Amazon Echo e Echo Dot: tutti nuovi e con Alexa più intelligente. La recensione

Amazon Echo e Echo Dot: tutti nuovi e con Alexa più intelligente. La recensione

Una delle conferenze più importanti dell'anno avvenuta a fine settembre ha svelato i nuovi prodotti ''intelligenti'' di Amazon. L'azienda capitanata da Jeff Bezos ha svelato Echo, Echo Dot ed Echo Dot con display a LED. Li abbiamo provati tutti e vi diciamo cosa cambia rispetto ai precedenti e come funzionano. 

di pubblicato il nel canale Audio Video
AmazonAlexa
 

Arrivano finalmente sul mercato italiano: parliamo della nuova serie Echo di Amazon. I dispositivi creati dagli ingegneri di Jeff Bezos che si sono rinnovati completamente proponendosi con un nuovo design ma anche nuove caratteristiche tecniche e Alexa, ''assistente virtuale'' ancora più intelligente. Il mercato italiano è uno dei più importanti per Amazon e l'azienda continua ad "italianizzare" Alexa proponendo sempre più device per la casa. 

[HWUVIDEO="3022"]Amazon ECHO 2020: eccoli TUTTI! La recensione[/HWUVIDEO]

Il mondo degli smart home e degli speaker home è ormai un segmento del mercato tecnologico fortemente assodato. Tutti i maggiori produttori tech si sono buttati in questo mondo dell’intelligenza artificiale che va a braccetto con la domotica ossia la possibilità di comandare a voce la casa senza dover interagire completamente con essa manualmente.   

Amazon in questo è stata una delle prime a credere in questo mondo soprattutto dando molta importanza all’Italia che ha risposto positivamente. E dopo più di un anno ecco che l’azienda di Jeff Bezos ha deciso che fosse arrivato il momento di rivoluzionare i suoi Echo presentando la nuova generazione che cambia a livello estetico e cambia anche a livello hardware con novità che riguarda il cuore pulsante degli smart speaker intelligenti che appunto divengono più potenti e ancora più intelligenti. 

Da una parte Amazon Echo che prende la scena della famiglia venendo considerato come una via di mezzo tra Echo Plus ed Echo di seconda generazione. Qui cambia completamente la sua forma estetica: diventa sferico mantenendo però il tessuto con cui Amazon lo ha reso famoso nella prima e seconda generazione. Sicuramente bello da vedere e molto d’arredo per la casa. Sulla falsa riga di Echo ecco che Amazon propone anche Echo Dot in doppia versione, similari comunque alla nuova estetica di Echo di terza generazione: da una parte una versione classica e dall’altra una versione con display a LED che permette agli utenti di avere sempre a portata di occhio l’orario e altre informazioni. 

Amazon ECHO, ECHO DOT e ECHO DOT con LED: prezzi e disponibilità

 

 

 

 

UNBOXING e DESIGN 

Partiamo con il nuovo Amazon Echo che è senza dubbio il più importante della serie. Partiamo dal fatto che nella scatola troviamo il device ma anche l’alimentatore da parete oltre ad alcune informazioni per la prima configurazione. Per la cronaca anche per gli altri Echo Dot ed Echo Dot con display a LED troveremo le stesse cose all’interno della scatola di vendita. 

Esteticamente il passo in avanti di Echo di terza generazione a livello estetico a nostro parere è interessante. In questo caso avere un device a forma sferica non solo si rende più facilmente collocabile in casa ma risulta anche più apprezzabile a livello tecnico con una diffusione della musica o del parlato a 360 gradi. Le dimensioni sono importanti ma non esagerate perché parliamo di un’altezza di 133 millimetri con una larghezza di 144 millimetri. Oltretutto la parte inferiore viene realizzata in materiale antiscivolo per permettere il collocamento di Echo ovunque anche su superfici più scivolose come il vetro. 

Il tessuto, di colore diverso in base alla scelta effettuata, ruota quasi a 360 gradi su tutto Echo di terza generazione. Solo la parte retrostante vede la presenza di una fascia in policarbonato in tinta con la colorazione del tessuto. Qui sono posizionati gli ingressi e uscite audio da 3.5mm ma anche la porta di alimentazione. Niente altro se non i pulsanti che invece si trovano nella parte superiore di Echo. Sono i soliti ossia il doppio pulsante per il volume caratterizzati dal valore ''+'' e ''-'' che permettono di aumentare o diminuire la percentuale appunto del volume. Quindi il pulsante azione per richiamare Alexa ed infine il pulsante per accendere o spegnere il microfono. Belli da vedere ma soprattutto in rilievo permettendo di trovarli facilmente anche senza guardare. 

