È ancora tempo di Sound Blaster, nel gaming e non solo

È ancora tempo di Sound Blaster, nel gaming e non solo

Creative Technology amplia la sua gamma di prodotti audio per gaming su PC con la sua nuova Sound BlasterX AE-5 Plus, una versione migliorata della Sound BlasterX AE-5. Quest'ultima è stata la prima scheda audio con un controller RGB integrato. Offre Xamp, il pluripremiato bi-amplificatore per cuffie discreto, ed è alimentata da un DAC ESS SABRE32 Ultra-class da 122 dB a 32 bit / 384 kHz

di pubblicato il nel canale Audio Video
CreativeSound Blaster
 

Sound BlasterX AE-5 Plus

Prima di poter fare delle considerazioni su un prodotto come Sound BlasterX AE-5 Plus, bisogna rispondere a una semplice domanda: a cosa serve una scheda audio? E per farlo ho bisogno di fare un ragionamento di largo respiro. A un certo punto abbiamo perso di vista alcuni punti tradizionalmente fermi delle nostre postazioni PC. Ad esempio, passando dalle tastiere meccaniche a quelle a membrana abbiamo perso una parte nel feeling della digitazione. Allo stesso modo passare dalle schede audio discrete a quelle integrate o alle cuffie può aver comportato un'ottimizzazione nei costi e una semplificazione nell'assemblaggio di un computer, ma anche qui si perde qualcosa.

Da un certo punto di vista le cuffie offrono al giocatore tutto quello che gli serve per un'ottima esperienza di gioco: in certi casi le cuffie gaming garantiscono un dettaglio molto alto, ma nella maggior parte dei casi si perde qualcosa in qualità dell'audio per favorire il suono posizionale, che è ciò che è più importante per gli scopi del gamer. Un DAC (Digital Analog Converter) integrato nella cuffia all'interno di un piccolo chip apparentemente assolve a tutte le funzioni di una scheda audio dedicata, insieme a uno stadio di amplificazione. Non è proprio così, e chiunque abbia provato la differenza tra delle cuffie anche con supporto Virtual Surround 7.1 e un impianto reale con 5 o 7 satelliti (ed eventuale subwoofer) collegati a una scheda audio sa di che cosa sto parlando. Semplicemente hai una consapevolezza uditiva differente.

Da un punto di vista di utente audiofilo, la scheda audio diventa indispensabile per l’ascolto di musica attraverso cuffie di alta qualità. Questo succede perché le cuffie con un valore elevato di impedenza, espresso in Ohm, non possono essere sfruttate al massimo del loro potenziale sonoro con una scheda audio integrata, perché si limiteranno a un volume più basso e si riscontrerà una sensibile differenza in termini di risposta in frequenza.

Sound BlasterX AE-5 Plus

Quasi tutte le schede audio interne al PC, infatti, sono poco performanti perché congegnate per svolgere il "compitino": il suono è accettabile solo per ascoltare la musica a qualità non da audiofili e per vedere i film, ma tutti i limiti emergono quando si utilizzano cuffie molto sensibili e/o di elevata qualità che espongono limitazioni alla gamma dinamica, fruscii e scarsa potenza emessa. La scheda audio dedicata, inoltre, in molti casi offre un suono pulito privo di fruscii: anche questo è un fattore che spesso si tende a sottovalutare, ma è purtroppo spesso ricorrente con le configurazioni ordinarie. Una scheda dedicata è poi dotata di circuiteria interna non solo per la gestione di un output sonoro pulito ma anche per l'acquisizione analogica con qualità di livello superiore a quello offerto dalle schede integrate.

Dopo aver installato la scheda audio nello slot PCI-Express questa prende automaticamente il controllo della gestione dell'audio del PC, bypassando la scheda audio integrata. È sufficiente, infatti, collegare cuffie e/o altoparlanti e installare i driver per godere di una qualità audio indubbiamente superiore. Ciò vale, ovviamente, per periferiche che fanno uso di connettori jack analogici: le cuffie e le altre periferiche audio che sfruttano l'USB elaborano invece i segnali per contro proprio grazie a dei DAC integrati al loro interno.

