Dyson Pure Humidify + cool: pulisce, sposta e umidifica l'aria di casa

Dyson Pure Humidify + cool: pulisce, sposta e umidifica l'aria di casa

Assolve 3 funzioni in un singolo prodotto Dyson Pure Humidify + cool: è un ventilatore che fa circolare l'aria di casa in diverse modalità donando refrigerio quando la temperatura è elevata. E' un umidificatore, utile in inverno per rendere l'aria meno secca; più di tutto è un purificatore, che filtra l'aria rimuovendo gli odori e le tante particelle non visibili ma pericolose che la inquinano

di pubblicato il nel canale Elettrodomestici
Dyson
 

L'acquisto di un purificatore d'aria per la propria abitazione viene tipicamente portato a termine per dare risposta a due necessità d'uso ben specifiche: la prima è quella di purificare l'aria del nostro ambiente domestico, soprattutto se viviamo in un contesto cittadino nel quale il tasso d'inquinamento è mediamente più alto. La seconda è quella di ventilare l'ambiente, così che l'aria in movimento lo renda più confortevole quando la temperatura sale durante i mesi più caldi e non si sia dotati di un impianto di climatizzazione.

Da tempo Dyson propone sul mercato soluzioni che danno risposta a queste necessità attraverso una serie di ventilatori che integrano filtri per purificare l'aria. L'azienda parla più in generale di sistemi per il trattamento dell'aria, tutti accumunati dalla presenza di filtri e dalla capacità di spostare aria nell'ambiente. Per alcuni modelli è implementata anche la possibilità di scaldare l'aria, utili in inverno per ambienti freddi nei quali si voglia aumentare rapidamente la temperatura per renderli più confortevoli.


Dyson Pure Humidify+Cool

L'ultimo arrivato della famiglia Dyson è Pure Humidify+Cool, un modello che accanto alle funzioni di ventilatore e purificatore d'aria implementa un sistema di umidificazione che permette di regolare il tasso di umidità dell'ambiente così da renderlo maggiormente confortevole in funzione della temperatura presente. Il prodotto umidifica ma non deumidifica: interviene quindi ad aumentare l'umidità di un ambiente secco ma non assorbe l'umidità da uno che ne abbia troppa al proprio interno.

Tutti i ventilatori Dyson tendono a svilupparsi principalmente in verticale, ma nel caso di Pure Humidify+Cool l'altezza complessiva è quasi imponente a motivo della base nella quale è presente la vaschetta di raccolta dell'acqua utilizzata dal circuito dedicato all'umidificazione dell'aria. Il design complessivo riprende quello degli altri prodotti Dyson e spicca per l'assenza di ventole: l'aria viene infatti diffusa ad una velocità sino a 320 litri al secondo attraverso un motore passo-passo senza spazzole, che può passare dalla modalità diffusa a quella ventola semplicemente intervenendo sul piccolo telecomando fornito in dotazione o via dispositivo mobile con la APP Dyson Link.

Il design è uno degli elementi che maggiormente colpisce di questo prodotto, oltre che in generale delle soluzioni Dyson. Pure Humidify+Cool è il tipico prodotto tecnologico che viene mostrato nell'ambiente domestico, non di certo nascosto in un angolo, in quanto contribuisce attivamente all'arredamento di casa.

Controlla in autonomia l'aria di casa

L'installazione di Pure Humidify+Cool richiede pochi minuti: una volta rimosso dalla confezione è necessario montarne i filtri interni, collegare l'alimentatore e riempire di acqua la vaschetta dell'umidificatore. Non serve nessun attrezzo in quanto i diversi componenti si montano a incastro uno con l'altro. Una volta acceso si può procedere con la configurazione della modalità di funzionamento agendo con il telecomando e osservando sul display le modalità, ma risulta molto pratico anche servirsi della APP Dyson Link dal proprio dispositivo mobile.

