Sonos Amp: più potente di prima per rendere connesse e smart le vecchie casse

Sonos Amp: più potente di prima per rendere connesse e smart le vecchie casse

Sonos Amp ora può alimentare fino a quattro speaker con 125 Watt per canale. Sonos ha lavorato molto sull'ingegnerizzazione dei componenti per ottenere un'ottimale dissipazione del calore e ha integrato un circuito di cancellazione del rumore dovuto alla fonte di alimentazione

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Audio Video
sonos
 

Sonos ha approfittato della vetrina dell'IFA di Berlino per presentare il nuovo Sonos Amp, la sua nuova proposta per rendere smart e connessi anche i vecchi speaker dei tempi dell'analogico. Il nuovo amplificatore connesso andrà a sostituire Connected Amp a partire da febbraio 2019. Costerà di più, con un prezzo di 699€, ma offrirà maggiori potenzialità e compatibilità rispetto al vecchio modello, venendo incontro alle richieste dei clienti. Sonos Amp ora può alimentare fino a quattro speaker con 125 Watt per canale. Sonos ha lavorato molto sull'ingegnerizzazione dei componenti per ottenere un'ottimale dissipazione del calore e ha integrato un circuito di cancellazione del rumore dovuto alla fonte di alimentazione.

Con Sonos Amp non è solo possibile rendere smart e connesse anche le casse più vecchie, ma con le porte HDMI e line-in è possibile collegare facilmente TV, giradischi, lettori CD e altri componenti audio ad Amp e farli diventare parte del sistema Sonos. Con la porta HDMI ARC è inoltre possibile utilizzare le vecchie casse come sistema audio per la TV, al posto di una soundbar. Come avviene con Sonos Beam l'ingresso HDMI ARC è utilizzabile anche con i modelli più vecchi grazie alla presenza in confezione dell'adattatore da cavo ottico a HDMI.

Amp è anche compatibile con AirPlay 2, che consente di riprodurre musica e altri contenuti audio da dispositivi iOS in wireless tramite Amp. E quando si collega in wireless con un dispositivo compatibile con Amazon Alexa, come Sonos One o Beam, Amp può essere controllato tramite comandi vocali. Tra le porte fisiche sul dispositivo troviamo anche due porte ethernet, pensate per le installazioni in cui più Sonos Amp vengono montati in rack.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mr.cluster30 Agosto 2018, 12:54 #1
Tutto molto bello, e molto costoso. Se uno ha un vecchio stereo, magari rotto con casse integre, ed una smarto tv recente, conviene molto di più acquistare un microAmplificatore a cui connettere le casse, sia wired (DaytonAudio DTA-1), che via BT (DTA-2.1BT). Costo minore e resa simile.
demon7730 Agosto 2018, 13:36 #2
Originariamente inviato da: mr.cluster
Tutto molto bello, e molto costoso. Se uno ha un vecchio stereo, magari rotto con casse integre, ed una smarto tv recente, conviene molto di più acquistare un microAmplificatore a cui connettere le casse, sia wired (DaytonAudio DTA-1), che via BT (DTA-2.1BT). Costo minore e resa simile.


Penso che questo non sia un prodotto volto a recuperare le mediocri casse di un vecchio stereo da supermercato.
Pensa se uno ha un impianto datato ma di livello.. magari con casse che da sole sono costate milioni di vecchie lire. Vedi bene che poterle recuperare è decisamente una bella cosa.
Perseverance30 Agosto 2018, 13:47 #3
Ho installato diversi sistemi audio multiroom grazie a questi aggeggi. SONOS è impareggiabile, esistono altri marchi che hanno prodotti per fare audio multiroom ma come sonos non ce n'è; poi è anche su base linux. Un marchio eccellente, costoso, ma non fà una piega.
s-y30 Agosto 2018, 13:57 #4
cmq sia, per connettere 4 o più diffusori, serve metterne altri in cascata. si vede anche dalle uscite, che sono 2 per ogni amp. quindi altro che 700, se non 2.0