Oggi una delle migliori schede audio sul mercato è Sound BlasterX AE-5 Plus, revisione dell'ottima Sound BlasterX AE-5 appartenente a un marchio storico a cui gli appassionati sono molto legati da tempi più "civilizzati" riguardo l'uso delle schede audio. Parliamo di una soluzione alimentata da un DAC ESS SABRE32 Ultra da 122 dB che lavora con una frequenza di campionamento fino a 384 kHz e con profondità a 32 bit. La profondità in bit determina la differenza tra il suono con il volume più basso e quello con il volume più alto rappresentabili in una registrazione: tanto più è grande la profondità in bit, tanto più sarà possibile rendere efficacemente l'impatto che la musica dal vivo ha nel proporre sia suoni molti fievoli che suoni molto forti.

Sound BlasterX AE-5 Plus

La risoluzione digitale data da frequenza di campionamento e profondità in bit non è però l'aspetto più importante da tenere in considerazione per una scheda audio, perché aspetti come la distorsione e il rapporto segnale/rumore rappresentano elementi maggiormente qualificanti.

Non perdete la recensione della top di gamma Creative Sound Blaster AE-9
Da questo punto di vista, è più significativo il bi-amplificatore personalizzato per cuffie discreto che Creative definisce Xamp. Questo è in grado di pilotare cuffie di altissimo livello con impedenza fino a 600Ω (e a partire da 16Ω). Insieme all'impiego della tecnologia di elaborazione audio di Sound Blaster consente alla scheda audio Sound Blaster di nuova generazione di mettere a disposizione dei giocatori una qualità del suono apprezzabile anche dagli audiofili.

L'amplificatore per le cuffie è integrato all'interno della scheda audio (le cui dimensioni non sono propriamente ridottissime) ed è costruito su misura utilizzando transistor discreti e condensatori a lamina WIMA: tutto questo è poi inserito all'interno di un design a doppio amplificatore. Questo vuol dire che ogni canale viene amplificato singolarmente per fornire audio incontaminato e senza compromessi. In altri termini, si tratta di fornire una fedeltà audio pura per ogni padiglione, secondo un modello inalterato senza perdite.

Inoltre, il materiale con cui i condensatori di questo amplificatore sono stati realizzati garantisce un'elevata resistenza al calore riducendo notevolmente il rumore e le interferenze audio.

Creative pubblicizza questa scheda audio, e il modello precedente, come "la prima scheda audio al mondo con un controller RGB integrato" e "dove l'estetica incontra le performance". Fondamentalmente la scheda presenta sullo chiassis delle feritoie con LED RGB personalizzabili tramite il software Sound Blaster Command per PC scaricabile gratuitamente. Si possono creare effetti di colori di varia natura fino a sfruttare 16,8 milioni di colori allo scopo di abbellire la propria postazione di gioco dotata di case con vetro temperato. Nel software ci sono preset di illuminazione come "Ciclo", "Aurora", "Stato d'animo", "Onda" e "Pulsazione", dei quali si può regolare la velocità agendo su 6 parametri.

Inoltre, nella parte superiore della scheda si trova un connettore di alimentazione supplementare a cui si possono collegare fino a quattro strisce LED, che vanno acquistate separatamente. Il software permette di configurare illuminazione interna (sulla scheda) ed esterna (sulla striscia) sfruttando il controller RGB integrato sulla scheda video. Si tratta del sistema che Creative definisce Aurora Reactive. Si noti che il controller integrato nella scheda audio permette di ridurre l'ingombro all'interno del case e di dedicare ad altro lo spazio che un controller separato avrebbe occupato.

Sound BlasterX AE-5 Plus

Può sembrare superfluo a un certo tipo di utente, ma va considerata la volontà di Creative di andare incontro alle esigenze dei giocatori di oggi: una buona parte di loro ama la personalizzazione e gli effetti di illuminazione aggressivi per la propria postazione di gaming. Che è sempre più messa in mostra in un mondo in cui la condivisione dell'esperienza di gioco è al centro di tutto.

