Bowers & Wilkins P7 Wireless e P9 Signature: qualità in ascolto

Bowers & Wilkins P7 Wireless e P9 Signature: qualità in ascolto

Qualità è la parola d'ordine di queste cuffie Bowers & Wilkins: P9 Signature sono le perfette compagne per l'ascolto casalingo, mentre P7 Wireless offrono anhce la possibilità di ascolto in mobilità senza fili. Il costo è un po' elevato, ma la resa acustica è decisamente sopra la media. Ecco la nostra recensione, in cui raccontiamo anche dei redattori di Hardware Upgrade lasciati a bocca aperta dall'ascolto delle B&W P9

di Roberto Colombo pubblicato il nel canale Audio Video
Bowers & Wilkins
 
  • Articoli Correlati
  • Sennheiser PXC 480: musica e silenzio in mobilità. La nostra recensione Sennheiser PXC 480: musica e silenzio in mobilità. La nostra recensione Le cuffie noise cancelling sono un ottimo palliativo contro il frenetico fracasso della vita moderna. La comodità è uno dei punti di forza di queste Sennheiser PXC 480, cuffie cablate circumaurali, che offrono offrono la possibilità di isolarsi quasi completamente dai fastidi esterni grazie alla tecnologia di riduzione del rumore NoiseGuard di Sennheiser. Ecco la nostra recensione.
  • Bose QuietComfort QC35: la nostra recensione. Parola d'ordine comodità Bose QuietComfort QC35: la nostra recensione. Parola d'ordine comodità Bose QuietComfort QC35 sono le top di gamma in casa Bose per ascoltare musica in mobilità: uniscono le tecnologie ANC Noise Cancelling alla connettività Bluetooth NFC per godere delle proprie canzoni senza fili. Complete sotto ogni punto di vista hanno in questa versione argento un'aspetto a volte un po' 'cheap', ma una volta indossate sono comodissime e fanno dimenticare i rumori esterni rendendo anche i viaggi più lunghi maggiormente sopportabili
  • Sony MDR-1000x: musica senza fili e senza rumore Sony MDR-1000x: musica senza fili e senza rumore Sony MDR-1000X. Si tratta di cuffie con padiglione circumaurale chiuso, dotate di active noise cancelling digitale e connettività Bluetooth per l'ascolto di musica senza fili. Sony ha lavorato per offrire una migliore cancellazione dei rumori esterni rispetto al modello precedente su tutte le frequenze, ottimizzando sia l'eliminazione dei rumori a bassa frequenza sia quelli alle frequenze più alte
19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ale55andr016 Maggio 2017, 17:49 #11
Originariamente inviato da: devilred
argomenta!!!?? i marchi che producono qualita' in ambito audio sono molteplici e Bowers & Wilkins non ne fa parte. se non si fosse capito sono solo prodotti estetici, fanno design ( e non sempre ), niente piu'. mai sentito parlare di Tannoy,B&W,chario e tante tante altre.


Ehm, fermo restando che tecnicamente non hai argomentato, ti sei perso in un tragicomico bicchier d'acqua: bower & wilkins È B&W che appunto usa le lettere dei due fondatori dell'azienda inglese nello stemma del marchio, B&W, appunto...io stesso ho una coppia B&W serie 600 (http://imgur.com/a/saYtq) col classico mid giallo in kevlar, famosissimo segno distintivo del marchio da decenni

Mi sa che ti sei confuso con B&O, cioe Bang & Olufsen
s-y16 Maggio 2017, 17:50 #12
Ale55andr016 Maggio 2017, 18:04 #13
Originariamente inviato da: s-y


Nella foga di far lo sprezzante ha confuso il marchio e mostrato di non conoscere nemmeno la storia di una delle aziende che ha citato lui stesso
s-y16 Maggio 2017, 19:44 #14
btw, le dm601 sono state le mie prime 'hifi', una 20ina di anni fa
ricordo un tweeter tutt'altro che 'piacione' (ma col giusto accoppiamento si evitava l'effetto trapano eustachico con la tromba di miles davis ) e un basso che faceva quello che poteva, cioè poco, date le dimensioni...

