VESA, nuovi parametri di test per la certificazione DisplayHDR e presentato il primo monitor DisplayHDR 1400

VESA, nuovi parametri di test per la certificazione DisplayHDR e presentato il primo monitor DisplayHDR 1400

L'iter per il riconoscimento per la certificazione DisplayHDR si aggiorna e diventa DisplayHDR 1.1 introducendo in fase di test nuovi parametri. Lo standard DisplayHDR 1400, destinato al mondo dei display professionali vanta un aumento del 40% della luminosità e una riduzione del livello di nero di 2,5 volte rispetto al livello DisplayHDR 1000

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Audio Video
VESAASUS
 

VESA, ovvero la Video Electronics Standards Association, ha presentato alcune novità per quanto riguarda la certificazione DisplayHDR, da una parte aggiornando con specifiche più rigide il processo di test per l'assegnazione del titolo, dall'altra offrendo un nuovo standard di riferimento dedicato al settore dei display professionali.

L'iter per il riconoscimento per la certificazione DisplayHDR si aggiorna e diventa DisplayHDR 1.1 introducendo in fase di test nuovi parametri al fine di garantire all'utente finale un maggior controllo sui qualità dell'immagine ed in generale performance di un display: le aziende possono già iniziare a certificare i propri display in base alle nuove specifiche DisplayHDR 1.1, detto questo VESA continuerà a consentire la certificazione dei prodotti in base al precedente DisplayHDR 1.

"Da quando abbiamo lanciato le specifiche del test di conformità DisplayHDR circa due anni fa, i produttori di display hanno compiuto progressi eccellenti nel perfezionamento delle prestazioni e delle capacità dei loro display HDR oltre a quanto originariamente definito nello standard. Per rappresentare i vantaggi che l'ecosistema di visualizzazione ha realizzato quella volta, VESA ha aggiornato lo standard DisplayHDR con metriche di prestazione sostanzialmente più rigorose", ha dichiarato Roland Wooster, presidente del gruppo di attività VESA, responsabile di DisplayHDR e rappresentante dell'associazione Intel Corporation per la tecnologia di visualizzazione HDR "Mentre i sistemi che hanno già ricevuto la certificazione DisplayHDR in base alle specifiche 1.0 esistenti non sono tenuti a ricertificare i propri prodotti con DisplayHDR versione 1.1, crediamo che molti dei sistemi che hanno superato le specifiche originali passeranno anche alle nuove specifiche 1.1. In futuro, prevediamo che la maggior parte dei nuovi dispositivi sarà certificata con DisplayHDR 1.1, il che si tradurrà in un'esperienza HDR ancora maggiore e più performante per i consumatori"

Insieme alla nuova certificazione sopra descritta, VESA ha voluto introdurre anche un nuovo livello di prestazioni identificato con lo standard DisplayHDR 1400 destinato al mondo dei display pensati per la creazione di contenuti professionali: un aumento del 40% della luminosità e una riduzione del livello di nero di 2,5 volte rispetto al livello DisplayHDR 1000, aumentando così l'intervallo di contrasto del 350%.

Più rigidi anche i requisiti di prestazione della gamma di colori, si passa dal 90% al 95% per DCI-P3-D65 e troviamo anche un nuovo parametro per quanto riguarda la luminosità fissato a quota 900 nits per test a lunga durata (30 minuti) a schermo intero.

Prima azienda a presentare un monitor basato su questo nuovo standard DisplayHDR 1400 è stata ASUS, Vincent Chiou, vicepresidente associato della Business Unit Display ha commentato:

"Come produttore di lunga data di importanti display professionali, ASUS sa che l'accuratezza visiva e le prestazioni stabili e affidabili sono fondamentali per i creatori di contenuti. Con l'ultimo standard DisplayHDR 1400, VESA offre un nuovo livello di realismo del display, offrendo ai creatori un nuovo modo di vedere i loro contenuti e dare vita ai loro progetti. Fornire prestazioni HDR a questo livello è difficile, quindi siamo entusiasti e orgogliosi di presentare ASUS ProArt Display PA32UCG, il primo monitor DisplayHDR 1400 pre-certificato al mondo"

Per maggiori informazioni su questi nuovi contenuti VESA vi invitiamo a consultare l'intero comunicato nel quale sono elencate tutte le singole specifiche tecniche, con particolar riferimento ai nuovi test per la certificazione DisplayHDR 1.1. e la pagina dedicata al mondo DisplayHDR con tutti i dettagli per produttori e consumatori.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Maxt7505 Settembre 2019, 15:06 #1
Come si sposa questa ricerca spasmodica a chi è più luminoso, con il benessere delle nostre retine ? Se tra 5 anni dovrò stare al PC con gli occhiali da sole, allora tanto vale che la cosa si arresti seduta stante
nickname8805 Settembre 2019, 15:25 #2
Originariamente inviato da: Maxt75
Come si sposa questa ricerca spasmodica a chi è più luminoso, con il benessere delle nostre retine ? Se tra 5 anni dovrò stare al PC con gli occhiali da sole, allora tanto vale che la cosa si arresti seduta stante

Pensa che c'è gente che afferma di poter usare un monitor fisso in modalità HDR con picchi da 1600nits e che quella degli occhiali da sole sia una battuta.

La corsa alla luminosità è più un tentativo di compensare la mancanza degli LCD sul nero rispetto agli OLED, aldilà della scusa della saturazione dei colori, così come il local dimming che non fa altro che dar vita a monitor di spessore mastodontiche.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^