Audeze Mobius: le prime cuffie planari wireless da gaming

Audeze Mobius: le prime cuffie planari wireless da gaming

Audeze ha presentato le nuove Mobius, delle cuffie planari pensate per i giocatori e per essere utilizzate senza cavi. Sono le prime cuffie da gaming con driver planari, nonché le prime cuffie planari wireless

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Audio Video
 

Audeze, azienda statunitense nota per le sue cuffie planari, ha annunciato il suo ingresso nel mondo delle cuffie da gaming con le nuove Audeze Mobius, che sono altresì le prime cuffie planari wireless con rilevamento della posizione della testa in 3D.

Le Mobius utilizzano un driver planare da 100 mminserito in padiglioni chiusi circumaurali. Viene utilizzata la tecnologia Fazor, sviluppata da Audeze (nome che deriva da "odissey" e si legge "ódesi", con la "s" di "vaso"), che permette di ottenere risultati significativi grazie alla forma delle griglie che "guidano" le onde sonore.

Audeze Mobius

Audeze garantisce che le Mobius suonano come le cuffie della serie LCD, ben nota agli audiofili per la qualità del suono espressa. Viene utilizzato il DSP Audeze Cipher, già utilizzato sulle in-ear della linea iSine, per correggere la curva di risposta dei driver - i quali hanno una risposta in frequenza che va da 10 Hz a 50 Hz, con una pressione sonora massima di 120 dB.

L'impiego del DSP e la sua integrazione all'interno delle cuffie, nonché la sua attività obbligatoria, fanno sì che sia necessario tenere sempre accese le cuffie quando si vuole utilizzarle, che sia tramite Bluetooth (che supporta anche il codec LDAC di Sony), USB o jack da 3,5 mm. La batteria integrata offre circa 10 ore di ascolto con la funzionalità 3D abilitata, ma è possibile utilizzarle (almeno su PC) anche utilizzando il cavo USB-C fornito in dotazione.

Proprio la funzionalità 3D, gestita dal DSP Cipher, è una delle caratteristiche più interessanti delle Mobius. Da un lato c'è il monitoraggio della posizione della testa, in modo che i suoni vengano sempre dalla stessa direzione indipendentemente dalla posizione della testa; dall'altro c'è l'emulazione degli spazi tramite l'elaborazione software, da cui deriva anche il punto precedente. Per ottenere questi risultati viene eseguita una calibrazione iniziale, che permette poi di emulare anche i principali effetti surround (2.0, 2.1, 5.0, 5.1, 7.1). Tale funzionalità è disattivabile, nel caso in cui si volesse ascoltare musica o altri contenuti senza elaborazioni ulteriori.

Le Audeze Mobius integrano altresì un microfono staccabile, per sottolineare ulteriormente la vocazione di queste cuffie. È presente un pacchetto software che consente di personalizzare la risposta in frequenza, nonché di equalizzare il suono secondo le proprie preferenze.

Le Audeze Mobius sono al momento in fase di raccolta fondi su Indiegogo, con le prime spedizioni previste per giugno. Il prezzo è di 259$ per le cuffie, con 30$ aggiuntivi per la spedizione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8816 Marzo 2018, 14:41 #1
Ennesimo costruttore che sfrutta il marchio per rifilare prodotti di fascia bassa camuffati come prodotti in linea con il resto della gamma.
Slater9118 Marzo 2018, 10:27 #2
Originariamente inviato da: nickname88
Ennesimo costruttore che sfrutta il marchio per rifilare prodotti di fascia bassa camuffati come prodotti in linea con il resto della gamma.


Ciao!
Il "resto della gamma" parte da 340$: c'è un solo modello a tale prezzo, il resto è sopra i 500$. Non direi che le Mobius siano in linea

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^