Safera Sense rende Smart la tua vecchia cucina

Safera Sense rende Smart la tua vecchia cucina

Le tre cose che ci si dimentica di fare in cucina? Impostare il timer, accendere la cappa aspirante e tenere d'occhio i fornelli. All'IFA GPC 2019 è stato presentato Safera Sense, un dispositivo che può fare tutte queste cose al posto nostro.

di , Vittorio Manti pubblicata il , alle 17:21 nel canale Elettrodomestici
Safera IFA GPC 2019
 

La cucina, insieme al bagno, è uno degli ambienti domestici più pericolosi. Una distrazione come una pentola lasciata sul fuoco può facilmente trasformarsi in tragedia tanto che in paesi come gli Stati Uniti i sensori anti-incendio sono obbligatori in molti stati. La normativa europea non è così stringente ma è sempre bene premunirsi. Safera Sense è una soluzione decisamente creativa al problema che al contrario di prodotti più comuni non si limita a mandare un allarme quando i fuochi domestici sfuggono al controllo: è in grado di intervenire prima del disastro

Safera-Sense-app-kitchen

Safera Sense, lo smart cooking sensor

Safera Sense è composto da un sensore che monitora la temperatura nei pressi dei fornelli e analizza la qualità dell'aria. È collegato a un'unità di controllo che in caso di emergenze stacca la corrente dei fornelli elettrici o cessa l'erogazione del gas in quelli più tradizionali. Il tutto controllato da un'app per smartphone che offre indicazioni sulla qualità dell'aria (attivando automaticamente la cappa, nel casi ce lo siamo dimenticati) e offre qualche supporto tecnologico al cuoco, per esempio ricordandogli da quanto tempo un fuoco è acceso, funzione utile se ci si è dimenticato di impostare il timer.

Safera-Sense-phoneandsensor

L'installazione è semplicissima: basta collegare i sensori e configurare l'app. In due minuti si è pronti a usarla. Per le funzioni avanzate, quelle che controllano la cappa e l'erogazione di gas/elettricità bisogna collegare una power control unit opzionale.

Safera Sense Installation

Safera Sense può essere gestito anche con controlli vocali appoggiandosi agli assistenti virtuali di Google e Amazon. 

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen26 Aprile 2019, 19:11 #1
La cosa mi interessa, sto cercando attualmente un sensore per il gas da mettere in cucina, e dato che uso Alexa una sua integrazione non mi dispiacerebbe... Qualcuno lo sta usando, e può dirmi le sue esperienze in merito?
Qarboz26 Aprile 2019, 22:27 #2
Originariamente inviato da: jepessen
La cosa mi interessa, sto cercando attualmente un sensore per il gas da mettere in cucina, e dato che uso Alexa una sua integrazione non mi dispiacerebbe... Qualcuno lo sta usando, e può dirmi le sue esperienze in merito?


Ricordati che i rilevatori di gas economici hanno dei limiti, e comunque (anche quelli "seri" hanno una vita utile piuttosto breve (i costruttori consigliano di sostituire l'elemento sensibile ogni max 2 anni). Anche il punto di installazione è importante sceglierlo con cura (cioè non va messo in una certa posizione perché "è più bello li che altrove" o "lo metto lì perché è l'unico posto disponibile"
Poi devi mettere in preventivo l'intervento di un idraulico per installare l'elettrovalvola di intercettazione sul tubo del gas

In ogni caso non riesco a trovare l'utilità dell'integrazione con Alexa, ma questo è un mio limite...
ziozetti26 Aprile 2019, 23:03 #3
Originariamente inviato da: Qarboz
...
In ogni caso non riesco a trovare l'utilità dell'integrazione con Alexa, ma questo è un mio limite...

"Ciao, sono Alexa. Quando torni a casa non accendere la luce perché la cucina è piena di gas. Ho già chiamato il 115, stai sereno."

Un rilevatore di gas naturale industriale ha un raggio di rilevazione molto ampio, dicono 4 metri all'aperto in condizioni ottimali; in una cucina un raggio di 1 metro mi sembra più che sufficiente visto che escluderei vento o correnti d'aria particolari (che comunque abbasserebbero la concentrazione del gas).
Ovviamente va messo sopra ai fornelli/al forno, non ha senso metterlo altrove, però anche se disassato di qualche cm funzionerà bene.
Qarboz26 Aprile 2019, 23:25 #4
Originariamente inviato da: ziozetti
"Ciao, sono Alexa. Quando torni a casa non accendere la luce perché la cucina è piena di gas. Ho già chiamato il 115, stai sereno."

Un rilevatore di gas naturale industriale ha un raggio di rilevazione molto ampio, dicono 4 metri all'aperto in condizioni ottimali; in una cucina un raggio di 1 metro mi sembra più che sufficiente visto che escluderei vento o correnti d'aria particolari (che comunque abbasserebbero la concentrazione del gas).
Ovviamente va messo sopra ai fornelli/al forno, non ha senso metterlo altrove, però anche se disassato di qualche cm funzionerà bene.


Io non ne sono troppo convinto. Se messo sopra ai fornelli il rilevatore di gas viene investito dal vapore dell'acqua in ebollizione e dai vari "fumi" prodotti dai cibi in cottura/frittura; ciò potrebbe portare alla prematura dipartita del sensore, o per lo meno ad un abbassamento della sensibilità oltre al rischio di falsi allarmi
ziozetti27 Aprile 2019, 00:58 #5
Originariamente inviato da: Qarboz
Io non ne sono troppo convinto. Se messo sopra ai fornelli il rilevatore di gas viene investito dal vapore dell'acqua in ebollizione e dai vari "fumi" prodotti dai cibi in cottura/frittura; ciò potrebbe portare alla prematura dipartita del sensore, o per lo meno ad un abbassamento della sensibilità oltre al rischio di falsi allarmi

Per "sopra" intendo sulla verticale vicino al soffitto, non attaccato sotto la cappa; il gas naturale è molto leggero (un po' più della metà dell'aria) e fluirà in fretta verso l'alto.
maxsy27 Aprile 2019, 02:13 #6
Originariamente inviato da: ziozetti
"Ciao, sono Alexa. Quando torni a casa non accendere la luce perché la cucina è piena di gas. Ho già chiamato il 115, stai sereno."


non mi fido di Alexa, meglio un post-it della mogliettina:
Link ad immagine (click per visualizzarla)
street28 Aprile 2019, 21:11 #7
come fa a far partire la cappa, quando questa è sempre attaccata ma va selezionata la potenza?

se serve una cappa apposita, a quel punto ci sono i piani che dialogano direttamente con la cappa
gsorrentino04 Maggio 2019, 20:13 #8
Originariamente inviato da: street
come fa a far partire la cappa, quando questa è sempre attaccata ma va selezionata la potenza?

se serve una cappa apposita, a quel punto ci sono i piani che dialogano direttamente con la cappa


In casa mia, il precedente proprietario ha collegato la cappa ad un interruttore della cucina. Praticamente aveva la cappa accesa al massimo.
Quando premi l'interruttore sulla placca della cucina si accendono le luci sul piano cucina e parte la massimo la cappa.

Il sensore fa al massimo questo, così come da o toglie corrente al piano elettrico.
Se hai la cucina a gas non controlli molto-

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^