Sound BlasterX AE-5 Plus

Nel pannello posteriore della scheda ci sono gli ingressi Line-in / Mic-in, per il jack delle cuffie, per i satelliti frontali di un impianto audio esterno, per quelli posteriori e per il subwoofer e il canale centrale. Infine, c'è l'uscita ottica. Dall'altra parte della scheda audio, invece, troviamo il connettore HD audio per il pannello frontale del case e il connettore di alimentazione per i LED RGB.

Sound BlasterX AE-5 Plus

Tornando alle funzionalità "core" della scheda audio, il DSP (processore di segnale digitale) della Sound BlasterX AE-5 Plus, definito Sound Core3D, garantisce la possibilità di equalizzare in profondità e personalizzare la resa del suono. Inoltre, offre comunicazioni cristalline via microfono e supporta l'audio surround virtuale 7.1. Tramite Sound Blaster Command, innanzitutto, il giocatore ha a disposizione vari preset in funzione del tipo di gioco. Abbiamo preset per il gaming, per il cinema, per la musica, per la notte che vanno a modificare l'equalizzazione agendo sui parametri Surround e Crystalizer, ma anche sul volume dei bassi e dei dialoghi. Questi aspetti sono molto importanti anche per una corretta visione dei film, perché una scarsa equalizzazione può portare i suoni ambientali a coprire le voci.

Ci sono preset specifici per le tipologie di gioco, come per i titoli racing, per gli strategici, gli sparatutto in prima persona e gli sparatutto competitivi multiplayer. E anche preset specifici per certi giochi in particolare come Fortnite, Counter-Strike: Global Offensive, Project CARS e League of Legends. Unitamente alla cosiddetta Scout Mode, queste funzioni sono cruciali per i giocatori. Regolando l'equalizzazione e il volume dei bassi in maniera opportuna, la Scout Mode amplifica i suoni provenienti dai passi degli altri giocatori in un contesto multiplayer competitivo, oppure i suoni provenienti dalla ricarica delle loro armi. Questo permette di percepire l'arrivo di un avversario pronto a farci fuori e la sua posizione nell'ambiente. Regolare opportunamente il preset, e abilitare la Scout Mode, in altri termini permette di sentire alcuni suoni che altrimenti non si sentirebbero o sarebbero soffocati all'interno del suono ambientale, offrendo vantaggi competitivi non indifferenti.

Sound Blaster Command è una parte cruciale dell'esperienza uditiva con Sound BlasterX AE-5 Plus. Il software presenta un'interfaccia piacevole ed è molto intuitivo. Sulla parte sinistra si trovano le varie tab corrispondenti alle funzioni, che possono differire sulla base del dispositivo Creative installato. Profilo SBX consente di selezionare il profilo di equalizzazione adeguato rispetto al gioco e di creare un profilo personalizzato da aggiungere alla lista. Questa funzione si basa sulla lunga tradizione Sound Blaster nell'elaborazione audio e nei relativi effetti di miglioramento. In particolare, Acoustic Engine è una raccolta di tecnologie di elaborazione del suono personalizzabili e in grado di offrire immersione audio e precisione, oltre che effetti surround 3D per altoparlanti e cuffie, come sanno bene gli utenti che hanno usato almeno una volta una Sound Blaster.

Nella scheda "Equalizzatore", invece, gli utenti possono modificare le curve di equalizzazione e il bilanciamento delle frequenze. Anche qui ci sono dei preset, come nella scheda precedente, con pre-configurazioni sulla base del tipo di gioco e delle sue caratteristiche uditive. Con la linea rosa si può osservare l'equalizzazione per le casse, mentre con la blu quella per le cuffie. Tutte le curve possono essere personalizzate sia agendo sui picchi che disegnando manualmente la curva desiderata, il che restituisce un livello di precisione difficilmente riscontrabile in altre soluzioni di questa categoria.

Gli utenti possono regolare non solo il livello dei bassi e degli alti facendo clic e trascinando le rispettive barre, ma anche personalizzare il pre-amplificatore agendo sulla barra a destra del grafico. Gli effetti EQ vengono applicati al dispositivo in uso, in tempo reale.