Particolare poi l’anello luminoso che riprende effettivamente quello che Amazon aveva posto su Echo di seconda generazione ma che questa volta viene posizionato nella parte inferiore del device proponendosi in maniera molto più scenica di prima. L’illuminazione avviene a LED andando a riflettere sulle superfici per una maggiore visibilità nel momento dell’utilizzo. 

Chiaramente Echo Dot ed Echo Dot con luce a LED differiscono esteticamente solo per la dimensione e la presenza di una luce per l’orario. In questo caso entrambi hanno un’altezza di 89 millimetri per una larghezza di 100 millimetri. Anche per loro c’è il tessuto a 360 gradi su tutta la sfera con esclusione della parte retrostante dove viene posto un pannello in policarbonato con porta di alimentazione e uscita audio da 3,5 mm. Presente l’anello luminoso che ruota intorno ad Echo Dot e nel caso della versione con luce a LED ecco che fa bella mostra l’indicatore dell’orario e delle altre informazioni. Un plus che avevamo visto con Echo Dot nella generazione precedente e che ora viene riproposto anche qui e che di certo non può che far piacere a chi era piaciuto magari come Echo da porre sul comodino o sulla scrivania. 

HARDWARE e FUNZIONAMENTO

A livello hardware è palese che Amazon ha pensato bene di cambiare le carte in tavola e di migliorare notevolmente quelle che sono le specifiche tecniche dei nuovi Echo. Il più grande ossia Amazon Echo di terza generazione possiede ora una nuova struttura interna vista anche la nuova configurazione dimensionale. In questo caso ecco che il nuovo Echo vede il posizionamento di un woofer al neodimio da 3'' ossia da 76.2 millimetri al quale si affiancano inferiormente due tweeter da 0.8'' ossia da 20 millimetri. 

Il suono è decisamente più importante rispetto agli Echo di seconda generazione. Più corposo ma soprattutto capace di rendersi efficace a 360 gradi sulla falsariga di quello che riesce a fare oggi Echo Studio anche se molto più in grande. Si percepiscono con la musica degli alti nitidi ma anche bassi profondi e medi dinamici permettendo di arrivare ad un suono che si adatta ad ogni ambiente della casa grazie anche all’elaborazione Dolby. 

Il nuovo Echo rileva automaticamente l'acustica della stanza ottimizzando la riproduzione audio, adattandola automaticamente all’ambiente. Di certo il miglioramento dell’audio deve essere attribuito anche alla forma sferica del nuovo Echo che offre maggiore flessibilità con il posizionamento degli altoparlanti e la proiezione del suono, che massimizza la qualità audio stereo e spaziale all'interno di un singolo dispositivo. Una sfera ha anche il rapporto tra superficie e volume più basso possibile e questo fornisce un volume posteriore maggiore per bassi più pieni e profondi. 

C’è chiaramente il Wi-Fi di tipo dual band ma anche e soprattutto la presenza dell’hub per la casa intelligente ZigBee che integrato qui permetterà agli utenti di attivare lampadine, serrature, sensori, prese di corrente e interruttori a parete se supportati con questa tecnologia direttamente con la voce dall’Echo. La tecnologia ZigBee era presente solo in Echo Plus mentre quest’anno Amazon ha deciso di integrarla anche qui in Echo puntando ad ampliare la clientela che ormai vede sempre più la presenza di accessori smart home di questo tipo. 

Echo Dot ed Echo Dot con luce a LED invece non posseggono ZigBee anche se vedono comunque la presenza del Wi-Fi Dual Band ma soprattutto un altoparlante da 1.6'' ossia da 41mm che rappresenta un'evoluzione rispetto a prima. E questo lo si sente nell’uso quotidiano perché rispetto ad Echo di terza generazione il suono è più potente ma soprattutto più ricco di dettagli cosa che prima non sempre veniva percepita. Appunto per Amazon Echo Dot con luce a LED il fatto che sia presente ancora un sensore ambientale sul device che permette di far alzare o abbassare l’intensità della luce in base appunto alla presenza di più o meno luminosità nella stanza dove è ubicato Echo Dot. Per il resto la scheda tecnica vede la presenza di una connettività Bluetooth che è compatibile con Advanced Audio Distribution Profile (AD2P) che permette lo streaming dei contenuti audio dallo smartphone a Echo e Echo Dot. 