quanto al resto, senza sentire nse puede dire
AlexAlex30 Agosto 2018, 14:10 #5
Per esigenze più complesse, multi room, ecc... non discuto ed andrà sicuramente benissimo però se si vuole solo aggiornare un "vecchio" impianto basta una semplice chromecast audio (ingresso aux/ottico) o simili.
demon7730 Agosto 2018, 15:00 #6
Originariamente inviato da: AlexAlex
Per esigenze più complesse, multi room, ecc... non discuto ed andrà sicuramente benissimo però se si vuole solo aggiornare un "vecchio" impianto basta una semplice chromecast audio (ingresso aux/ottico) o simili.


Se usi l'intero impianto si.
Ma se la parte pregiata sono solo le casse? Dovresti per forza prendere anche un ampli che sia di buon livello.

Questo integra appunto anche l'ampli per poter collegare direttamente le casse.
Perseverance30 Agosto 2018, 15:22 #7
Originariamente inviato da: s-y
cmq sia, per connettere 4 o più diffusori, serve metterne altri in cascata. si vede anche dalle uscite, che sono 2 per ogni amp. quindi altro che 700, se non 2.0

quanto al resto, senza sentire nse puede dire


Certamente che ne serve più di uno. Con uno solo piloti una sorgente stereo o due mono. Ne servono tanti quanti sono i locali da sonorizzare. La spesa è alta ma cmq molto inferiore a soluzioni professionali, ma la resa è impareggiabile. Ti porto un recente esempio in cui ho montato 4 sonos AMP per sonorizzare 6 locali con libreria su NAS e la spesa per il cliente è stata di 3500€, se lo avessi dovuto fare pescando dal catalogo professionale avrebbe speso 25000€ e non sarebbe stata sicura e indolore l'integrazione con la libreria winamp\itunes ed i servizi di streaming musicale; per avere anche la roba certificata per quello si andava sulle 40000€; roba da matti per una persona normale.

I prezzi sono alti lo sò, spero che in futuro qualcosa cali. Non ho poi mai approfondito ma dovrebbe esser possibile, essendo base linux, entrarci dentro e farli pure diventare dei mini-pc.
AlexAlex30 Agosto 2018, 15:44 #8
non so i costi ma ad esempio c'è l' HEOS Drive della Denon che ha direttamente le uscite per 4 locali, indipendenti per ascoltare anche musica diversa, e se ne possono collegare altri per aumentare le stanze. Mai sentito dal vivo ma di solito produce roba di qualità.
Sicuramente di alternative ce ne saranno quindi molte altre anche su marchi più economici, ma credo che sia difficile trovare comparative.

In effetti il prezzo in rete del Denon è più di alto quello che mi aspettavo, da vedere a quanto effettivamente lo si può trovare
s-y30 Agosto 2018, 15:51 #9
Originariamente inviato da: Perseverance
Certamente che ne serve più di uno


specifico che non era un giudizio sul prodotto, che come scritto senza usare/ascoltare non si può fare, ma solo un commento all'articolo, dove è indicato prima che pilota 4 o più diffusori (edit: è scritto 'fino a 4' in realtà, ma va bè il succo non cambia) e poi che il costo è 700, mentre è appunto 'a partire da' per due canali (più uscita sub a basso livello)

tutto qui

ps: edi2, anche nel sito, almeno quello italiano, non è così lapalissiano il concetto
Ryddyck30 Agosto 2018, 19:14 #10
È già difficile capire le caratteristiche dei vari amplificatori di diversi produttori, pensa un Sonos.
Comunque il vecchio connect:amp usava il tp2050 (tk2050), questo cosa userà? Il tda7498e per far uscire 125W a canale?

Per quel che riguarda il multiroom è possibile realizzarlo con gli audiocast m5, meno di 40€ cadauno e si possono far suonare distintamente l'uno dall'altro (massimo 8).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^