Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Amazon Fire TV Stick 4K Max (2023): cambia davvero? La recensione

Amazon Fire TV Stick 4K Max (2023): cambia davvero? La recensione

Cambia poco ma alcune nuove caratteristiche, soprattutto tecniche, la rendono un po’ più performante anche se non ce n’era poi tanto bisogno. E poi c’è anche il nuovo telecomando con qualcosa in più. È la più potente della serie e permette di trasformare una TV in una smart TV e vediamo allora perché comprarla e perché no. 

di pubblicata il , alle 15:29 nel canale Audio Video
Amazon
 

La parola Max applicata ad un dispositivo solitamente viene suggerita quando questo possiede delle dimensioni maggiorate rispetto alla versione standard. Per Amazon questo non è propriamente esatto o almeno per la versione Max della Fire TV Stick 4K, l’aggiunta della parola Max implica un hardware più potente ma anche e soprattutto caratteristiche tecniche che cercano di farla diventare il set top box più equilibrato tra tutte le Fire TV Stick ma non solo. 

Amazon ha lanciato la prima generazione della Fire TV Stick 4K Max a fine settembre del 2021 al prezzo di 64,99€. In questo caso la parola Max per Amazon implicava novità riguardanti le grandi  prestazioni rispetto alle altre Fire TV dell’azienda. Guardando la scheda tecnica in effetti si trovava una nuova chiavetta smart con più memoria RAM capace di permettere un boost non indifferente nell’apertura delle applicazioni. Amazon aveva aggiornato il modulo Wi-Fi alla versione 6 permettendo dunque le migliori prestazioni di streaming via wireless, chiaramente supponendo di avere un router adatto da cui trarre i vantaggi. Infine c’era la novità del telecomando che non solo possedeva la possibilità dei comandi vocali con Alexa, che avevamo già visto in altre versioni, ma permetteva di avere pulsanti dedicati ad alcune app di streaming per accorciare i tempi di accesso ad esse. 

Tutte differenze che raggruppate insieme e accodate a quelle che erano le già ottime prestazioni della Fire TV Stick 4K di Amazon permettevano di avere ad un costo comunque interessante, un pacchetto qualità/prezzo ottimale. Quest’anno le differenze si contano un po’ sulle dita di una mano e il prezzo sale leggermente ancora. È chiaro allora che in questo caso è necessario effettivamente capire se rispetto alla prima generazione, questa nuova Fire TV Stick 4K Max 2023 è una chiavetta smart capace di migliorarsi così tanto da poter essere acquistata soprattutto ora che costa di listino 79,98€. 

 

UNBOXING e DESIGN: sempre più visione ''green'' e non solo

Partiamo subito dall’unboxing perché ogni volta ci piace scoprire quali novità si celano dietro ad un prodotto rinnovato anche a livello di accessoristica o altro. In questo caso inevitabile non sottolineare la volontà da parte di Amazon nell’ottenere un packaging completamente plastic-free. Lo sappiamo che la visione del produttore è, come altri brand del settore, quella di eliminare il più possibile la plastica ed ecco perché il 99% dell’imballaggio di questa Fire TV Stick è realizzato con fibre di legno provenienti da foreste gestite in modo sostenibile o da fonti riciclabili. Insomma già dalla scatola c’è un certo riguardo a fare del bene all’ambiente. 

Estraendola in un classico e ormai conosciuto gioco di incastri troveremo tutto quello che serve per farla funzionare immediatamente. C’è la Fire TV Stick, che vedremo cambia leggermente il suo design nelle forme e nelle curve, c’è il telecomando nuovo dotato di due batterie AAA, c’è il solito cavo di alimentazione con il suo alimentatore e c’è una prolunga HDMI in caso fosse necessario per posizionare la Stick in modo più comodo e consono sulla TV. Niente altro se non un piccolo libretto di prime istruzioni anche se la configurazione iniziale è davvero semplice e immediata anche per chi non è esperto di questi prodotti. 