Da telecomando è possibile comandare accensione e spegnimento, oltre all'impostazione automatica sia della velocità della ventola sia del livello di umidità. Questi due parametri possono essere configurati anche manualmente a seconda delle preferenze dell'utente, come sempre selezionabili manualmente sono le modalità di ventilazione. L'aria infatti viene espulsa in due forme:

  • dalle due bocchette frontali, che possono essere lasciate in posizione fissa frontale oppure ruotate in modo motorizzato di 45° o di 90° (in quest'ultima configurazione anche con un andamento simmetrico che meglio uniforma il flusso d'aria, indicato da Dyson con il termine di brezza);
  • dalla parte posteriore, sfruttando una modalità cosiddetta diffusa che tende a veicolare l'aria in tutto l'ambiente in modo meno direzionale rispetto a quanto accade con le bocchette frontali.


telecomando agganciato magneticamente alla parte superiore del prodotto

E' presente un pulsante che abilita il funzionamento notturno, pensato per chi tiene il prodotto nella camera da letto, oltre ad uno con il quale poter visualizzare da schermo i differenti livelli di polveri rilevate dal dispositivo durante il funzionamento, oltre alla temperatura ambiente e al tasso di umidità. Il telecomando è piccolo, dotato di un attacco magnetico che permette di fissarlo alla parte superiore del ventilatore: in questo modo rimane sempre a disposizione pronto per l'uso, senza il rischio che vada smarrito in casa.

La APP Dyson Link riporta tutte le informazioni che Pure Humidify+Cool rende disponibili dal piccolo display frontale, con il vantaggio di visualizzare i dati anche storici così da analizzarne la loro variabilità nel tempo. E' possibile configurare programmi di accensione e spegnimento del dispositivo, a seconda delle nostre preferenze, che si ripetono su base settimanale replicando individualmente tutti i comandi che sono accessibili da telecomando.

I dati legati alla qualità dell'aria che sono accessibili da APP, tutti con andamento storico, sono una indicazione generale della qualità dell'aria, i valori di PM 2,5 e PM 10, di COV (Composti Organici Volatili), di Diossido di Azoto (NO2), la temperatura ambiente e il livello di umidità. I dati possono essere visualizzati sia come andamento giornaliero, con rilevazioni orarie, sia come valore medio nel corso della giornata e indicazione settimanale.

La tecnologia di Pure Humidify+Cool

Pure Humidify+Cool integra le funzioni di ventilazione, purificazione dell'aria e sua umidificazione: vediamo quali siano le tecnologie implementate per ciascuno di questi elementi.

Ventilazione

Dyson-Pure-Humidify-Cool_720.jpg

Le funzioni di ventilazione vengono gestite attraverso la tecnologia Jet Axis Control, che utilizza due getti per ciascun lato dell'amplificatore d'aria controllati indipendentemente: corrispondono alle due aperture laterali presenti nella parte superiore del prodotto, in grado di ruotare in modo indipendente tra di loro a seconda della modalità di funzionamento scelta dall'utente. Questo approccio di design permette di fornire un raffreddamento diretto utile nei mesi estivi, una modalità di oscillazione con rotazione del flusso d'aria a 45° oppure a 90° rispetto alla posizione del dispositivo, una modalità aria diffusa utile nei mesi invernali o la nuova modalità Breeze, che attraverso un algoritmo è in grado di imitare i flussi d’aria naturali attraverso i barili oscillanti dell’apparecchio per riprodurre quella stessa sensazione di brezza rinfrescante all’interno degli spazi chiusi.

La modalità aria diffusa è stata implementata da Dyson anche in altri prodotti presentati precedentemente sul mercato: quando attivata le due aperture frontali vengono chiuse automaticamente, così che l'aria venga diffusa dalla parte posteriore del prodotto seguendo una direzione che potremmo definire a raggi. In questo modo l'aria viene diffusa in modo più omogeneo all'interno dell'ambiente domestico, senza che il suo spostamento venga percepito in modo così evidente come invece accade nella modalità frontale diretta pur a parità di portata l'aria.

