LG, gamma TV 2018 OLED e Nano Cell con Intelligenza Artificiale ThinQ e nuovi processori

LG, gamma TV 2018 OLED e Nano Cell con Intelligenza Artificiale ThinQ e nuovi processori

LG ha già fatto il suo annuncio in tal senso, svelando le tecnologie che saranno alla base della sua gamma 2018 di TV OLED e Super UHD. Algoritmi di Natural Language Processing (NLP) saranno alla base dell'intelligenza artificiale ThinQ, che vuole portare nei TV le funzionalità degli assistenti vocali. Nuovi anche i processori d'immagine α9 e α7

di pubblicata il , alle 12:37 nel canale Audio Video
LGSmart TVOLED
 

Deep Learning, Artificial Intelligence, Machine Learning sono tutti termini di cui sentiremo molto parlare in questo 2018. In particolare vedremo sbarcare l'intelligenza artificiale su tutti questi dispositivi che prima erano semplicemnte 'smart' e connessi. Non faranno eccezione i televisori e LG ha già fatto il suo annuncio in tal senso, svelando le tecnologie che saranno alla base della sua gamma 2018 di TV OLED e Super UHD. Algoritmi di Natural Language Processing (NLP) saranno alla base dell'intelligenza artificiale ThinQ, che vuole portare nei TV le funzionalità degli assistenti vocali (come Alexa su Amazon Echo e Google Home con Google Assistant), permettendo al televisore di capire i comandi vocali dell'utente e di comandare non solo l'apparecchio, ma anche dispositivi di terze parti sparsi per casa. Sarà possibile porre al TV tramite la voce domande come 'Trovami la colonna sonora di questo film' oppure dare comandi come 'Spegniti automaticamente alla fine di questo programma' senza dover specificare per nome il film e il programma. Nei paesi in cui è disponibile sarà possibile fin da subito controllare gli apparecchi di casa attraverso Google Assistant, spegnendo le luci della sala con un comando vocale, per esempio.

Il processore α9 si occuperà invece di gestire le immagini sui televisori OLED e dovrebbe garantire maggiore qualità d'immagine, anche grazie a un processo di riduzione del rumore a quattro passaggi, riducendo gli artefatti e offrendo gradienti molto morbidi. Grande attenzione anche alla riproduzione dei colori, dove il processore Alpha 9 dovrebbe garantire grande naturalità. Troveremo inoltre il supporto ai contenuti ad elevato frame rate [high frame rate (HFR)] fino a 120 fotogrammi al secondo.

 

Il processore α7 sarà invece il cuore pulsante della nuova gamma di TV Super UHD Nano Cell con retroilluminazione FALD Backlight, acronimo di Full-Array Local Dimming, per un maggiore contrasto grazie alla regolazione puntuale dell'intensità della retroilluminazione, per neri profondi uniti a picchi di luminosità particolarmente intensi.

Sia i pannelli OLED sia quelli Nano Cell Super UHD offriranno la funzionalità 4K Cinema HDR, che dovrebbe garantire una 'truly cinematic experience', ma che al momento non è stata ulteriomente spiegata nei dettagli; per essi bisognerà attendere la presentazione della nuova gamma in programma per l'8 gennaio a Las Vegas durante il CES 2018, evento a cui la nostra redazione parteciperà con alcuni inviati sul campo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supertigrotto03 Gennaio 2018, 13:05 #1

Incredibile

Da quasi sottomarca LG é riuscita a ritagliarsi una fetta nel mondo dei grandi marchi.
Scarfatio03 Gennaio 2018, 13:35 #2
Originariamente inviato da: supertigrotto
Da quasi sottomarca LG é riuscita a ritagliarsi una fetta nel mondo dei grandi marchi.


Credo che tu l'abbia confusa con qualche altra azienda
demon7703 Gennaio 2018, 14:18 #3
"thinkQ"
Direi che suona come un avvertimento...

