Samsung EU Forum 2020, arrivano sul mercato i televisori 8K: quasi 12 mila euro per il top di gamma

Samsung EU Forum 2020, arrivano sul mercato i televisori 8K: quasi 12 mila euro per il top di gamma

Presentata la lineup completa dei televisori che Samsung porterà sul mercato in questo 2020. Il fiore all'occhiello è il modello Q950TS, 8K in tagli da 65", 75" e 85". Ma non mancano tanti modelli 4K e l'insolito The Sero, il televisore verticale

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Audio Video
SamsungQLED
 

Le tecnologie e le intenzioni erano già state annunciate al CES di Las Vegas, mentre invece è il Mediterranean Conference Center di Malta, sede del Samsung EU Forum 2020, dove si toccano con mano le novità della gamma televisori 2020 che Samsung porterà prestissimo sul mercato, anche quello italiano.

A tenere banco è, prevedibilmente, il televisore Q950TS: un QLED 8K (7680x4320) che verrà proposto nelle diagonali da 65", 75" e 85" e rappresenta il fiore all'occhiello della proposta Samsung per il 2020. Ne avevamo già parlato, appunto, in occasione del CES di Las Vegas, e confermiamo quindi tutte le sue caratteristiche distintive. Si parte dalla tecnologia che Samsung chiama "Infinity Screen", e che permette di realizzare un rapporto screen-to-body del 99% per una elevata esperienza di visione: in altri termini posizionandosi a 10-15 metri di distanza non si percepirà la presenza delle cornici. Cornici che hanno uno spessore di appena 2,3 millimetri, mentre lo spessore dell'intero televisore è di soli 15 millimetri: una combinazione di fattori che permette di installare il televisore a parete quasi senza soluzione di continuità.

Veniamo a qualche dato più interessante: Samsung ci ha confermato un picco di luminanza che dovrebbe andare a raggiungere i 4000 nits (speriamo di verificarlo quanto prima) che rappresenta un incremento del 20% rispetto ai valori della gamma dell'anno precedente. Un valore che si ottiene grazie alla retroilluminazione ottenuta con un Full LED Array con Local Dimming, coadiuvata dalla tecnologia Local Power Distribution che si occupa di gestire in maniera precisa la potenza fornita a ciascun led. Per quanto riguarda il versante audio troviamo 6 speaker integrati per una configurazione da 4.2.2 canali. Le connessioni del televisore vengono gestite invece tramite l'One Connect Box, un dispositivo esterno che si collega al televisore tramite un solo cavo che fornisce anche l'alimentazione.

Sotto la scocca si trova il nuovo AI Quantum Processor 8K che, tramite tecnologie di AI e deep-learning, offre capacità di upscaling con analisi dei singoli pixel, e che permette di adattare i contenuti a più bassa risoluzione per la visione su un pannello 8K di grandi dimensioni. Molto interessante sulla carta è la funzionalità Adaptive Picture che promette di ottimizzare lo schermo alle condizioni ambientali, oltre ad analizzare la distribuzione della luce all'interno della scena così da rispettare il contrasto dell'immagine anche in ambienti luminosi. 

"Sì, ma cosa ci guardo?" In attesa che un maggior numero di contenuti 8K arrivino sul mercato, con il nuovo Q950T si potranno vedere i video 8K di YouTube grazie al supporto del codec AV1, oltre che ovviamente i video realizzati con il recente Galaxy S20, sempre della stessa Samsung.

Volete sapere i prezzi? Sedetevi: in virtù di una primizia tecnologica di questa portata i prezzi sono ovviamente elevati. Devono essere ancora formalizzati per il mercato italiano, ma indicativamente si parla di €5.999,00, €7.999,00 e €11.999,00 rispettivamente per le tre diagonali 65", 75" e 85". In commercio troveremo più avanti la serie Q900T che si differenzia per uno spessore maggiore - parliamo di circa 2,5 centimetri - e e per la mancanza di One Connet Box: le dimensioni confermate sono di 65" e 75", mentre i prezzi sono ancora in fase di definizione. Restano invariate tutte le altre caratteristiche.