A livello funzionale Amazon Echo cambia. Non tanto nell’uso del dispositivo che è praticamente il medesimo di prima: con la voce è possibile chiedere ad Alexa tutto quello che si vuole dalle informazioni riguardanti curiosità, meteo, ricette, personaggi famosi, storia e quanto altro. Cambia però a livello hardware anche qui perché Amazon implementa nel ''cervellone'' degli Echo ora il nuovo processore AZ1 Neural Edge di prima generazione. E’ un nuovissimo chipset creato appositamente per accelerare le applicazioni di machine learning. Con AZ1 vengono velocizzati i modelli di riconoscimento vocale che diventano completamente neurali elaborando le richieste più velocemente e rendendo Alexa ancora più reattivo. In questo caso il modello di riconoscimento vocale interamente neurale sarà disponibile entro la fine dell'anno ma è palese che il device si muove nel suo rispondere o nel suo interagire con l’utente più velocemente. 

Il vero cuore di Amazon Echo continuano ad essere chiaramente le skill così come  l’applicazione che l’azienda ha modificato negli ultimi mesi rendendola sempre più efficace nell’uso quotidiano. Le skill le conosciamo e permettono di personalizzare l’esperienza con Alexa ora anche con la possibilità di crearne a proprio piacimento oltre che a sceglierne dallo store di Amazon. Ce ne sono ormai disponibili migliaia sviluppate da terzi proprio per i dispositivi Echo e tra queste ci sono quelle per le ricette che permettono di seguire passo passo ogni tipo di ricetta. Quelle per le notizie o ancora quelle per ascoltare la radio e molto altro ancora. Alexa ha trovato in Italia un ottimo mercato a detta di Amazon e gli sviluppatori non fanno che rendersi utili nello sfruttare la piattaforma di Alexa per creare skill capaci di far interagire le persone con i comandi vocali. 

Da sottolineare un aspetto su cui Amazon ha lavorato molto e che riguarda la semplicità nell’eliminare le registrazioni vocali su tutti i dispositivi con integrazione Alexa. In questo caso infatti da qualche tempo basta chiedere “Alexa, cancella quello che ho appena detto” e le registrazioni vengono automaticamente cancellate.  I dispositivi Alexa ed Echo sono costruiti con più livelli di protezione e controlli della privacy. Abbiamo visto la disconnessione elettronica dei microfoni ma anche la possibilità di visualizzare ed eliminare le registrazioni vocali oltre al controllo su tutta l’esperienza con Alexa.  

CONCLUSIONI e PREZZI

Amazon decide di rinnovare fortemente tutta la linea Echo. A livello estetico il cambiamento è davvero importante con ora un aspetto sferico che rende sicuramente più d’arredo i device soprattutto con l’anello luminoso nella parte inferiore pronto a riflettere sulle superficie con un effetto scenico. 

Il cambiamento chiaramente arriva anche e soprattutto a livello hardware. Dapprima con la presenza in Echo di un doppio tweeter e di un woofer maggiorato che permette di avere una riproduzione a 360 gradi della musica, grazie anche alla sfericità del design, con la rilevazione dell’ambiente circostante. Poi con l’introduzione di un nuovo chipset creato ad hoc da Amazon che garantisce e garantirà azioni di machine learning neurale più importanti per velocità e per funzionalità. 

Il resto sono gli Echo che conosciamo ma che fanno un passo in avanti rispetto alla precedente generazione. Più belli esteticamente ma di certo anche molto più funzionali nel capire le frasi e nel proporre le informazioni. E poi la musica si ascolta sempre con più qualità. Il loro prezzo? Uguale al passato ossia Echo viene venduto a 99€, Echo Dot viene venduto a 59€ ed infine Echo Dot con luce a LED a 69€. E sono tutti già disponibili su Amazon. 

