YouTube contro Netflix: arriva ''Originals'' con serie TV e film esclusivi gratis

YouTube contro Netflix: arriva ''Originals'' con serie TV e film esclusivi gratis

Dal 2020, Google, è pronta ad introdurre sul mercato la nuova piattaforma di YouTube. Si chiamerà Originals e porterà agli utenti film e serie TV gratuite con l'aggiunta di qualche ads.

di pubblicata il , alle 14:41 nel canale Audio Video
YouTubeNetflix
 

YouTube lancia la sfida a Netflix ma anche a Disney, in arrivo il prossimo anno con il suo servizio di streaming. Google sembra sempre più intenzionata a rivedere il suo progetto di trasmissione dei video online andando ad arricchire quello che risulta un monopolio per Netflix: la visione di film e serie TV originali. Per farlo però ha intenzione a partire dal 2020 di introdurre sul mercato una nuova piattaforma denominata "Originals" capace di far vedere contenuti premium in modo gratuito con l'aggiunta di qualche pubblicità.

Una strategia che al momento nessuno dei servizi in streaming ha adottato. Tutti hanno sempre pensato di far pagare un corrispettivo mensile o annuale che permettesse di visionare tutto il catalogo senza alcuna restrizione e senza alcuna pubblicità. Il futuro, secondo Google sembra ben altro e la strategia dell'azienda passa proprio per gli ads lasciando i contenuti alla mercé di tutti.

YouTube Originals: cosa farà di diverso

In base alla nuova strategia pronta ad essere applicata da Youtube, con Originals, gli utenti potranno accedere in modo completamente gratuito ai contenuti oggi utilizzabili solo da chi ha sottoscritto un abbonamento YouTube Premium e dunque pagando gli 11,99 € al mese anche in Italia. In futuro dunque film e serie TV originali potranno essere visionate anche senza la sottoscrizione del mensile purché si accetti la visione anche della pubblicità.

Il vantaggio per gli utenti che pagheranno la sottoscrizione però sarà quella di non avere alcun tipo di pubblicità durante la visione dei contenuti e soprattutto avranno alcune "chicche" come la possibilità di vedere in anteprima i video o magari anche di poter visionare backstage o contenuti esclusivi. Oltretutto gli utenti che continueranno a pagare potranno avere anche l'accesso a YouTube Music a differenza degli altri utenti Free.

La novità arriverà però nel 2020 e riguarderanno tutti contenuti nuovi mai usciti prima d'ora sulla piattaforma. L'obiettivo è palese ossia soddisfare la richiesta degli utenti con contenuti completamente nuovi, originali e soprattutto di interesse per tutti. Per YouTube è poi chiara anche la volontà di creare interesse per gli investitori e per gli inserzionisti in modo tale da proporre all'utenza contenuti di maggiore valore.

“Guardando al 2019, intendiamo continuare a investire in programmi originali e ad avviare il passaggio dei nostri contenuti YouTube Originals sulla piattaforma gratuita e ad-supported per soddisfare la domanda crescente dei fan globali“, dichiara un comunicato ufficiale di YouTube. “Questa nuova fase della nostra strategia sui contenuti originali allargherà il pubblico per i creatori di YouTube Original e offrirà agli inserzionisti eccellenti contenuti che raggiungono la YouTube generation.”

La volontà da parte di YouTube è chiaramente quella di voler fronteggiare il monopolio di Netflix in questo campo ma anche le novità come Amazon Prime Video o addirittura i nuovi futuri arrivi di Disney e chissà magari anche di Apple, si vocifera un suo servizio da ormai tanto tempo. YouTube ci prova guardando un po' a quanto già fatto dalla TV classica con film interrotti ad intervalli regolari dalla pubblicità o magari anche con titoli nostalgici capaci di "rosicchiare" terreno ai colossi come Netflix e Amazon.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

38 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7729 Novembre 2018, 14:44 #1
Ormai è guerra aperta.
Tutti hanno capito molto chiaramente che i servizi di distribuzione in streaming sono la nuova era dell'audiovisivo.

Da una parte la concorrenza è salutare per il mercato ed i consumantori.. dall'altra qui si rischia di dover fare cinquanta abbonamenti.. mah.
[?]29 Novembre 2018, 14:50 #2
A me sta bene tutto, ma spero vivamente che Netflix rimanga cosi com'è.
Per me è il top come funziona ora a un prezzo ottimo, da quando ce l'ho non c'è stato 1 minuto dove dava problemi e sono abbonato dai primi mesi che è disponibile in italia.
fano29 Novembre 2018, 14:58 #3
Beh se gratis vuol dire ancora "non si paga una mazza" (sapete magari è come il "per sempre" delle compagnie TLC) sto servizio di Youtube è da leccarsi i baffi!
DjLode29 Novembre 2018, 15:09 #4
Originariamente inviato da: fano
Beh se gratis vuol dire ancora "non si paga una mazza" (sapete magari è come il "per sempre" delle compagnie TLC) sto servizio di Youtube è da leccarsi i baffi!


Personalmente ritengo che il bello dei servizi a pagamento sia appunto l'assenza di pubblicità. Su Youtube normale un sacco di video hanno pubblicità noiosa all'inizio che se va bene si può saltare dopo 5 secondi, altrimenti dura qualche secondo in più e non si può skippare. Se si parla di contenuti di una certa complessità (quali immagino possano essere una serie tv o un film), a quanto ammonterà la pubblicità?
Preferisco pagare una cifra equa (come può essere quella richiesta da Netflix) e poter fruire tutto subito senza dove aspettare.
Detto questo, sempre come opinione personale, credo che stiano diventando un pò troppe queste piattaforme, troppa frammentazione e "numeri" un pò sparati a caso (ci sono ad esempio un sacco di film, ma tutte cose vecchie che se interessato ho già visto).
HSH29 Novembre 2018, 15:09 #5
gratis finchè non si diffonde, poi cacciano su pubblicità odiose come YT ora , o abbonamenti a pagamento
alexbilly29 Novembre 2018, 15:11 #6
Speriamo solo di non ritrovarci in un prossimo futuro anche con lo streaming a pagamento affossato dalle pubblicità, praticamente la fine che abbiamo fatto con Sky.
nebuk29 Novembre 2018, 15:13 #7
Prima o poi finirà come con la RAI, pagheremo e vedremo la pubblicità
demon7729 Novembre 2018, 15:25 #8
Originariamente inviato da: fano
Beh se gratis vuol dire ancora "non si paga una mazza" (sapete magari è come il "per sempre" delle compagnie TLC) sto servizio di Youtube è da leccarsi i baffi!


Stiamo a vedere.
Io preferisco di gran lunga Netflix che paghi una scemata ma vedi tutto senza pubblicità piuttosto che non pagare nemmeno quella scemata e dovermi sorbire la pubblicità obbligatoria.
E' un attimo che si finisce come la fogna-TV che abbiamo ora.. come ad esempio mediaset che per un'ora e mezza di film ti fa un'ora e mezza di pubblicità.
Il film inizia alle 21 e finisce a mezzanotte.
Nhirlathothep29 Novembre 2018, 15:30 #9
nn ho mai visto pubblicità su youtube, appena loggo nel browser mi installla adblock. nemmeno sapevo ci fossero
macs31129 Novembre 2018, 15:34 #10
Originariamente inviato da: Nhirlathothep
nn ho mai visto pubblicità su youtube, appena loggo nel browser mi installla adblock. nemmeno sapevo ci fossero


è pieno.
anche io lo scoprii anni fa dopo una vita a casa di un amico. poi gli ho installato adblock.

il problema rimane sul mobile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^