La linea Q800T è invece la proposta più accessibile (o forse meglio dire meno proibitiva) di Samsung per il mondo 8K. Abbiamo innanzitutto un numero maggiore di modelli - si aggiungono quelli da 55" e da 98" oltre alle dimensioni già indicate per Q950T, mentre il modello da 85" viene sostituito da un 82"- e anche in questo caso l'assenza dell'One Connect Box. I prezzi si dovrebbero aggirare sui €2.999,00 per il modello da 55", per poi salire a €3.999,00, €5.499,00 e €6.999,00 per i modelli da 65", 75" e 82" mentre non è noto il prezzo per il 98". A cosa dobbiamo rinunciare come contropartita per i prezzi un po' più bassi? Al picco di luminanza: per questa serie è fissato sui 2000 nits.

Non solo 8K ovviamente. L'azienda coreana ha presentato anche una nutrita rassegna di televisori con risoluzione UltraHD 4K divisi in varie serie e ciascuna con diversi "tagli". Le serie Q95T, Q90T e Q80T sono tutte accomunate dalla tecnologia di retroilluminazione Full LED Array Local Dimming (con picco di luminanza di 2000nit per la prima e di 1500 nit per le altre due), mentre la serie Q70T e Q60T hanno retroilluminazione LED Edge e tecnologia Dual LED. Prezzi? Rispettivamente in ordine di citazione saranno indicativamente di 2199, 1299, 1199 e 699 Euro. E ci sono proposte ancora più accessibili, con pannelli LCD, che vanno sotto la linea Crystal UHD: i modelli TU8500, TU8000 e TU7100 sono tutti 4K, con tecnologia Dual LED, avranno però picchi di luminanza inferiori (quindi niente HDR) e supportano gli assistenti vocali.

Ad accomunare tutti i televisori vi sono poi tante interessanti novità anche per il comparto audio, che vanno sotto il nome di Q-Symphony, Object Tracking Sound+ e Active Voice Amplifier. Lo scopo è quello di realizzare una scena sonora che sia la più coinvolgente ed immersiva possibile con l'ambizione di regalare un'esperienza di intrattenimento simile a quella del cinema, grazie anche ai diffusori presenti su ogni lato del display e al subwoofer posizionato posteriormente. Active Voice Amplifier per esempio regola il volume del dialogo in relazione a suoni frequenti come può essere quello di un frullatore o di un aspirapolvere. Object Tracking Sound+ utilizza un software basato sull'IA per far corrispondere l’audio con il movimento degli oggetti sullo schermo, Q950 è in grado di fornire un suono surround a 5.1 canali, nitido e chiaro. Inoltre si segnala che Q950 è l'unico in grado di utilizzare i suoi altoparlanti integrati come canale audio aggiuntivo quando è collegato ad una soundbar della Serie Q 2020 come Q800: in questo caso Q-Symphony unisce l'audio di entrambi i dispositivi per creare un ambiente sonoro dinamico e multidimensionale.

La linea di QLED TV 8K 2020 di Samsung offre una gamma di funzionalità smart powered by Tizen, che semplificano l'utilizzo di comandi vocali e l'accesso a nuove opzioni come Tap View, Digital Butler e Samsung Health. I nuovi televisori QLED 8K di Samsung saranno inoltre pienamente rispondenti ai requisiti di 8K Association’s Certified Test Specifications così come della CTA 8K Ultra HD Display Definition. La linea QLED 8K è tra le prime sul mercato a supportare la riproduzione di contenuti 8K nativi con supporto al codec AV1. Il colosso coreano sta lavorando con partner come YouTube per creare canali streaming di contenuti 8K nativi.

