Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Panasonic OLED top di gamma con Fire TV: i motivi della scelta

Panasonic OLED top di gamma con Fire TV: i motivi della scelta

Un viaggio agli Amazon Studios di Los Angeles per scoprire il motivi che hanno portato Panasonic a scegliere Fire TV come sistema operativo per i propri TV OLED top di gamma Z95A e Z93A

di pubblicata il , alle 12:00 nel canale Audio Video
PanasonicOLED4KHDRAmazonTV 4K HDR
 

È stato sicuramente uno degli annunci più interessanti del CES di Las Vegas in ambito televisori: la netta scelta di campo di Panasonic, che ha deciso di adottare il sistema operativo Fire TV di Amazon per i suoi TV top di gamma OLED.

Dopo averlo provato su alcuni modelli entry level della gamma 2023, Panasonic ha deciso di passare a Fire TV anche sui suoi flagship e probabilmente estenderà il sistema operativo di casa Amazon a gran parte dei suoi televisori.

Amazon Studios - Culver City Studios - LA California

Per meglio raccontare le genesi di questa scelta, Panasonic ha organizzato un evento a Los Angeles agli Amazon Studios (già Culver Studios, dove sono state girate pellicole del calibro di 'Via col vento') in cui abbiamo incontrato tecnici Panasonic e sviluppatori Amazon e avere dalla loro viva voce alcuni retroscena della collaborazione.

Fire TV sugli OLED top di gamma di Panasonic: le ragioni della scelta

Ecco i nuovi OLED top di gamma Panasonic con Fire TV: Z95A e Z93A - Interfaccia OS

Erano anni che puntualmente Amazon bussava alla porta di Panasonic per convincere gli ingegneri giapponesi a provare un OS alternativo per i loro televisori e qualche tempo fa questa insistenza ha dato i propri frutti. Panasonic ha trovato in Amazon un partner molto collaborativo - ce lo avevano già detto alla presentazione dei primi televisori con Fire TV OS - e soprattutto i tecnici nipponici hanno avuto grande libertà nel personalizzare l'interfaccia e la gamma di funzionalità, in modo che nel passaggio non andassero perse le unicità del precedente sistema MyHomeScreen.

Per poter ottenere questo risultato in Panasonic c'è stato un lavoro molto importante. Il Chief Software Engineer di Panasonic, Tatsuya Fujimoto, ce lo ha confermato a voce. In precedenza il sistema MyHomeScreen aveva una appliacation platform che girava diretttamente sul kernel Linux con librerie native C/C++, mentre Fire TV OS prevede anche un Hardware Abstraction Layer, un runtime e un application framework in Java.

Nessuno degli ingegneri software di Panasonic aveva confidenza con Java, per cui l'azienda li ha messi tutti a studiare per mesi. Alla fine i tecnici hanno riscritto tutte le applicazioni e le funzionalità in Java, in modo da replicare l'esperienza del sistema operativo precedente proprietario anche nella versione personalizzata di Fire TV.

Nuovo sistema operativo senza perdere le peculiarità del vecchio

Ecco i nuovi OLED top di gamma Panasonic con Fire TV: Z95A e Z93A - Telecomando

In particolare la sfida è stata anche quella di portare nel nuovo sistema operativo alcune funzioni peculiari dei TV Panasonic, a partire dalle varie modalità immagine (che in casa Panasonic sono più di 10) e la funzione Penta Tuner, che aggrega tutte le possibili fonti di sintonizzazione (antenna, satellite, cavo, IPTV e TV-IP). Un grande lavoro è stato fatto anche sul telecomando, visto che quello classico delle Fire TV Stick era troppo semplice: il nuovo remote control è stato profondamente rivisto e porta in dote la classica impostazione Panasonic con molti tasti e tastierino numerico, aggiungendo anche il tasto per la registrazione, rendendo così i TV Panasonic i primi in Europa tra quelli con Fire TV con questa funzione.

Nonostante il profondo lavoro di personalizzazione operato sul sistema operativo, l'interfaccia e rimasta molto reattiva. La struttura dell'homepage ha beneficiato dell'esperienza Amazon e ora è molto più incentrata a semplificare la ricerca dei contenuti tra i vari servizi, con rapido accesso ai più visti e alle raccomandazioni. Rispetto alle Fire Stick troviamo in bella vista l'accesso ai canali televisivi broadcast, con possibilità di avere anche l'anteprima live in fase di preselezione.

La struttura del menu è stata pensata per non disorientare chi arriva da precedenti TV Panasonic con sistema operativo MyHomeScreen, anche a livello cromatico e - sebbene rivista in alcuni aspetti - mette a disposizione tutte le personalizzazioni fini tipiche dei televisori giapponesi.

A tutto si aggiunge la possibilità di sfruttare i comandi vocali di Amazon Alexa per ogni operazione, dalla regolazione dei parametri senza dover accedere al menu, fino al cambio di sorgente e addirittura di canale.

Ecco i nuovi OLED top di gamma Panasonic con Fire TV: Z95A e Z93A

[HWUVIDEO="3428"]Ecco i TV OLED Panasonic top di gamma con Fire TV[/HWUVIDEO]

Per ora Panasonic ha annunciato solo i due modelli top di gamma (come sempre avvenuto al CES) i nuovi Panasonic Z95A (65" e 55") e Z93A (77").

Ecco i nuovi OLED top di gamma Panasonic con Fire TV: Z95A - Pannello MLA seconda generazione

I nuovi televisori Z95A e Z93A vedono l'integrazione di un nuovo processore HCX Pro AI Processor MK II, che garantisce di poter spremere al meglio le capacità dei pannelli OLED (Master OLED Ultimate con tecnologia MLA Micro Lens Array per Z95A e Master OLED Pro Cinema per il modello Z93A), che in questa iterazione puntano a garantire un picco di luminanza più elevato e frequenza di aggiornamento fino a 144 Hz. In particolare Z95A ha mostrato durante le demo un picco di luminanza decisamente elevato e probabilmente i nuovi televisori salteranno in cima alla lista di tutti gli amanti del cinema che fino a ora avevano dubitato di Panasonic per la presenza a bordo di un sistema operativo proprietario.

Ecco i nuovi OLED top di gamma Panasonic con Fire TV: Z95A e Z93A

Entrambi i televisori supportano inoltre il Dolby Vision IQ Precision Detail e Dolby Vision Gaming, ora compatibile anche con frame rate fino a 144Hz. A livello audio il sistema 360° Soundscape Pro messo a punto da Technics, con altoparlanti multidirezionali e supporto Dolby Atmos, punta a offrire un suono surround 3D più coinvolgente.

Inoltre, sia Z95A che Z93A sono compatibili con Apple Home e AirPlay, il che significa che gli utenti possono controllare il loro TV utilizzando Siri e consentendo in modo facile lo streaming di film, musica, giochi e foto direttamente dai loro iPhone, iPad o Mac.

Trattandosi di una presentazione preliminare non si è ancora parlato di prezzi: per quelli bisognerà attendere la definizione di tutta la gamma e se riparlerà quindi tra qualche mese.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marcus Scaurus17 Gennaio 2024, 14:37 #1
Ho un plasma Panasonic del 2011, all'epoca top di gamma, ancora oggi in servizio grazie proprio ad una firestick.

Non so nei modelli più recenti, ma all'epoca il software era una nota dolente... Molto contento di questa notizia quindi. La firestick è economica, performante e flessibile. Una vera manna.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^