A livello di design troviamo la piccola chiavetta di Amazon un pochino più elegante nel suo aspetto. Non cambia tantissimo anzi rimane comunque la classica smart key ma di fatto gli angoli si arrotondano notevolmente rispetto a prima e questo forse la rende un pochino più bella da vedere anche se poi nella maggior parte delle volte verrà nascosta dietro la TV. 

Differenze tra Fire TV Stick 4K Max 1a e 2a Generazione 

A livello di specifiche tecniche sappiate che la nuova Fire TV Stick 4K Max è una chiavetta con processore quad-core da 2.0 GHz a cui si associa una GPU da 850 MHz con 2GB di RAM e 16 GB di memoria di archiviazione non espandibile. Sono queste le prime specifiche che cambiano perché c’è un piccolo incremento nel processore che aumenta il suo clock (prima poteva arrivare a 1,8GHz), nella nuova GPU (prima si arrivava a 750MHz) ma anche nello spazio di archiviazione che raddoppia rispetto a prima quando si fermava ad 8GB (con una capacità utilizzabile che superava a malapena i 5GB, ora invece siamo sui 13GB). 

Oltre a questo c’è la novità del modulo Wi-Fi che ora risulta un Wi-Fi 6E (prima era invece un Wi-Fi 6) a tre bande classiche da 2.4, 5 e 6GHz. Anche il Bluetooth aumenta la sua potenzialità arrivando alla versione 5.2 BLE. Il resto non cambia e la nuova Fire TV Stick 4K Max 2023 mantiene un’uscita HDMI ARC come anche un ingresso micro USB. Sì, è forse questo uno degli unici mancati rinnovamenti che ci avrebbero invece fatto piacere garantendo anche a questo componente di progredire di pari passo con gli altri. 

È un po' fastidioso non trovare una porta USB-C divenuta ormai uno standard addirittura per Apple. Poco male però perché è palese che avere una Micro USB o una USB-C avrebbe cambiato poco a livello di funzionalità visto che sia il cavo che l’alimentatore in dotazione spingono la chiavetta al massimo a 5W (che sono poi quelli che servono a farla funzionare e non di più). Di fatto se la Fire TV Stick dovesse essere usata spesso in diverse postazioni in modo itinerante allora sì che avere una porta USB-C poteva far comodo evitando di portare sempre con sé quell'unico cavo Micro USB.  

Due invece sono le differenze più importanti che riguardano la nuova Fire TV Stick 4K Max di quest’anno: una riguarda il software che vede l’aggiunta della cosiddetta modalità ''Ambiente'' e poi il nuovo telecomando Alexa Enhanced Edition che rimane fedele esteticamente al passato ma si allunga e aggiunge qualche tasto rendendosi più funzionale. 

Partiamo proprio da quest’ultimo perché senza dubbio abbiamo apprezzato le novità che Amazon ha deciso di implementare. Qui siamo di fronte al cosiddetto telecomando vocale Alexa Enhanced Edition che si differenzia sicuramente rispetto a quello presente con la precedente generazione. Qui infatti troviamo un nuovo tasto ''Recenti'' che permette di trovare appunti i programmi visti recentemente. C’è la novità per chi usa la Fire TV Stick anche per guardare i programmi in diretta TV il pulsante per passare da un canale precedente ad uno successivo comodamente. Peccato forse non poter cambiare da una piattaforma all’altra o da una sorgente all’altra. Presente anche il pulsante ''Impostazioni'' che permette di entrare nel menu del sistema operativo di Amazon senza dover per forza farlo tramite passaggi secondari. Cambia il pulsante che in precedenza era dedicato alla piattaforma di Disney+ e che ora invece viene sostituito da un pulsante denominato Applicazioni. Rimangono invece quelli per entrare direttamente su Amazon Music, Netflix e Prime Video. Il resto non cambia se non per una lunghezza dimensionale maggiore anche se la sua leggerezza permette di manovrarlo con facilità e comodità. Sì, purtroppo mancano i tasti retroilluminati che rimangono esclusiva del telecomando vocale Alexa Pro ma che forse poteva dare un qualcosa in più agli utenti visto anche l’aumento di prezzo di questa Fire TV Stick 4K Max. 

