Sequestrate 2 mila OnePlus Buds alla frontiera USA: sembravano Apple AirPods contraffatti

Sequestrate 2 mila OnePlus Buds alla frontiera USA: sembravano Apple AirPods contraffatti

Un errore abbastanza imbarazzante da parte della polizia di frontiera americana, che ha scambiato le OnePlus Buds per dei cloni cinesi degli AirPods di Apple. E, in effetti, non hanno tutti i torti

di pubblicata il , alle 14:41 nel canale Audio Video
OnePlus
 

I funzionari della Customs and Border Protection (CBP) degli Stati Uniti hanno sequestrato una spedizione di OnePlus Buds all'aeroporto JFK di New York ritenendo che fossero Apple AirPods contraffatti. E' successo a fine agosto, secondo quanto riferisce The Verge che parla del post della CBP in cui veniva divulgato con orgoglio l'avvenuto sequestro.

Nel post si legge che i funzionari dell'ente di polizia di frontiera USA hanno "recentemente sequestrato 2.000 Apple AirPods contraffatti provenienti da Hong Kong del valore di 398.000 dollari se fossero stati autentici". Il tweet fa inoltre riferimento a un comunicato stampa ufficiale in cui vengono elogiati gli sforzi della polizia di frontiera che si occupa di "proteggere quotidianamente il pubblico americano da vari pericoli", aggiungendo che "le intercettazioni di questi auricolari contraffatti sono un riflesso diretto della vigilanza e dell'impegno da parte dei funzionari CBP".

Chiaro è che in questo caso la polizia USA abbia preso una cantonata. Almeno in base alle foto a corredo che mostrano come i prodotti sequestrati siano di fatto dei legittimi OnePlus Buds, annunciati di recente. Non è al momento chiaro se le 2 mila unità di cui si parla nel tweet fossero fossero tutte di OnePlus Buds tuttavia considerando che il post su Twitter recita letteralmente "Questa non è una Mela", in riferimento diretto alle OnePlus Buds che si vedono in foto, sembra proprio che si tratti di un errore piuttosto imbarazzante.

Il comunicato stampa rilasciato dalla CBP non fa inoltre alcuna menzione al brand OnePlus, mentre si legge che le unità sequestrate provenivano da Hong Kong ed erano indirizzate verso il Nevada. Sono state confiscate lo scorso 31 Agosto e, di fatto, possono sembrare cloni degli AirPods. Il mercato è inondato da prodotti simili agli auricolari true wireless di Apple, ma è da sottolineare che non tutti i modelli sono fraudolenti e diverse aziende note hanno rilasciato la loro reinterpretazione del prodotto proponendo sul mercato delle versioni con un design non così diverso.

Insomma, pasticcio o comunicazione errata? Al momento non lo sappiamo con certezza, tuttavia OnePlus è intervenuta rispondendo al post della CBP con un divertito "Ehi, restituitecele!".

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cm0s15 Settembre 2020, 15:17 #1
Marko_00115 Settembre 2020, 16:03 #2
è che sono talmente ignoranti, i doganieri usa,
che non sanno neppure leggere una distinta di carico
bonzoxxx15 Settembre 2020, 16:07 #3
Ignoranza, ignoranza ovunque..
Tedturb015 Settembre 2020, 17:34 #4
Originariamente inviato da: bonzoxxx
Ignoranza, ignoranza ovunque..


cineserie, cineserie ovunque..
Sandro kensan15 Settembre 2020, 18:29 #5
E anche questa si inserisce nella guerra che gli USA stanno facendo alla Cina, se non direttamente indirettamente tramite il clima creato.
bonzoxxx15 Settembre 2020, 19:17 #6
Originariamente inviato da: Tedturb0
cineserie, cineserie ovunque..


Anche le airpods sono fatte in Cina ma non saper leggere o peggio leggere e non capire va parecchio di moda ultimamente nel mondo

Originariamente inviato da: Sandro kensan
E anche questa si inserisce nella guerra che gli USA stanno facendo alla Cina, se non direttamente indirettamente tramite il clima creato.


Oddio non credo sai? Forse si tratta di una enorme st*****a dell'ufficio doganale.

Originariamente inviato da: Marko_001
è che sono talmente ignoranti, i doganieri usa,
che non sanno neppure leggere una distinta di carico


Appunto.
acerbo15 Settembre 2020, 19:23 #7
si ma che cazzo almeno fatele di un colore diverso, cosi sono una copia 1:1, dovrebbero toglierle dal mercato per plagio per quanto mi riguarda
luca.camminacieli15 Settembre 2020, 20:38 #8
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://smarthome.hwupgrade.it/news...atti_92008.html

Un errore abbastanza imbarazzante da parte della polizia di frontiera americana, che ha scambiato le OnePlus Buds per dei cloni cinesi degli AirPods di Apple. E, in effetti, non hanno tutti i torti

Click sul link per visualizzare la notizia.


Non avranno tutti i torti, ma non hanno saputo fare il loro mestiere....!
marconwps15 Settembre 2020, 21:56 #9

hater

Non sanno cosa inventarsi per bloccare l'arrivo di prodotti cinesi in USA ....
La Paura16 Settembre 2020, 11:43 #10
Originariamente inviato da: acerbo
si ma che cazzo almeno fatele di un colore diverso, cosi sono una copia 1:1, dovrebbero toglierle dal mercato per plagio per quanto mi riguarda


Si ho capito ma non è che si può sempre fare un design diverso perché se no copi qualcun'altro.
Cioè le cuffiette sono tutte uguali e simili e apple o chiunque altro non può avere il brevetto su una specifica forma o colore!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^