Il mercato dei tablet si consolida, aprendo spazio ai 2-in-1

Il mercato dei tablet si consolida, aprendo spazio ai 2-in-1

I produttori principali guadagnano quote rispetto a quelli minori, in un mercato che registra quantomeno un rallentamento nel calo delle vendite. Lo sazio di sviluppo futuro è atteso dalla diversificazione dei 2-in-1

di pubblicata il , alle 20:01 nel canale Elettrodomestici
iPadSamsungApple2-in-1MicrosoftSurface
 

Si registrano segnali di cambiamento nel mercato dei tablet, stando al più recente report formulato da Strategy Analytics. Il riferimento è il quarto trimestre 2018, durante il quale le vendite sono calate dell'1% rispetto al corrispondente periodo del 2017 portando la contrazione annuale al 6% per un totale di circa 173,8 milioni di tablet venduti.

Nel corso del 2018 vari produttori hanno registrato importanti cambiamenti nelle proprie dinamiche commerciali interne; un esempio su tutti è Samsung, capace di invertire proprio nel Q4 2018 un trend che l'ha vista perdere quote di mercato rispetto ai concorrenti.

Particolarmente interessante per la crescita futura del settore dei tablet è il ruolo dei modelli 2-in-1 di tipo detachable: è questa una importante opportunità per i produttori, soprattutto nell'ottica di vendere soluzioni destinate al segmento di fascia più alta. Nel segmento dei tablet questa è ancora una nicchia, con un totale di 7,1 milioni di detachable con sistema operativo Windows venduti nel corso del quarto trimestre 2018, ma comunque in grado di pesare per più del 10% del totale dei tablet venduti. Ottimo risultato, in questa categoria, per Microsoft forte delle proprie soluzioni Surface Go, Surface Pro e Surface Book.

Apple ha ottenuto una interessante crescita nel corso degli ultimi 3 mesi del 2018, con un aumento del 10% nel numero di iPad venduti e una quota di mercato risultante pari al 26%. Meno positivo l'andamento delle soluzioni Android, che hanno venduto 32,9 milioni di tablet a livello globale nel Q4 2018 con un calo del 6% rispetto al corrispondente periodo del 2017. In questo caso è la forte competizione dei prodotti Apple ad aver penalizzato i prodotti Android, complice un riposizionamento di prezzo delle proposte iPad più accessibili che ha catturato l'attenzione dei consumatori.

Resta ora da vedere cosa porterà il 2019 nel mercato dei tablet. E' evidente l'attenzione dei principali produttori a continuare la propria crescita a scapito di quelli minori, ma questa deve passare anche attraverso proposte che tendano a rendere i tablet più flessibili nelle modalità d'uso. In questo senso non deve stupire la diffusione dei prodotti 2-in-1 detachable, capaci di unire al meglio le due anime di tablet e notebook a tutto vantaggio della produttività personale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
phmk12 Febbraio 2019, 07:44 #1
"non deve stupire la diffusione dei prodotti 2-in-1 detachable, capaci di unire al meglio le due anime di tablet e notebook a tutto vantaggio della produttività personale."
Si... basta che sia Windows e non Android...
fmf6712 Febbraio 2019, 09:53 #2

ma anche android ...

Molto dipende dallútlizzo . Per esempio per me 2 in 1 vuole dire portabilitá e produttivitá, quindi deve preferibilmente essere windows, ma per mia madre ottantenne che utilizza telefono android rimanere sulla stessa piattaforma potrebbe essere molto piú facile, in fondo lo utilizzerebbe solo per i social.
emiliano8412 Febbraio 2019, 14:27 #3
penso che i 2in1 menzionati siano esclusivamente windows ... un abbraccio a chi in questo forum aveva previsto un calo delle vendite dei 2in1 windows

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^