Purificazione

Molto importante, anche in ambiente domestico, è il trattamento dell'aria affinché possa venir purificata. In Pure Humidify+Cool questo viene ottenuto utilizzando dei laser che misurano e rilevano le particelle ultrasottili, mentre un sensore separato rileva la quantità di VOC (composti organici volatili), come benzene e NO2. Un terzo sensore misura l’umidità relativa e la temperatura: tutte le informazioni monitorate, come segnalato, vengono poi mostrate in tempo reale attraverso il display LCD integrato nell'apparecchio oltre che riportate all'interno della APP Dyson Link.

Dyson-Pure-Humidify-Cool_3.jpg

Nove metri di filtri in microfibra di borosilicato condensato e sigillato catturano il 99,95% degli inquinanti ultrasottili fino a 0,1 micron, compresi allergeni, batteri e polline. Il carbone attivo, rivestito con Tris (Trisidrossimetilamminometano) aumenta l’efficienza di assorbimento, rimuovendo gas come NO2 e benzene particolarmente nocivi per l'uomo.

La filtrazione dell'aria ottenuta con il filtro ai carboni attivi si rivela essere una funzione molto utile in casa quando ci cucina: non sono l'aria che respiriamo sarà più pura, ma verranno rimossi gli immancabili odori frutto delle ore passate davanti ai fornelli. E' questa una delle caratteristiche più apprezzate in prodotti di questo tipo, capace di cambiare la qualità della vita in casa quando vi si trascorrono molte ore.

Umidificazione

Con il suo funzionamento Pure Humidify+Cool si prende di fatto cura dell'aria contenuta nei nostri ambienti domestici, purificandola e controllandone il livello di umidità corretto. Per un umidificatore è però importante che l'acqua inserita nell'apparecchio non diventi lei stessa veicolo per la proliferazione di batteri. Per questo motivo Pure Humidify+Cool implementa un sistema a luce UV-C che danneggia i batteri presenti nell’acqua denaturandone il DNA in modo che non possano più moltiplicarsi. Questo processo avviene in un picosecondo (un trilionesimo di secondo), ma necessita di un’esposizione completa alla luce UV-C.

Gli ingegneri Dyson, a seguito di ricerche approfondite per stabilire quale fosse l’esposizione ottimale alla luce UV-C per denaturare i batteri, hanno sviluppato un tubo di PTFE altamente riflettente attraverso il quale si riflette, sull’intera superficie interna, la luce UV-C. Quando l’acqua viene pompata dal serbatoio attraverso questi raggi multipli, la luce UV-C uccide il 99,9% dei batteri presenti nell’acqua già al primo passaggio. Il serbatoio da 5 litri di capacità assicura un funzionamento in umidificazione dell'ambiente sino a 36 ore consecutive, non richiedendo quindi di venir costantemente riempito anche quando l'ambiente ha aria particolarmente secca.

Una volta trattata, l’acqua riempie i collari dell’evaporatore 3D Air-mesh. I fili d’argento sono intrecciati nella faccia superiore e inferiore dell’Air-mesh per creare la sua struttura unica e fornire proprietà biostatiche, inibendo la proliferazione dei batteri sull’evaporatore. Per le sue proprietà biostatiche, l’argento è utilizzato da oltre due secoli in ambito chirurgico, durante i parti, nonché per il trattamento delle ustioni e la disinfezione dell’acqua. All’interno dell’evaporatore, il flusso d’aria purificata viene umidificato in modo igienico dal vapore acqueo rilasciato dall’evaporatore e diffuso nell’ambiente attraverso l’Air Multiplier, rilasciando che la percentuale di umidità dell'aria venga selezionata automaticamente dal dispositivo oppure sia fissata manualmente dall'utente via telecomando o via APP.

Provato sul campo: aria pura per la nostra casa

Installato in ambiente domestico e configurato per operare in modalità automatica, Pure Humidify+Cool opera sornione facendosi a malapena sentire se nel locale non vi sono altre sorgenti di rumore. Nel caso specifico, abbiamo utilizzato il prodotto per alcune settimane in un soggiorno da circa 30 metri quadri di superficie lasciando che in autonomia purificasse l'aria di casa.