Sound BlasterX AE-5 Plus

Nella scheda "Riproduzione" possiamo configurare l'output tra altoparlanti e cuffie, ed eseguire dei test sui vari canali del nostro sistema di riproduzione. Si può scegliere il tipo di configurazione tra Stereo, 2.1 Surround, 4.1 Surround, 5.1 Surround, e così via, così come selezionare la tipologia di altoparlanti tra Desktop, Libreria e Torre. Alla voce personalizzato, invece, si può impostare la frequenza di crossover da un minimo di 10 Hz a un massimo di 1000 Hz. C'è anche la funzione per la calibrazione degli altoparlanti sulla base del volume e della distanza rispetto all'ascoltatore. La Direct Mode riproduce l'audio nella sua forma più pura, eliminando tutti gli effetti audio all'uscita. Con Direct Mode attiva, inoltre, si possono applicare filtri di tipo Roll-Off rapido o lento, o fase minima. Non manca la possibilità di configurare la risoluzione di uscita dell'audio.

Sound BlasterX AE-5 Plus

In "Registrazione" si possono configurare le sorgenti di ingresso tra Microfono, Aux-in, SPDIF-in e "Quel che senti". Così come per la riproduzione ci sono controlli specifici per il volume di input e per la cosiddetta CrystalVoice, che offre riduzione del rumore, cancellazione dell'eco acustico, volume intelligente, Voice Morph, risoluzione di registrazione ed EQ del microfono che aiuteranno a migliorare la qualità della registrazione del microfono. In abbinamento a un buon microfono, un tale livello di precisione nella configurazione dell'input permette di migliorare le comunicazioni all'interno del team nel contesto del multiplayer competitivo. Migliora la resa generale del microfono, rendendo possibili trasmissioni in streaming e registrazioni con qualità dell'audio a livello professionale.

Per i giocatori, come accennato, è poi molto importante la Scout Mode. Funziona in alternativa ai profili SBX: si può passare da un'impostazione all'altra cliccando sull'apposito pulsante del software o tramite una combinazione di tasti di scelta rapida liberamente impostabile.

Conclusioni

A partire dalla Scout Mode, che offre dei concreti vantaggi competitivi permettendoci di udire dei suoni che altrimenti resterebbero immersi nel rumore ambientale, fino alla retroilluminazione configurabile e con un supporto talmente potente, Creative Sound BlasterX AE-5 Plus è una soluzione pensata innanzitutto per i giocatori. Dopo che l'avrete usata non riuscirete più a tornare indietro. Come una buona cuffia gaming, infatti, la scheda audio è cruciale per i giocatori. Non solo rivitalizza vecchie casse o cuffie, migliorandone il suono e riducendo i fruscii, ma permette di sfruttare al meglio sistemi surround e cuffie con impedenza elevata.

Sound BlasterX AE-5 Plus è sostanzialmente identica alla AE-5 precedentemente rilasciata, la quale prevedeva già il sistema di illuminazione RGB. La principale differenza riguarda la decodifica in hardware degli standard Dolby Digital Live e DTS. In particolare, DTS Connect include DTS Interactive e DTS Neo: PC, disponibile nelle varianti "cinema" e "musica". In altri termini, questo supporto consente di inviare audio multicanale al sintoamplificatore tramite l'uscita S/PDIF senza l'utilizzo di altri software.

Una soluzione del genere non migliora l'esperienza solo dei giocatori, perché è un dispositivo che può essere usato anche in ambiti che per certi versi si avvicinano a quelli professionali, con cuffie di alto livello o per esigenze di registrazione o di trasmissione ad alta qualità.