 

 

 

 

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nitro8922 Ottobre 2020, 15:52 #1
che tristezza ste marchette
jepessen22 Ottobre 2020, 16:06 #2
Originariamente inviato da: nitro89
che tristezza ste marchette


Che tristezza sti commenti.

Secondo voi vale la pena fare l'upgrade rispetto alla terza generazione? Quello che ho in cucina sta diventando un po' sordo, non capisco se a causa dell'ambiente della cucina o altro. Inoltre siccome lo uso spesso per la musica volevo sapere se la differenza di qualita' e' apprezzabile.
al13522 Ottobre 2020, 17:15 #3
Originariamente inviato da: jepessen
Che tristezza sti commenti.

quoto

Originariamente inviato da: jepessen
Secondo voi vale la pena fare l'upgrade rispetto alla terza generazione? Quello che ho in cucina sta diventando un po' sordo, non capisco se a causa dell'ambiente della cucina o altro. Inoltre siccome lo uso spesso per la musica volevo sapere se la differenza di qualita' e' apprezzabile.


come qualità audio si... come interazione non so effettivamente quanto cambi.
comunque se vuoi molto meglio a livello di audio dovresti andare sull' echo studio anche se costa abbastanza di piu...
jepessen22 Ottobre 2020, 17:39 #4
Originariamente inviato da: al135
come qualità audio si... come interazione non so effettivamente quanto cambi.
comunque se vuoi molto meglio a livello di audio dovresti andare sull' echo studio anche se costa abbastanza di piu...


Grossetto per metterlo sul ripiano della cucina. Sarebbe piu' da salotto, ma per quello preferisco aspettare Natale e regalarmi una soundbar con Alexa integrata... Se riesco a piazzare quello che ho a qualche parente che lo vuole provare penso faro' un pensierino a quello nuovo..
nicholasboncardo22 Ottobre 2020, 20:37 #5

Orrendi

Sono mostruosamente pacchiani.
Inoltre la forma cilindrica era iconica: tutti la associavano automaticamente con gli Echo e Alexa!
Spero che con la prossima generazione tornino a un design meno squallido.
Paolo Z.23 Ottobre 2020, 00:38 #6
Ma perché la versione con l'orologio c'è solo bianca? Io vorrei metterne uno in cucina a mia madre ma bianco diventa uno schifo in un paio di mesi.
Sinceramente non capisco davvero perché sta cosa.
jepessen23 Ottobre 2020, 09:12 #7
Originariamente inviato da: Paolo Z.
Ma perché la versione con l'orologio c'è solo bianca? Io vorrei metterne uno in cucina a mia madre ma bianco diventa uno schifo in un paio di mesi.
Sinceramente non capisco davvero perché sta cosa.


Con tutto il rispetto ma che cucina ha? Io e' da anni che ho l'echo bianco in cucina ed e' ancora candido...
!fazz23 Ottobre 2020, 10:16 #8
Originariamente inviato da: Paolo Z.
Ma perché la versione con l'orologio c'è solo bianca? Io vorrei metterne uno in cucina a mia madre ma bianco diventa uno schifo in un paio di mesi.
Sinceramente non capisco davvero perché sta cosa.


quello vecchio era grigio chiaro non bianco
Mak23 Ottobre 2020, 10:43 #9
Ho il vecchio echo dot, credo che aspetterò black friday o altro, per passare al nuovo echo. La parter Zigbee mi interessa molto, sono pieno di sensori e lampadine, ora è tutto gestito da Home Assistant su Raspberry, ma averlo ANCHE diretto con Alexa non mi dispiace, in più come cassa è un bel passo in avanti.
Saeba Ryo23 Ottobre 2020, 11:38 #10
In effetti è una finta recensione, non si dice niente di utile... L'alimentatore è da quanti W? Ha un connettore proprietario o usb type C? (Si vede dalla foto, ma i W no...). Quanti microfoni ci sono? Come funziona il rilevamento dell'ambiente di cui si parla (per aggiustare l'audio)? Oltre all'ora il dispay indica altro? (Dalla "recensione" sempre di sì, da quanto so no...). Rispetto alle vecchie versioni oltre alla struttura quanti Watt di potenza audio ci sono di differenza? Che processori montano? La luce led è solo rossa? E tanto altro...
Dai siamo su un sito che parla di hardware!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^