Altra differenza importante rispetto alla precedente generazione riguarda un aspetto grafico dell’interfaccia piuttosto che hardware. Amazon infatti implementa in questa seconda generazione di Fire TV Stick 4K Max la cosiddetta modalità ''Ambiente'' che è possibile attivare tramite comando vocale con Alexa o anche tramite comando fisico rapido sul telecomando. Non solo perché si potrà attivare anche automaticamente se la Fire TV Stick rimarrà inoperativa per qualche minuto (5,10, 15 minuti o anche alcune ore a seconda delle volontà dell’utente). 

È senza dubbio una novità interessante che permette ad ogni TV di divenire una enorme cornice digitale con la possibilità di osservare oltre 2000 opere d’arte e fotografie selezionate da Amazon. Un valore aggiunto sicuramente anche se per molti, soprattutto coloro che di solito non lasciano la TV accesa per non guardarla, potrebbe non fare la differenza. Peccato in questo caso il fatto che, almeno per il momento, questo tipo di funzionalità è esclusiva di questa seconda generazione di Fire TV Stick 4K Max e non arriverà invece alla precedente generazione e siamo sicuri che a livello hardware non ci sarebbero problemi nel poterla implementare. Ci sono anche i widget con gli appuntamenti da calendario, il meteo o ancora tutte quelle funzionalità che vediamo sugli Echo Show da qualche tempo e che ora possono essere ''fissati'' anche nella schermata della TV. Sono effettivamente comodi e permettono di avere a colpo d’occhio, sempre per chi manterrà accesa la TV anche quando non guarda un programma, ogni tipo di informazione utile. 

Amazon Fire TV Stick 4K Max 2023: come funziona ora?

A livello di capacità visive la nuova Fire TV Stick 4K Max di seconda generazione non cambia rispetto alla prima e fondamentalmente offre il Dolby Vision, HDR10+, HDR10 e HLG con anche il supporto alla decodifica video AV1 per la visione dei contenuti su YouTube o anche Netflix. A livello prestazionale le differenze tra la prima e la seconda generazione sono davvero minime. Sì, perché la versione 2023 della Fire TV Stick 4K Max aumenta la velocità di esecuzione delle applicazioni e l’apertura delle stesse che avviene in modo quasi istantaneo cosa che si nota se si mette a confronto la Stick con quella standard ma molto meno, maggiore fluidità generale, con la Max di prima generazione. 

Durante i test abbiamo provato ripetutamente la nuova Amazon Fire TV Stick 4K Max e abbiamo notato come tutto giri a perfezione. Le app, i film e anche i programmi si avviano rapidamente e soprattutto quando si passa da un'app all'altra o si torna indietro tutto rimane fluido e senza lag. Avviare servizi di app come Disney+ ci si impiega appena 5 secondi (e sappiamo che quella di Disney+ è la più lenta). Istantanea invece l’apertura di Netflix o anche di Prime Video proprio come avviene con la prima generazione di questa Fire TV Stick 4K Max ma che invece non è possibile con le altre versioni meno premium dove è necessario attendere qualche decina di secondi. 

L’interfaccia non cambia come abbiamo visto se non per la modalità Ambiente o per i Widget. Proprio come tutti i dispositivi Fire TV Stick precedenti, anche la nuova Fire TV Stick 4K Max presenta un layout che ruota attorno all'ecosistema Amazon. Amazon Prime, ovviamente, è la chiave per massimizzare Fire TV Stick 4K Max e i menu suggeriranno maggiormente contenuti da poter guardare su Prime Video. Una prerogativa più che normale. L'interfaccia di Fire TV appare di facile consultazione con le due schede principali: Home dove troviamo tutte le app e i contenuti consigliati e Trova dove cercare qualsiasi tipo di contenuto. Il resto è quello che abbiamo sempre visto con le altre Fire TV Stick.