Per nostra fortuna l'abitazione utilizzata, nel comune di Luino (VA), è in un ambiente ben diverso per qualità dell'aria da quello delle grandi città: è il tipico luogo, quindi, nel quale un sistema di purificazione dell'aria potrebbe sembrare quasi inutile perché la costante ventilazione e l'assenza di fonti di inquinamento in prossimità garantisce aria esterna pura.


alcune delle informazioni fornite dal display del prodotto

Ma anche in questi contesti Pure Humidify+Cool lavora costantemente, e lo si vede dalle analisi che il prodotto fornisce su base giornaliera e con riepiloghi settimanali: i suoi sensori rilevano un peggioramento della qualità dell'aria all'interno dell'abitazione e questo porta ad un intervento dell'aspirazione più intenso così da meglio filtrare l'aria.

Un esempio pratico è quello di una mattina passata in telelavoro, seguendo le lezioni in didattica remota dei miei figli. Potendo stare a casa ho cucinato del ragù, con il suo profumo e i tipici odori di una cucina che si sono sparsi in tutta la casa. Pure Humidify+Cool si è automaticamente regolato ad una superiore intensità, purificando più aria e rilevando una qualità che si è deteriorata proprio a motivo delle operazioni in cucina. Lo si vede molto bene da quello riportato dalla APP, con un picco a evidenziare il peggioramento della qualità dell'aria corrispondente proprio all'inizio della cottura del ragù seguito ad un progressivo calo a seguito dell'azione filtrante.

Aria quindi più pulita ma anche con meno odori: questo è molto evidente soprattutto quando si cucina e permette di evitare di dover procedere con un ricambio d'aria a finestre aperte molto pratico nella stagione più temperata ma di certo non così gradevole quando le temperature esterne sono più rigide. Da evidenziare inoltre che il prodotto è stato posizionato in soggiorno, non in cucina: i due ambienti comunicano attraverso una porta posta a vari metri di distanza dal purificatore d'aria, ma questo non ha impedito di filtrare l'aria e rimuovere gli odori della cottura da tutta la casa.

L'aver analizzato Pure Humidify+Cool non ha permesso di valutare appieno la sua funzione di ventilazione quando ad un prodotto di questo tipo si richiede di tenere in movimento l'aria nel nostro ambiente domestico offrendo un po' di refrigerio quando la temperatura è molto elevata: così non è nei mesi più freddi come questi. La velocità di spostamento dell'aria è regolabile manualmente a 10 livelli e la possibilità di selezionare modalità di espulsione dell'aria e sua direzione direttamente via telecomando o APP si rileva essere molto comoda.

Particolarmente interessante la modalità brezza, con la quale le due aperture di espulsione dell'aria vengono direzionate con velocità di movimento differente così da non generare un flusso costante ma riprodurre un effetto molto più simile a quello naturale del vento. L'effetto è decisamente gradevole, con una percezione di inferiore intensità in assoluto ma di una superiore diffusione dell'aria attorno a noi così come se ci trovassimo coinvolti in un forte flusso d'aria portata dal vento esterno.

L'umidificatore integrato in Pure Humidify+Cool è il tipico accessorio della cui presenza non ci si accorge: semplicemente funziona, mantenendo l'umidità dell'ambiente su un livello ideale per il benessere di chi vive in casa qualora sia necessario e restando semplicemente in attesa degli eventi quando l'umidità naturale sia già sufficientemente elevata. Il suo beneficio è particolarmente evidente in quelle abitazioni dotate di impianto di riscaldamento convenzionale a radiatori, oppure di ventilconvettori, in grado di incrementare rapidamente la temperatura ma allo stesso tempo di rendere molto secca l'aria interna alla nostra casa.