 

Sound BlasterX AE-5 Sound BlasterX AE-5 Plus Sound Blaster AE-7 Sound Blaster AE-9
Processore Audio Sound Core3D Sound Core3D Sound Core3D Sound Core3D
DNR/SNR DAC: 122 dB DAC: 122 dB DAC: 127 dB DAC: 129 dB
DAC ESS SABRE32Ultra ESS SABRE32Ultra ESS SABRE-class 9018Ultra ESS SABRE-class 9038Ultra
Massima risoluzione di riproduzione PCM: 32-bit / 384 kHz PCM: 32-bit / 384 kHz PCM: 32-bit / 384 kHz DSD: DSD64 PCM: 32-bit / 384 kHz DSD: DSD64
THD + N 0.00032% (DAC) 0.00032% (DAC) 0.0001% (DAC) 0.0001% (DAC)
Amplificatore per cuffie discreto Sì (biamplificatore) Sì (biamplificatore) Sì (biamplificatore) Sì (biamplificatore)
Amplificatori operazionali intercambiabili No No No Si
ACM No No Si Si
Illuminazione RGB Aurora Si Si No No
Supporto ASIO 2.3, Riproduzione e registrazione 2.3, Riproduzione e registrazione 2.3, Riproduzione e registrazione 2.3, Riproduzione e registrazione
Codifica No Dolby Digital Live / DTS Dolby Digital Live / DTS Dolby Digital Live / DTS
Scout Mode Si Si Si Si
Sistemi operativi supportati Windows 7, Windows 8, Windows 8.1, Windows 10 Windows 10 Windows 7, Windows 8, Windows 8.1, Windows 10 Windows 7, Windows 8, Windows 8.1, Windows 10
Tipo di connettore 3 uscite linea 5.1 da 3,5 mm 1 uscita ottica TOSLINK 1 uscita cuffie da 3,5 mm 1 ingresso microfono / Line-In da 3,5 mm 1 pannello frontale audio Intel HD 3 uscite linea 5.1 da 3,5 mm 1 uscita ottica TOSLINK 1 uscita cuffie da 3,5 mm 1 ingresso microfono / Line-In da 3,5 mm 1 pannello frontale audio Intel HD 3 uscite linea 5.1 da 3,5 mm 1 uscita ottica TOSLINK 1 uscita linea HP da 3,5 mm 1 ingresso microfono / Line-In da 3,5 mm 1 ingresso ottico TOSLINK 1 uscita ottica TOSLINK 1 uscita posteriore da 3,5 mm 1 uscita centrale / sub da 3,5 mm 1 collegamento ACM 1 basetta di alimentazione (PCI-e) a 6 pin (richiesta per ACM) 2 uscite frontali RCA (sinistra / destra)
   
  • Articoli Correlati
  • Recensione Creative Sound Blaster AE-9: le schede audio hanno ancora senso nel 2020? Recensione Creative Sound Blaster AE-9: le schede audio hanno ancora senso nel 2020? Creative ha festeggiato i 30 anni del marchio Sound Blaster nel 2019 e per l'occasione ha presentato la nuova Sound Blaster AE-9. Una scheda audio decisamente fuori dal comune e ben diversa dalle schede classiche, con una dotazione di accessori e di funzionalità estremamente elevata e in grado di accontentare tanto i giocatori quanto gli audiofili più esigenti
  • Creative Sound Blaster X-Fi Creative Sound Blaster X-Fi Creative, da sempre leader nella progettazione di schede audio per PC, ha recentemente aggiornato il suo ventaglio d’offerta con le nuove Sound Blaster X-Fi. Basate sul potente processore audio X-Fi, queste schede sono il progetto nel quale Creative ha riversato tutte le sue energie
  • Creative Sound Blaster Audigy 2 NX Creative Sound Blaster Audigy 2 NX Creative conferma quello che è la tendenza nel mercato delle schede audio, che vede con rilevanza sempre maggiore la nascita di potenti soluzioni mobile puntando sempre meno sui prodotti PCI. La Sound Blaster Audigy 2 NX è attualmente la massima espressione della tecnologia Sound Blaster abbinata al più versatile, portatile e compatto package attualmente disponibile.
42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8818 Maggio 2020, 16:48 #1
Non vorrei dire, ma è già da un po' che è uscita sta nel mercato
gatto2318 Maggio 2020, 16:59 #2

SoundBlaster... bei tempi!

