Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Come funziona la tecnologia Mini LED dei TV? Eccola senza veli!

Come funziona la tecnologia Mini LED dei TV? Eccola senza veli!

Cosa succede se si toglie il pannello LCD di un televisore? Si mette in mostra la retroilluminazione! In questo video vi mostriamo come la tecnologia si è evoluta in casa TCL dai TV con global dimming, ai FALD fino ad arrivare ai Mini LED da 5.000 zone di controllo

di pubblicata il , alle 16:12 nel canale Audio Video
TCL
 

Come funziona esattamente la tecnologia Mini LED e quali sono le differenza con le 'vecchie' tecnologie Edge LED, Global Dimming e FALD? Ecco una domanda che spesso ci ponete e a cui possiamo finalmente rispondere con un video esplicativo. L'occasione di questo video è stato un seminario tecnico organizzato da TCL a Varsavia per la presentazione di tutta la gamma dei televisori di grande formato (85 e 98 pollici), in cui una stanza è stata allestita con diverse generazioni di telvisori 'senza veli', ossia con il pannello LCD rimosso e la retroilluminazione in bella vista.

Tecnologia Mini LED senza veli

I primi televisori LED LCD, assieme alla gran parte dei modelli entry level ancora oggi in commercio, sfruttano la tecnologia Edge LED, in cui una striscia LED posta nella cornice del televisore offre la fonte di retroilluminazione per tutto il pannello LCD, tramite un sistema che ne diffonde la luce. La prima evoluzione di questa tecnologia è stata quella che caratterizza i TV a retroilluminazione diretta, in cui io LED sono posti sul piano posteriore al pannello e lo illuminano direttamente: nella versione global dimming la luminosità dei LED viene gestita in un unico gruppo, senza zone differenziate.

La tecnologia Full Array Local Dimming - FALD - permette invece di regolare l'intensità della retroilluminazione a zone, in base alle immagini che si compongono sul pannello LCD: laddove ci sono toni chiari la retroilluminazione è posta al massimo, mentre viene ridotta o spenta nelle porzioni dell'immagine in cui devono essere riprodotti toni scuri o il nero. Naturalmente laddove ci sono bruschi passaggi tonali il televisore deve operare alcuni compromessi, visto che in genere nei FALD le zone di controllo sono poche, nell'ordine al massimo delle decine.

TV TCL diverse tecnologie di retroilluminazione senza veli: global dimming, Full Arrary Local Dimming e Mini LED

Nei televisori Mini LED assistiamo a una grande moltiplicazione dei LED di retroilluminazione con la possibilità quindi di aumentare il numero delle zone di controllo e di seguire in modo più preciso i toni dell'immagine finale. Nelle ultime iterazioni della tecnologia in casa TCL siamo arrivati a superare le 5.000 zone: come potete vedere dal video, anche solo dalla gestione della retroilluminazione è possibile intuire qual è l'immagine che poi il pannello LCD andrà a comporre.

L'evoluzione della tecnologia non si basa però solo sul numero di LED, ma anche sulla loro tecnologia costruttiva. I nuovi televisori della famiglia C95, ad esempio, arrivano a sfoggiare più di 2.000 nit e offrono fino a 2.304 zone di local dimming, sfruttando Mini LED di ultima generazione del tipo Dual Chip 3 PN, in cui ogni fonte luminosa è composta da due LED a 3 giunzioni. Si tratta di LED a fosfori WCG (Wide Colour Gamut) a cui viene aggiunto un ulteriore strato di materiali quantum dot nella regione del verde nel layer di diffusione, posto tra la retroilluminazione e il pannello LCD.

TV TCL Mini LED QLED X95 senza pannello LCD e retroilluminazione in mostra

La famiglia X95 si spinge ancora più in là con la tecnologia adottando i nuovissimi LED Blue Single Chip 6 PN, in grado di produrre picchi di luminanza elevatissimi, grazie alla presenza di 6 giunzioni PN sullo stesso chip. Si tratta di LED che emettono nella regione del blu, con materiali quantum dot per la conversione del rosso e del verde all'interno dello strato di diffusione. I LED sono disposti su una matrice di 5.184 zone di controllo (96x54) e possono produrre picchi di luminanza fino a 5.000 nit per brevi periodi, arrivando a picchi sostenuti di 2.000 nit, con la possibilità di emettere 800 nit sul bianco al 100% dello schermo.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Max Power01 Dicembre 2023, 19:59 #1
Per certi versi i TV sono maggiormente sviluppati rispetto ai monitor PC.

La cosa non mi garba molto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^