Cuffie senza fili senza convertitore A/D per Audio Technica al CES 2017

Cuffie senza fili senza convertitore A/D per Audio Technica al CES 2017

Audio Technica ha sfruttato il CES di Las Vegas per rinnovare la sua gamma di cuffie wireless. I nuovi modelli Bluetooth ATH-DSR9BT e ATH-DSR7BT si inseriscono nella fascia media del mercato e si differenziano per la presenza della funzione di Noise Cancelling sul modello 9. Scelta particolare la mancanza del convertitore A/D: la tecnologia Pure Digital Drive muove direttamente i driver dal flusso di dati digitale

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 14:24 nel canale Audio Video
Noise CancelingAudio Technica
 
16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Personaggio21 Gennaio 2017, 19:42 #11
Originariamente inviato da: lorenzo22
Queste cuffie utilizzano il codec "....Qualcomm aptX HD permettono di ascoltare senza fili e senza degrado flussi audio 24-bit/48kHz...." nelle cuffie bluetooth si sposta il DAC semplicemente più vicino possibile all'orecchio che normalmente è posto poco prima del jack 3.5mm. La qualità e sempre la stessa indipendentemente dal bluetooth o meno, essendo solo un canale di comunicazione digitale. In questo modo è possibile anche eliminare i disturbi creati dall'ambiente, cosa impossibile con cuffie a jack 3.5mm.
Questo è stato possibile dal codec aptx HD che ha permesso un miglioramento del "efficienza" di trasmissione del bluetooth, che non poteva (senza codec aptx HD) veicolare un flusso audio a 24-bit/48kHz.


Il problema è che il BT ha una banda piccola già di partenza e che si abbassa notevolmente gia a 2m di distanza. Il codec può essere il migliore al mondo ma poi lo devi castrare abbassando il bitrate altrimenti non riesci a mantenere uno streaming senza interruzioni tra apparato e cuffia. Ed ecco che la qualità cala. Ha senso invece usare un cavo USB3.0 invece del jack analogico per fare quello che dici, converto in analogico solo all'ultimo momento dentro la cuffia, il tragitto lo faccio in digitale con il cavo usb che ha una banda molto ampia.
lorenzo2223 Gennaio 2017, 11:18 #12
Originariamente inviato da: Personaggio
Il problema è che il BT ha una banda piccola già di partenza e che si abbassa notevolmente gia a 2m di distanza. Il codec può essere il migliore al mondo ma poi lo devi castrare abbassando il bitrate altrimenti non riesci a mantenere uno streaming senza interruzioni tra apparato e cuffia. Ed ecco che la qualità cala. Ha senso invece usare un cavo USB3.0 invece del jack analogico per fare quello che dici, converto in analogico solo all'ultimo momento dentro la cuffia, il tragitto lo faccio in digitale con il cavo usb che ha una banda molto ampia.


In realtà non è vero che il bluetooth ha una banda piccola già in partenza.
Se parti da un segnale digitale a 24-bit/48kHz sono in termini di velocità di trasferimento, 1.152 Mbps/s, molto simile alla velocità di trasferimento del bluetooth 4.0 e basterebbe avere una usb 1.1. Il segnale non viene trasferito "grezzo" (PCM) e viene codificato senza perdita in questo caso. Il codec aptx ha una rapporto di compressione che mediamente sta 1:8 (basterebbe 1:2 per il bluetooth 4.0), che porta l'audio ad una velocità di trasmissione di 0.144 Mbps/s, molto gestibile dal Bluetooth 4.0. Il problema principale del bluetooth è la latenza (che nel usb è circa 0), ma grazie alle tecnologie più preformanti ha permesso solo negli ultimi anni ad essere molto buona.
nickname8823 Gennaio 2017, 11:44 #13
Originariamente inviato da: MadMax of Nine
Avanti con i soliti che dicono che il bluetooth fa schifo per l'audio

Un vero prodotto HiFi infatti non rinuncia al cavo.
Sono prodotti indicati infatti solo per una specifica utenza.
biagicus23 Gennaio 2017, 15:26 #14
Avevo delle cuffie bluetooth e quando correvo erano una vera manna. Niente fili, possibilità di cambiare brano senza scomodarsi più di tanto. Rispondere al telefono, cambiare il volume. Insomma se fai un'attività sportiva non è che devi per forza essere anche un audiofilo. E' il rumore che ti da il ritmo. Penso che a breve comprerò le bluthooth a conduzione ossea. Che volete che vi dica sono gusti
Jack.Mauro23 Gennaio 2017, 23:01 #15
Originariamente inviato da: globi
Esistono già molti apparecchi in commercio che contengono un amplificatore classe D, anche cuffie, non é però che si tratti di un amplificatore digitale ma bensì PWM (pulse width modulation).

Originariamente inviato da: lorenzo22
Purtroppo qui non viene descritto ma molto probabilmente utilizza una modulazione sima-delta, viene chiamata qui "digitale" perchè utilizza due valori di uscita (alto=1 e basso=0) per creare il segnale "analogico" di uscita.


Cazzarola, una GRANDE NOVITA'... lo stesso DAC che utilizzava il mio lettore cd portatile sony comprato nel 1996, all'epoca venduto con il nome 1-bit DAC........

http://www.radiomuseum.org/r/sony_discman_d_131.html
Busone di Higgs25 Gennaio 2017, 17:13 #16
La banda utilizzata in BT per le cuffie e' da inferiore a uguale a 500kbit/s.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^