Spotify, ufficiale l'anteprima in esclusiva per gli utenti con abbonamento Premium

Spotify, ufficiale l'anteprima in esclusiva per gli utenti con abbonamento Premium

Il colosso dello streaming musicale ufficializza per mano del proprio CEO le novità che gli utenti Premium otterranno nei prossimi mesi. Anteprima esclusiva per due settimane delle nuove uscite grazie all'accordo siglato con la Universal Music Group.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 17:51 nel canale Audio Video
Spotify
 

Gli utenti Premium di Spotify potranno ascoltare in esclusiva per due settimane le nuove uscite musicali. E' quanto emerge dalla dichiarazione ufficiale del CEO di Spotify, Daniel Ek, il quale ha voluto esternare i cambiamenti in arrivo nella piattaforma di streaming musicale più amati dagli utenti. Tutti gli abbonati che risultano iscritti o si iscriveranno alla versione Premium di Spotify potranno usufruire di un interessante vantaggio nei confronti di tutti coloro che invece risultano "Free" nella medesima piattaforma musicale.

Grazie ad un accordo tra Spotify e la Universal Music Group (UMG) gli utenti abbonati alla versione Premium potranno ascoltare in anteprima, rispetto agli utenti free, tutte le nuove uscite musicali per un periodo massimo di due settimane. Un'esclusiva di cui si era parlato da tempo e che Spotify ha deciso di mettere in atto soprattutto per far valere i diritti di tutti coloro che pagano fino a 9.99€ al mese per eliminare la pubblicità, per usufruire delle proprie playlist anche offline, per ottenere una riproduzione libera e da oggi anche avere le anteprime rispetto agli utenti con account gratuito.

Il CEO Ek ha dichiarato come: "Non tutti gli album degli artisti dovrebbero essere rilasciati allo stesso modo per questo abbiamo lavorato duramente con UMG per sviluppare una nuova politica di rilascio, più flessibile. A partire da oggi, gli artisti di UMG possono scegliere di rendere disponibili nuovi album solo per gli account Premium, due settimane prima, offrendo agli abbonati la possibilità di esplorare il lavoro creativo completo in anticipo. I singoli saranno disponibili attraverso Spotify per tutti i nostri ascoltatori."

Una scelta questa di Spotify che sicuramente cerca di premiare tutti coloro che ad oggi hanno scelto di pagare un abbonamento mensile ed usufruire dei molteplici vantaggi degli account Premium ma che in qualche modo incoraggia anche tutti coloro che ancora si mantengono a debita distanza dal pagamento di un mensile e che potrebbe essere invogliati proprio da questa limitazione.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
adaant10 Aprile 2017, 18:57 #1
Se si tratta solo di limitare le nuove uscite per due settimane poca roba, si aspetta tranquillamente. Diverso è il discorso se dovessero fare due cataloghi: uno premium e l'altro free ma segato degli album a discrezione delle major/artisti.
calabar11 Aprile 2017, 01:35 #2
Non ho ben capito se si tratta di una limitazione per gli utenti "free" o di un nuovo vantaggio per quelli a pagamento.
Cioè... stiamo togliendo agli utenti free una cosa che avevano, oppure stiamo dando agli utenti a pagamento qualcosa che prima non era disponibile?

Nel primo caso, trovo sia una pessima politica, quella di riprendersi qualcosa che prima si dava non è mai buona cosa. Nel secondo caso nulla da dire, è sempre una buona cosa quando si offre qualcosa in più.
Phoenix Fire11 Aprile 2017, 09:22 #3
Originariamente inviato da: calabar
Non ho ben capito se si tratta di una limitazione per gli utenti "free" o di un nuovo vantaggio per quelli a pagamento.
Cioè... stiamo togliendo agli utenti free una cosa che avevano, oppure stiamo dando agli utenti a pagamento qualcosa che prima non era disponibile?

Nel primo caso, trovo sia una pessima politica, quella di riprendersi qualcosa che prima si dava non è mai buona cosa. Nel secondo caso nulla da dire, è sempre una buona cosa quando si offre qualcosa in più.


da come è scritto l'articolo direi la seconda, dice chiaramente gli autori possono rilasciare in anteprima (quindi in anticipo) di due settimane gli album, sembra una cosa più in generale, tipo prima spotify premium poi resto del mondo
lobotom17311 Aprile 2017, 16:07 #4
Originariamente inviato da: calabar
Non ho ben capito se si tratta di una limitazione per gli utenti "free" o di un nuovo vantaggio per quelli a pagamento.
Cioè... stiamo togliendo agli utenti free una cosa che avevano, oppure stiamo dando agli utenti a pagamento qualcosa che prima non era disponibile?

Nel primo caso, trovo sia una pessima politica, quella di riprendersi qualcosa che prima si dava non è mai buona cosa. Nel secondo caso nulla da dire, è sempre una buona cosa quando si offre qualcosa in più.


Puoi vederla sia come un plus per gli utenti premium che come una nuova limitazione per gli utenti free.

Per fare i pignoli la vedrei più come una limitazione, la data di pubblicazione e lancio di un disco restano le medesime ma la fruizione viene ritardata agli utenti free. Mi sembra alquanto improbabile che "anticipino" il lancio per i premium, perchè il lancio di solito è concomitante con pubblicità, comparsate varie in radio e TV a tema ecc..

2 settimane sono poi un termine piuttosto "breve" che secondo me non giustifica il passaggio alla versione premium dalla free.
efewfew18 Aprile 2017, 18:37 #5
ma poi alla fine hanno risolto il problema che c'era tempo fa che causava un eccessivo uso della memoria di massa mentre streamava? non si è piu saputo nulla a riguardo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^