Quindi facilità di trovare qualsiasi contenuto multimediale, possibilità di installare applicazioni delle piattaforme digitali di streaming che solitamente utilizziamo come Netflix, Disney+ ma anche Apple TV+ o ancora DAZN, Spotify e Amazon Music per citarne alcune. E ancora l’utilizzo della voce con Alexa che permette di evitare noiosi passaggi manuali proprio per la ricerca o per l’avvio di un film, una serie TV o qualsiasi altra cosa. 

Chiaramente il vantaggio ora di avere 16GB di memoria piuttosto che 8GB della precedente potrebbe garantire a chi solitamente utilizza la Fire TV anche per giocare di poter scaricare molte più applicazioni che pesano anche di più sullo spazio di archiviazione senza la preoccupazione di erodere lo spazio anche per altri contenuti. 

CONCLUSIONI: a chi conviene acquistarla?

È la migliore Fire TV Stick del momento? Sì sicuramente! È il miglior set to box 4K del momento? Rapporto qualità/prezzo sì sicuramente. Inutile girarci intorno. Amazon sfodera una nuova Fire TV Stick 4K che non cambia tantissimo rispetto a quella della generazione precedente ma permette ancora di poter trasformare una TV obsoleta in una smart TV di ultima generazione con app e servizi di streaming che potranno avviarsi istantaneamente grazie ad un processore più potente di ultima generazione e 2GB di RAM. 

C’è ora anche il supporto al Wi-Fi 6E e anche un’interfaccia grafica esclusiva con la modalità ''Ambiente'' che sicuramente è un valore aggiunto come anche i widget, soprattutto se siete amanti della TV accesa anche quando non state guardando un film o una serie TV ma volete apprezzare una serie di opere d’arte che magari nemmeno conoscevate. 

 

La considerazione da fare è quella di prendere senza dubbio la nuova Amazon Fire TV Stick 4K Max di seconda generazione se si proviene da un dongle vecchio o con poche funzionalità supportate. Al momento questa nuova versione è senza dubbio quella più consigliata. Il passaggio invece dalla precedente generazione deve essere più ponderato o forse addirittura poco consigliato perché potrebbe risultare inevitabile se si è stretti con gli 8GB di spazio di archiviazione o se si vuole a tutti i costi avere un telecomando che consenta anche di cambiare programmi con un pulsante dedicato.

Chiaramente è lecito anche ponderare l’acquisto di una Fire TV Stick 4K ''classica'' che si è rinnovata proprio come la versione Max. In questo caso costa di listino 15 euro in meno e possiede 8GB di spazio di archiviazione, un processore meno potente, un telecomando classico anche se con pulsante per il comando vocale con Alexa e l’assenza della modalità ''Ambiente''. In questo caso se ci dovessero essere delle offerte potrebbe essere una buona alternativa per risparmiare. Infine per chi proviene da una Fire TV Stick (da 1080p.) le differenze sono importanti e se il vostro TV è un 4K allora il passaggio ad una Fire TV Stick superiore diventa molto suggerito se non ovvio soprattutto per un acquisto più duraturo nel tempo. 

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
no_side_fx01 Dicembre 2023, 16:20 #1
questa più che una recensione è una descrizione del prodotto
magari fatta così ha più senso anche se non è il 2023 cambia molto poco
https://androidpctv.com/review-fire-tv-stick-4k-max/
zbear02 Dicembre 2023, 19:25 #2
ADESSO vi mettete a truccare il marketing pro Amazon da recensioni? Chiunque abbia avuto a che fare con questi "cosi", e sia davvero tecnico, ne conosce le infinite limitazioni: solo wifi e niente ethernet, nessuna porta usb decente (ne' usb2 ne' usb3), installazioni app a dir poco farraginosa, sistema chiuso e proprietario (e peggiorerà, poco spazio per i propri dati. Con la stessa cifra si trovano fior fiore di box di qualità nettamente superiore, come i tanti che usano l'amlogic 905X4.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^