Ricordo che era quasi indispensabile nell'assemblare PC fino ai primi anni del 2000 fintanto le "schede audio" non sono state inserite nelle MOBO (ma di infima qualità . Oggi le cose sono molto cambiate e le integrate vanno bene al 95% degli utenti anche quelli più "audiofili" (ci sono brand che montano chip audio decisamente buoni), Perciò penso che questa soluzioni oggi sia troppo di nicchia tanto da poter essere snobbata persino dai pro player oltre dai veri audiofili che monterebbero un DAC con i controco...ni appoggiate ad un AMPLI che da solo costerebbe più di un PC cazzuto senza parlare delle casse!
Predator_198218 Maggio 2020, 17:16 #3
nickname88...non vorrei dire io...ma come fa ad essere uscita da tempo se sarà disponibile dal 22 maggio?? Forse ti riferisci al modello AE-5 "liscio"
redeagle18 Maggio 2020, 18:04 #4
si chiama come il figlio di Musk.
supertigrotto18 Maggio 2020, 18:22 #5
Oggetto potente ma inutile se il resto dell'impianto o delle cuffie non sono di alta qualità,cavi compresi.
Dalle uscite della scheda ci vorrebbero cavi del segnale di alta qualità,un pre e un ampli di qualità,un purificatore di rete,cavi delle casse ottimi,ottime casse (evitare come la peste le Bose) e una stanza adeguatamente insonorizzata.
Se parliamo di cuffie,anche lì c'è da spendere.
Morale della favola?
Inutile avere un motore da formula uno se poi lo monti su un telaio di una Panda degli anni 90.
KD218 Maggio 2020, 18:46 #6
Creative insiste in questa politica fallimentare e ancora si rifiuta di inserire i propri chipset audio nelle mobo come ha fatto molto saggiamente Realtek.

Ho tenuto la Sound Blaster Z per 2 annetti, poi siccome l'uscita audio era la stessa della Realtek e pure senza alcun driver installato (che alla fine non fan altro che appesantire il sistema con tsr di effetti vari che mai userò alla fine l'ho venduta. Il tempo delle schede audio standalone è finito da un pezzo, anche per i nostalgici del passato, posso capire un audiofilo incallito ma per l'utente normale l'audio in uscita dei chipset integrati è sufficientemente cristallino e pulito.
allmaster18 Maggio 2020, 19:01 #7
Ho comprato la Zx anni fa perchè la live con windows7 non andava molto bene... e non ti dico la delusione quando ho scoperto che era meglio la vecchia live con XP, per quello che mi serviva, e cioè il supporto ai file SF2 per i midi e gli effetti sulla voce in tempo reale ...

Unica cosa carina il manopolone per le cuffie
virtualdj18 Maggio 2020, 19:07 #8
Io invece ho comprato una Z proprio per sopperire al chip Realtek con driver [U]schifosi[/U] della mia scheda madre ASUS da 450 e passa euro. Non è perfetta, ma almeno consente l'upmix di una sorgente stereo su 5.1.

Provate a farlo con i driver Realtek e Windows 10: un delirio! O si abilitano gli effetti stanza, che però hanno riverberi ed eco o nulla, non si può. Se questa è la "qualità" di questo audio integrato, beh!

La Z almeno lo fa (per le sorgenti stereo, mentre non lo fa con le sorgenti mono tipo alcuni video su YT) però a parte il fastidiosissimo LED rosso sempre acceso è comunque MOLTO inferiore alla mia vecchia Live ZS Platinum Pro con box esterno. Quella era una scheda audio: ingressi a non finire e driver degni. Quanto mi manca il CMSS 3D!!!
chaosblade18 Maggio 2020, 20:03 #9
Io ho avuto schede audio fino alla sound blaster live e un po’ per pigrizia e perché non uso più tantissimo il pc la mia opinione sulla Realtek è pessima, il dack su uscita jack analogico fa cacare ed è super economico e nella maggior parte dei casi restituisce dei disturbi dati dai mosfet della scheda madre in particolare avvertibile quando si muove il mouse o si avvia un app mai avuti con le creative. I driver non sono mai aggiornati spesso e il pannello di controllo della realtek è indietro anni luce da quello di una creative
IamaGuru18 Maggio 2020, 20:15 #10
I bei tempi di una volta... quando creative faceva le partnership e i giochi sfruttavano le EAX!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^