Battute a parte.. la prossima TV la prendo con android TV sicuro come la morte.
Adesso ho una LG e devo dire che WebOS fa abbastanza cacare.

E' rigido come un palo e nello store ci sono tre cacate in croce.
Ad averlo provato prima spendevo qualcosina in più ma mi facevo un Sony.
acerbo03 Gennaio 2018, 14:48 #4
Originariamente inviato da: demon77
"thinkQ"
Direi che suona come un avvertimento...

Battute a parte.. la prossima TV la prendo con android TV sicuro come la morte.
Adesso ho una LG e devo dire che WebOS fa abbastanza cacare.

E' rigido come un palo e nello store ci sono tre cacate in croce.
Ad averlo provato prima spendevo qualcosina in più ma mi facevo un Sony.


non vale la pena spendere soldi in piu' per avere un sw embedded dentro la TV, con quattro soldi ti ci prendi una android box, io ad esempio ho comprato una shield tv e finora sono ampiamente soddisfatto.
Parlando di lg poi il loro problema é proprio il SW, spesso hanno bug e le interfacce dei menu sono peggio di quelle windows, non sai ma dove mettere le mani per accedere ad una configurazione.
demon7703 Gennaio 2018, 15:33 #5
Originariamente inviato da: acerbo
non vale la pena spendere soldi in piu' per avere un sw embedded dentro la TV, con quattro soldi ti ci prendi una android box, io ad esempio ho comprato una shield tv e finora sono ampiamente soddisfatto.
Parlando di lg poi il loro problema é proprio il SW, spesso hanno bug e le interfacce dei menu sono peggio di quelle windows, non sai ma dove mettere le mani per accedere ad una configurazione.


Si, hai ragione. Infatti quando il software embedded diventerà obsoleto ovviamente la scelta sarà una android box.. anzi penso addirittura un pc fatto e finito.. vedrò a suo tempo.

C'è da dire che usare il sistema embedded è comodo, unico telcomasndo e vai.
Con la box devi accendere un sistema secondario con relativo controller.
(pigrizia pura me ne rendo conto)
Dinofly03 Gennaio 2018, 15:36 #6
Sono almeno 6-7 anni che sono leader indiscussi nel mondo tv e, in generale, display. (Tranne mobile, dove Samsung la fa da padrone)
Indipendentemente dalla marca scritta sul monitor che state guardando in questo momento, c'è una buona probabilità che stiate guardando un pannello LG.
acerbo03 Gennaio 2018, 15:55 #7
Originariamente inviato da: demon77
Si, hai ragione. Infatti quando il software embedded diventerà obsoleto ovviamente la scelta sarà una android box.. anzi penso addirittura un pc fatto e finito.. vedrò a suo tempo.

C'è da dire che usare il sistema embedded è comodo, unico telcomasndo e vai.
Con la box devi accendere un sistema secondario con relativo controller.
(pigrizia pura me ne rendo conto)


la cosa buona della shield infatti é che l'interfaccia é pensata per poter essere usata direttamente con il telecomando della tua tv, basta avere la funzionalità hmdi-cec, cosa che hanno pure le TV di 10 anni fà.
radica03 Gennaio 2018, 16:04 #8
Originariamente inviato da: Scarfatio
Credo che tu l'abbia confusa con qualche altra azienda


Forse sei giovane o non ricordi.
Negli anni 1992-94 l'azienda si chiamava Goldstar ed era "una sottomarca".
Cambio da allora il nome in LG e col nuovo piano industriale eccola qua, tra le prime nel settore TV e in testa in quello produttrice specificatamente di Oled
Kratos8503 Gennaio 2018, 16:18 #9
Mmmm hdmi 2.1?
zappy03 Gennaio 2018, 16:36 #10
Originariamente inviato da: supertigrotto
Da quasi sottomarca LG é riuscita a ritagliarsi una fetta nel mondo dei grandi marchi.

la parabola oppsta di quel che han fatto l'europa e l'italia...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^