Da ultimo, una nota sui filtri: si tratta di parti di consumo, che vanno sostituiti dopo un certo periodo di utilizzo. Dalla APP Dyson Link è possibile verificarne la vita residua, dato che varia a seconda del tasso di utilizzo del dispositivo oltre che della qualità dell'aria che viene filtrata. Nel nostro caso l'utilizzo continuativo in automatico ha portato ad un utilizzo del filtro che ne implica la sostituzione dopo circa 1 anno dall'installazione. Il costo del ricambio originale Dyson è di 60€ IVA inclusa, una cifra nel complesso contenuta se pensiamo che questo è l'elemento che garantisce la qualità dell'aria dell'ambiente.

Pure Humidify+Cool è un prodotto decisamente consigliato per chi vuole tenere sotto controllo la qualità dell'aria presente nella propria abitazione. Non è questa una soluzione economica, con un listino di 699€ IVA inclusa, ma rappresenta una scelta definitiva per rispondere alle esigenze di un ambiente domestico nel quale si voglia garantire elevata qualità dell'aria e, in ultima analisi, il benessere di chi lo vive abbinando il tutto ad un design innovativo che caratterizza i nostri ambienti.

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giuvahhh04 Dicembre 2020, 11:58 #1
consumo di corrente?
ziozetti04 Dicembre 2020, 16:56 #2
Originariamente inviato da: giuvahhh
consumo di corrente?

Una volta che hai speso 700 Euro per l'accrocchio credo che il consumo elettrico non sia un problema così sentito...
Wikkle04 Dicembre 2020, 19:44 #3
Tutto bello tutto ok... ma trovo che questi accessori siano completamente inutili, come tutta l' IoT d'altronde.

Accessori nonsense, fatti passare per invenzioni mega rivoluzionarie
astaroth204 Dicembre 2020, 22:00 #4
Se sono rivoluzionari come gli aspirabriciole che spacciano per aspirapolvere posso dire che alla Dyson sono dei fottuti geni. Ricordo quando la Dyson vent'anni fa faceva aspirapolveri senza sacco ed erano fenomenali. Ora ho un v7 che fatica a tirar su un pezzo di noce grande quanto due chicchi di riso. E sono serissimo. Non venite a dirmi di usarlo in modalità turbo perché l'autonomia passa da 30 a 6 minuti.
Marko#8805 Dicembre 2020, 08:27 #5
Originariamente inviato da: astaroth2
Se sono rivoluzionari come gli aspirabriciole che spacciano per aspirapolvere posso dire che alla Dyson sono dei fottuti geni. Ricordo quando la Dyson vent'anni fa faceva aspirapolveri senza sacco ed erano fenomenali. Ora ho un v7 che fatica a tirar su un pezzo di noce grande quanto due chicchi di riso. E sono serissimo. Non venite a dirmi di usarlo in modalità turbo perché l'autonomia passa da 30 a 6 minuti.


Il mio V8 in modalità turbo dura un minuto. Ha due anni e poco più di vita e non è stato usato intensamente: ho il robottino che gira tutti i giorni quindi casa è sempre pulita e uso il Dyson solo per la pulizia più approfondita, tendenzialmente una volta a settimana. Senza parlare della qualità costruttiva a livello delle cinesate di bassa lega.
Prossimo aspirapolvere lo compro cinese, magari dura poco ma almeno lo pago poco...
Bartsimpson06 Dicembre 2020, 07:55 #6
Originariamente inviato da: Marko#88
Il mio V8 in modalità turbo dura un minuto. Ha due anni e poco più di vita e non è stato usato intensamente: ho il robottino che gira tutti i giorni quindi casa è sempre pulita e uso il Dyson solo per la pulizia più approfondita, tendenzialmente una volta a settimana. Senza parlare della qualità costruttiva a livello delle cinesate di bassa lega.
Prossimo aspirapolvere lo compro cinese, magari dura poco ma almeno lo pago poco...