in ogni caso credo nessun marchio sia esente da cosiddette 'sboronerie' od 'oliate di serpente', magari coadiuvate da clienti militanti pronti a dare la vita per la difesa della patria. cosa che si vede per ogni ambito, ma quello aifai lo trovo particolarmente esemplificativo

cmq nel frattempo e da un bel pò sono fortunatamente guarito dalla malattia, perchè da li in poi avevo iniziato a 'investire' quantità non marginali degl introiti, ma soprattutto avevo smesso di ascoltare la musica, fermandomi solo a capire come si sentiva... fanchiul...
Ale55andr016 Maggio 2017, 20:12 #15
Le mie sono delle 603 da pavimento e scendono bene in basso, ovviamente in relazione al volume di carico e dimensioni dei woofer . Ti dirò che fino la terza edizione mi son piaciute, poi hanno un pò virato verso sonorità e filosofie progettuali che non mi fanno impazzire.
Negli anni 90 in quella fascia di prezzo (1.3 milioncini) non esisteva nulla dello stesso livello costruttivo (cestelli pressofusi, former isolanti in poliammide annerito e camera di sospensione ventilata). Praticamente tecnologia da segmento nettamente superiore all'epoca, in un diffusore che era pur sempre di prima fascia nel catalogo b&w. Col tempo i concorrenti si sono aggiornati e ora il mercato è più competitivo...quel poco che c'è intendo ...ormai l'aifai pura è una nicchia di una nicchia, gli appassionati che spendono non mancano, ma stanno invecchiando, mentre le nuove generazioni vanno appresso agli smartphone e non udirebbero la differenza fra un mp3 e un lossless 24/192 e al massimo hanno come ideale qualitativo il generatore di rumore dell'unzettaro a 4 ruote di turno..
kiwivda16 Maggio 2017, 20:29 #16
Io sto provando in questi giorni le K812 e avevo già provato un parecchio tempo addietro le P9, sinceramente trovo le AKG più precise e meno enfatizzanti nelle frequenze basse, inoltre il dettaglio del suono e la texture ritmica sono meno insistenti è più vicine a un siono reference nel prodotto akg. Poi Imho.
Le P7 suonano come delle lattine rotte a confronto con entrambe.
Marko#8816 Maggio 2017, 21:13 #17
Originariamente inviato da: devilred
argomenta!!!?? i marchi che producono qualita' in ambito audio sono molteplici e Bowers & Wilkins non ne fa parte. se non si fosse capito sono solo prodotti estetici, fanno design ( e non sempre ), niente piu'. mai sentito parlare di Tannoy,B&W,chario e tante tante altre.


AVRILfan17 Maggio 2017, 09:41 #18
Originariamente inviato da: devilred
argomenta!!!?? i marchi che producono qualita' in ambito audio sono molteplici e Bowers & Wilkins non ne fa parte. se non si fosse capito sono solo prodotti estetici, fanno design ( e non sempre ), niente piu'. mai sentito parlare di Tannoy,B&W,chario e tante tante altre.


Che figura di m****!
devilred17 Maggio 2017, 14:16 #19
Originariamente inviato da: Ale55andr0
Ehm, fermo restando che tecnicamente non hai argomentato, ti sei perso in un tragicomico bicchier d'acqua: bower & wilkins È B&W che appunto usa le lettere dei due fondatori dell'azienda inglese nello stemma del marchio, B&W, appunto...io stesso ho una coppia B&W serie 600 (http://imgur.com/a/saYtq) col classico mid giallo in kevlar, famosissimo segno distintivo del marchio da decenni

Mi sa che ti sei confuso con B&O, cioe Bang & Olufsen


porca puttana, hai ragione. certe volte sto veramente fuori di testa. infatti li avevo scambiati per B&O.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^