si stanno muovendo per far fronte alla situazione: hanno preparato una procedura di gestione del traffico di rete che gli operatori devono seguire in questo momento delicato. I due enti autorizzano gli operatori ad applicare "misure eccezionali di gestione del traffico" per garantire l'accesso a tutti gli utenti alla rete Internet.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Axios200620 Marzo 2020, 13:47 #1
Al momento in cui scrivo, YouTube funziona ancora in 1080 senza limitazioni di sorta.

Pensassero a chiudere le frontiere e dare soldi agli stati visto quanto l'Italia versa ed ha versato. Anziché austerity e ingrassare le tasche di Francia e Germania. E svendere le industrie europee a Cina ed India.
megamitch20 Marzo 2020, 13:48 #2
Corretto, con l'esplosione del telelavoro causa pandemia la rete deve funzionare alla grande per poter continuare a produrre ricchezza.

Almeno il servizio resta universalmente fruibile ma ne giovano tutti.
Manolo De Agostini20 Marzo 2020, 14:04 #3
Originariamente inviato da: Axios2006
Al momento in cui scrivo, YouTube funziona ancora in 1080 senza limitazioni di sorta.


Diamogli un attimo di tempo
TheZeb20 Marzo 2020, 14:18 #4
Più che Youtube.. Pornhub ...
D4N!3L320 Marzo 2020, 14:45 #5
Non ho capito se impediscono di andare oltre la risoluzione standard o se sarà ancora possibile ma ci sarà la standard di default.

Se fosse vera la prima vuol dire stop a tutti i tutorial e compagnia bella, in bassa risoluzione è impossibile vedere i dettagli.

Se serve ad evitare la congestione delle reti comunque ben venga...


...certo potevano chiudere Fortnite magari, ma forse avrebbe generato troppi suicidi.
pabloski20 Marzo 2020, 15:05 #6
Originariamente inviato da: Axios2006
e ingrassare le tasche di [S]Francia e Germania[/S]


degli oligarchi globalisti, parassiti finanziari, imprenditori per modo di dire, ciuccia-soldi pubblici e bancarottieri seriali

sennò la gente pensa che il peon tedesco o francese mangia e beve aggratis

qua invece siamo tutti derubati dal tasso di sconto, dalla riserva frazionaria e dalle banche centrali privatizzate
giovanbattista20 Marzo 2020, 15:07 #7
Originariamente inviato da: Axios2006
Al momento in cui scrivo, YouTube funziona ancora in 1080 senza limitazioni di sorta.

Pensassero a chiudere le frontiere e dare soldi agli stati visto quanto l'Italia versa ed ha versato. Anziché austerity e ingrassare le tasche di Francia e Germania. E svendere le industrie europee a Cina ed India.


le cose si sono evolute, sicuramente da pdv economico, in meglio
la Lagarde dopo essersi resa conto delle cazzate sprigionate dalla sua bocca (a questo punto che sia dotata di cervello è una opzione non contemplabile) ha fatto una inversione ad U.

Il problema come sempre rimane la totale impunità di tutta la classe politica e manageriale ad alto livello, la quale non paga mai per le i loro sbagli....io sono anni che lo dico, visti gli stipendi, a quesi livelli devi avere una sorta di assicurazione personale contro i danni che puoi provocare, ovviamente che non rientri come spese aggiuntive
pabloski20 Marzo 2020, 15:07 #8
E ringraziate gli incumbent, privati in regime di monopolio, che non hanno investito un'acca nel potenziamento della rete. In compenso hanno macinato utili, ma generando miliardi di debiti per le società da loro gestite.

Al che verrebbe da chiedersi in quali tasche sono finiti tutti questi soldi. Sicuramente una parte in Patagonia, dove sono stati utilizzati per rubare ( ops comprare ) le terre dove abitavano gli indios Mapuche, ignobilmente cacciati a pedate.

E poi i servi di questi campioni ( come un certo fotografo anti-Salvini ) vanno ( andavano a quanto pare ) in giro a fare gli accoglioni ( a parole ovviamente e col sedere degli altri ).
fra5520 Marzo 2020, 16:40 #9
Originariamente inviato da: pabloski
E ringraziate gli incumbent, privati in regime di monopolio, che non hanno investito un'acca nel potenziamento della rete. In compenso hanno macinato utili, ma generando miliardi di debiti per le società da loro gestite.

Al che verrebbe da chiedersi in quali tasche sono finiti tutti questi soldi. Sicuramente una parte in Patagonia, dove sono stati utilizzati per rubare ( ops comprare ) le terre dove abitavano gli indios Mapuche, ignobilmente cacciati a pedate.

E poi i servi di questi campioni ( come un certo fotografo anti-Salvini ) vanno ( andavano a quanto pare ) in giro a fare gli accoglioni ( a parole ovviamente e col sedere degli altri ).


Chi sarebbe il fotografo?
pabloski20 Marzo 2020, 17:12 #10
Originariamente inviato da: fra55
Chi sarebbe il fotografo?


Il mitico che disse chissenefrega se casca un ponte o due. L'amico dei Benetton.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^