Il V8 non lo conosco ma io ho acquistato da poco il V11 e venivo da un cinese dal marchio abbastanza conosciuto e c'è un abisso di differenza. Nel V11 il vero miglioramento è stato che a velocità media è già molto performante e la durata è sui 40 minuti reali; la modalità turbo invece è esagerata e solo per poter indicare sulla carta la potenza di aspirazione.
Sulla qualità, rispetto ai mille cloni cinesi, è decisamente un altro livello.
Il vero plus è comunque il servizio di assistenza... una spazzola era troppo rumorosa (forse difetto di produzione) e me ne hanno inviata a casa una nuova in 24 ore, senza battere ciglia.
Poi lo rivaluterò in futuro perchè ce l'ho solo da 4 mesi ma trovo che sia molto valida, soprattutto perchè pagata meno di 400 Euro (era in offerta a 499 e ho potuto utilizzare il famoso sconto "single day" su un noto shop).
Marko#8806 Dicembre 2020, 10:05 #7
Originariamente inviato da: Bartsimpson
Il V8 non lo conosco ma io ho acquistato da poco il V11 e venivo da un cinese dal marchio abbastanza conosciuto e c'è un abisso di differenza. Nel V11 il vero miglioramento è stato che a velocità media è già molto performante e la durata è sui 40 minuti reali; la modalità turbo invece è esagerata e solo per poter indicare sulla carta la potenza di aspirazione.
Sulla qualità, rispetto ai mille cloni cinesi, è decisamente un altro livello.
Il vero plus è comunque il servizio di assistenza... una spazzola era troppo rumorosa (forse difetto di produzione) e me ne hanno inviata a casa una nuova in 24 ore, senza battere ciglia.
Poi lo rivaluterò in futuro perchè ce l'ho solo da 4 mesi ma trovo che sia molto valida, soprattutto perchè pagata meno di 400 Euro (era in offerta a 499 e ho potuto utilizzare il famoso sconto "single day" su un noto shop).


Anche il mio dopo 4 mesi era ancora fantastico. Ora la batteria fa schifo.
Come qualità costruttiva magari hanno migliorato, il mio già da nuovo era tutto lasco, montaggi con giochi, plastiche di qualità così così. Io lo pagai in offerta credo 300 euro ma di listino faceva 600 e oltre...indecente per quella cifra.
Opteranium06 Dicembre 2020, 17:41 #8
ma quanto mai sarà avariata l'aria di casa della gente.. a me basta aprire la finestra un tot al giorno
Mparlav06 Dicembre 2020, 18:30 #9
700 euro.
E 60 euro l'anno per il filtro.

D*o benedica il maestrale (ed il NON vivere nel centro cittadino)
MiKeLezZ06 Dicembre 2020, 23:38 #10
Originariamente inviato da: giuvahhh
consumo di corrente?
Non deumidifica quindi sarà 50W, come un ventilatore qualsiasi...

Originariamente inviato da: Wikkle
Tutto bello tutto ok... ma trovo che questi accessori siano completamente inutili, come tutta l' IoT d'altronde.
Accessori nonsense, fatti passare per invenzioni mega rivoluzionarie
Certo che è inutile, è un banalissimo ventilatore + filtro + ciotolina d'acqua, che fa la stessa cosa di quelle che si mettono da 50 anni accanto al termosifone...

Originariamente inviato da: astaroth2
Se sono rivoluzionari come gli aspirabriciole che spacciano per aspirapolvere posso dire che alla Dyson sono dei fottuti geni. Ricordo quando la Dyson vent'anni fa faceva aspirapolveri senza sacco ed erano fenomenali. Ora ho un v7 che fatica a tirar su un pezzo di noce grande quanto due chicchi di riso. E sono serissimo. Non venite a dirmi di usarlo in modalità turbo perché l'autonomia passa da 30 a 6 minuti.
Sono anni che la Dyson vende pattume per ricchi spacciandolo per rivoluzionario. Prezzi (alti), marketing (tanto) ed informazioni (scarse, tante immagini e paroloni) ricalcano quelli Apple.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^