Arriverà poi sul mercato anche il particolarissimo The Sero, il televisore "ruotabile" motorizzato che permetterà di fruire comodamente dal divano di casa (o nella stanza dei ragazzi) contenuti in verticale. Lo avevamo già visto al CES, e ora sappiamo che arriverà sul mercato ad un prezzo che si aggirerà attorno ai 1499 Euro. Per Samsung The Sero rappresenta il tentativo di riavvicinare (o avvicinare) le nuove generazioni al televisore, un dispositivo che proprio tra i giovani non ha appeal: basti pensare che il 30% circa dei contenuti consumati dai millenials avviene tramite dispositivo mobile, e il 95% di questi sono contenuti verticali. Insomma, The Sero rappresenta il fulcro di una strategia di ricambio generazionale per Samsung, in vista del pubblico di domani.

The Sero è dotato di pannello QLED da 43 pollici e integra un sistema di diffusori 4.1 con potenza di 60W. Sero sarà inoltre compatibile con AirPlay 2 e permetterà quindi di effettuare lo streaming di contenuti direttamente da anche iPhone, oltre ovviamente al supporto di Android: è interessante notare a questo proposito che solamente con la linea di Smartphone Galaxy sarà possibile ruotare lo schermo di The Sero semplicemente muovendo il telefono.

Ci saranno poi novità anche per The Frame, la linea di televisori con cornici personalizzabili che possono essere appesi alla parete e sembrare veri e propri quadri. A partire dalla funzionalità basata sull'intelligenza artificiale che permetterà di individuare e suggerire quali dipinti mostrare una volta in modalità "quadro" secondo le preferenze dell'utente. Ma non solo: Samsung prevede pre il 2020 due nuovi "tagli" per The Frame andando quindi ad ampliare la linea. Da un lato la versione a 32 pollici e dall'altro quella a 75 pollici, quest'ultima forse però sarà esclusa dal mercato italiano. Pannelli QLED, illuminazione LED Edge, tecnologia Dual LED e risoluzione 4K sono i connotati salienti di questa linea. Anche in questo caso i prezzi sono in fase di definizione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7718 Febbraio 2020, 10:25 #1
Fuffa inutile.
al13518 Febbraio 2020, 14:08 #2
QLED imbarazzanti... forse un po' meglio di quelli della passata gen ma OLED tutta la vita.
più lg/panasonic/sony meno samsung
demon7718 Febbraio 2020, 17:15 #3
Originariamente inviato da: al135
QLED imbarazzanti... forse un po' meglio di quelli della passata gen ma OLED tutta la vita.


Andiamoci piano su sta cosa degli OLED.
Sono molto fighi in determinati usi ma non penso siano "il top" in senso assoluto.

In particolare gli OLED hanno il difetto di contrastare eccessivamente l'immagine e produrre colori troppo forti, falsando di fatto la visione.
al13518 Febbraio 2020, 18:37 #4
Originariamente inviato da: demon77
Andiamoci piano su sta cosa degli OLED.
Sono molto fighi in determinati usi ma non penso siano "il top" in senso assoluto.

In particolare gli OLED hanno il difetto di contrastare eccessivamente l'immagine e produrre colori troppo forti, falsando di fatto la visione.


ma che c'entra, vanno calibrati, come tutti. al meglio della calibrazione risultano migliori dei led in genere.
solitamente negli iperstore li buttano a contrasto a mille per catturare l'immagine di chi guarda, a me piace piu ricalibrarli e mettere una visione piu naturale
sigmun19 Febbraio 2020, 01:59 #5
Gli OLED - al momento -garantiscono un livello del nero praticamente imbattibile, i colori vanno tarati come per ogni altro dispositivo di visualizzazione, se davvero si vuole usufruire di un visione naturale.
In prospettiva invece i Quantum Dot Led - comunque vengano chiamati dai vari produttori promettono un nero quasi altrettanto profondo, ma sopratutto una luminosita' di picco ( in prospettiva HDR ) superiore.
Come detto ,in prospettiva , al momento gli OLED globalmente sono ancora superiori.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^